Siete pronti a festeggiare la Giornata internazionale del Bacio? Oggi si celebra questa romantica ricorrenza, anche se non tutti i Paesi il mondo sono concordi sulla data. Scopriamo qualche curiosità su questo evento e i baci più famosi nell’arte e nel cinema. 

Secondo la scienza baciare produce felicità. Il bacio, infatti, innesterebbe una serie di reazioni chimiche nel nostro corpo. Durante questo processo viene rilasciata l’ossitocina, definita anche “ormone dell’amore”. In più, baciarsi favorisce la circolazione sanguigna e attiva allo stesso tempo 112 muscoli posturali e 34 muscoli facciali.

Scopriamo tutte le curiosità sulla Giornata Internazionale del bacio.

Quando si festeggia la Giornata Internazionale del Bacio

La Giornata internazionale del Bacio si festeggia oggi, ma non per tutti.

Nel Regno Unito, per esempio, si svolge il 6 luglio  e viene chiamata National Kissing Day, mentre negli Stati Uniti viene festeggiata il 22 giugno.

In India invece è il 13 febbraio, il giorno che precede la più famosa festa degli innamorati, quella di  San Valentino. Ma perché tutte queste differenze?

Il origine la data del 13 aprile è stata scelta per ricordare il bacio più lungo della storia: quello tra una coppia thailandese che durante una competizione riuscì a baciarsi per 46 ore 24 minuti e 9 secondi. Qualche anno dopo, il 6 luglio, la coppia ha battuto il proprio record baciandosi per ben 58 ore di fila. Voi riuscireste a battere il record?

Quanti tipi di bacio esistono?

La Giornata internazionale del Bacio vuole celebrare tutti i tipi di baci. Probabilmente colleghiamo il bacio alla passione tra due innamorati. Ma ci si bacia anche tra amici, oppure tra parenti. Si baciano i propri figli prima di mandarli a dormire, ci si bacia per scambiarsi gli auguri durante le festività.

O ancora, pensate al cosiddetto “bacio accademico” (non più in uso) nelle università per gli studenti meritevoli o al baciamano di antica tradizione nobiliare; al bacio di certi oggetti, specie se riconducibili all’ambito religioso oggetti o- sempre in tema religioso- al bacio di Giuda, oggi utilizzato anche come modo di dire nel gergo più comune.

Baciarsi, dunque, non è solo un modo per dimostrare affetto. Ma può essere utilizzato  come un gesto rituale, o simbolico, o religioso a seconda della ragione per cui si sceglie di entrare in contatto con l’altro.

I baci più famosi del cinema

Una categoria a parte meritano i baci più famosi della storia del cinema. Proviamo a elencarne qualcuno, tra i più celebri:

  • Via col vento: la proposta di matrimonio più sui generis del cinema viene coronata da un bacio appassionato;
  • Casablanca: il bacio tra Humphrey Bogart e Ingrid Bergman è tra i più romantici;
  • Spiderman: chi non ricorda il famoso bacio a testa in giù tra il beniamino Peter Parker e la sua Mary Jane?;
  • I segreti di Brokeback Mountain: è il film che rompe un tabù portando in scena l’amore tra due cowboy;
  • Twilight: per i più giovani è l’amore impossibile tra un vampiro e una donna comune. I loro sono baci che in un certo senso “superano i limiti dell’umano” per sfiorare l’immortalità;
  • La dolce vita: lo ricordiamo per famosissima scena di Anita Ekberg nella Fontana di Trevi, a Roma. Ma in questo frangente vogliamo rimarcare la dolcezza e la sensualità della scena del bacio che vede protagonista l’indimenticato Marcello Mastroianni;
  • Ghost: ben prima di Twilight è il film che ha portato in scena l’amore che supera ogni confine e vince persino le barriere della materia. Come dimenticare il momento in cui il fantasma del protagonista, Sam, posa le sue labbra su quelle di Molly?;
  • Pretty Woman: è davvero iconica la scena del primo bacio tra Julia Roberts e Richard Geere;
  • Star Trek: nel 1968 portò in scena il primo bacio interraziale della storia della Tv, con il capitano Kirk (William Shatner) che bacia l’africana Nyota Uhura (Nichelle Nichols).

Il bacio nella storia dell’arte

La Giornata internazionale del Bacio potrebbe essere una buona occasione per sfruttare tutti i servizi di mobilità e partire per un viaggio alla scoperta dei musei o delle mostre d’arte  più iconiche e romantiche. In cui è il bacio il vero protagonista.

Vi segnaliamo alcuni musei e centri culturali davvero imperdibili per celebrare degnamente la Giornata Internazionale del bacio coniugandola con la riscoperta delle belle arti:

  • Cappella degli Scrovegni a Padova: qui potrete ammirare la rappresentazione del bacio tra Anna e Gioacchino, genitori di Maria e nonni di Gesù, realizzata da Giotto. Si tratta del bacio più antico della storia dell’arte cristiana ed è datato tra il 1304 e il 1306;
  • Pinacoteca di Brera a Milano: è in questo museo che viene conservato il dipinto raffigurante uno dei baci più famosi, “Il bacio” di Francesco Hayez;
  • Politecnico di Milano: qui si custodisce “Il bacio tra Ettore e Andromaca” realizzato da Giorgio De Chirico. Un’opera davvero formidabile che racchiude, con uno stile completamente differente, il senso di un ultimo ed epico bacio. La cui storia, che rimanda a una battaglia feroce da cui l’eroe troiano non uscirà vittorioso, ancora oggi non smette di commuovere. A ogni età.