Oggi è la Giornata mondiale dell’arte, un’occasione per apprezzare ancora di più la diversità e la bellezza delle opere artistiche prodotte dagli esseri umani. È la giornata perfetta per immergersi nelle gallerie d’arte d’Italia, alla scoperta delle mostre più interessanti del mese di aprile. 

Se l’arte, qualunque forma assuma, ti fa battere il cuore e il turismo culturale è il tuo principale interesse di viaggio, la Giornata mondiale dell’arte è il momento perfetto per lasciarti trasportare dalla tua passione. Oggi, 15 aprile, in tutto il mondo si celebra la creatività umana in ogni sua forma, offrendo un’ampia gamma di mostre, eventi e performance artistiche da esplorare.

L’Italia, Paese che è meritatamente tra gli itinerari culturali europei più apprezzati, offre moltissime occasioni per celebrare la Giornata mondiale dell’arte. E non solo il 15 aprile, come scopriremo.

In questo articolo ti accompagniamo in un viaggio virtuale tra le mostre che vale la pena vedere che si svolgeranno nel mese di aprile.

Giornata mondiale dell’arte: che cos’è e perché è importante celebrarla

Parliamo di una giornata mondiale tra le più recenti: è stata istituita solo nel 2019 dall’UNESCO, durante la 40a sessione della Conferenza generale dell’organizzazione.

Tra tutti i giorni disponibili si è scelto di celebrare la Giornata mondiale dell’arte il 15 aprile, cioè il giorno in cui è nato uno degli artisti più importanti a livello internazionale: Leonardo da Vinci.

L’obiettivo di questa celebrazione è quello di ricordare il potere dell’arte di unire e connettere anche nei momenti più duri. Le celebrazioni annuali che si svolgono durante la Giornata mondiale dell’arte sono importanti perché riescono a promuovere una maggiore consapevolezza sulla diversità delle espressioni artistiche e mettono in luce il contributo degli artisti sul tema dello sviluppo sostenibile.

L’arte, infatti, va ben oltre il mero scopo estetico: ha il potere di facilitare l’incontro tra culture diverse e di promuovere temi d’attualità, di sollevare critiche o proporre soluzioni innovative nel riciclo dei materiali. Riveste dunque un ruolo fondamentale nella costruzione di una società moderna più inclusiva e interconnessa.

Le mostre da visitare in occasione della Giornata mondiale dell’Arte

Abbiamo raccolto alcune delle mostre visitabili nel mese di aprile: potrai raggiungerle sfruttando comodamente tutti i servizi di mobilità.

Scopriamole tutte per celebrare al meglio la Giornata mondiale dell’Arte.

A tu per tu con Leonardo. L’Autoritratto: storia di un capolavoro

La Giornata mondiale dell’arte si celebra nel giorno del compleanno di Leonardo da Vinci: potevamo, quindi, non cominciare la nostra rassegna con l’artista che è annoverato tra i geni dell’umanità?

Le porte della Biblioteca Reale di Torino hanno inaugurato, il 28 marzo, una mostra dedicata all’Autoritratto di Leonardo da Vinci. L’esposizione offre un’ampia panoramica sulla vita e l’opera del genio rinascimentale, presentando oltre 60 opere, tra cui 15 originali di Leonardo e 6 fogli del Codice atlantico. La mostra, arricchita da prestiti pubblici e privati, offre un’immersione nell’attività artistica e inventiva di Leonardo negli ultimi anni della sua vita.

Sarà visitabile fino al 30 giugno 2024, con aperture straordinarie il 1°, il 25 e il 29 aprile a un costo di 20 euro.

Se sei in visita a Torino ti consigliamo una visita al famoso Museo egizio: un’occasione per immergersi tra le gemme dell’antichità, esplorando le prime forme d’arte e ammirando tesori di inestimabile pregio culturale e archeologico.

Affinità elettive. Picasso, Matisse, Klee e Giacometti

Cominciata già da qualche settimana, la mostra in corso alle Gallerie dell’Accademia a Venezia, ti offrirà la possibilità di ammirare oltre 40 opere di Picasso, Matisse, Klee e Giacometti provenienti dalla rinomata collezione del Museum Berggruen di Berlino.

Ispirata al titolo del celebre romanzo di Goethe, la mostra “Affinità elettive” promuove un confronto tra opere formalmente e temporalmente distanti, ma spesso accomunate da similitudini iconografiche e scelte estetiche sorprendentemente vicine.

Potrai vederla fino al 23 giugno al costo di 15 €.

Un Velázquez in galleria

Dal nord ci spostiamo al centro e, per la precisione, alla Galleria Borghese di Roma, dove già dal 26 marzo è in mostra il primo dipinto di Diego Velázquez. Si tratta della Donna in cucina con Cena di Emmaus, proveniente dalla collezione della National Gallery of Ireland.

Quest’opera è esposta nella Sala del Sileno insieme ai dipinti di Caravaggio, offrendo così un confronto tra due maestri del Barocco. Velázquez visitò Roma due volte e fu influenzato dall’arte romana; Caravaggio, invece, ispirò il fenomeno del caravaggismo che si diffuse in tutta Europa. La mostra si propone di esplorare il legame tra questi artisti stranieri e la capitale d’Italia.

Il biglietto ha un costo base di 13 euro.

Tatuaggio. Storie dal mediterraneo

Chi ha detto che l’arte si trova solo nei musei? Anche il nostro corpo può essere una tela e tantissime persone, in Italia e nel mondo, lo dimostrano sfoggiando i propri tatuaggi.

Ci muoviamo, quindi, nuovamente verso il nord, facendo tappa al Mudec di Milano, dove fino al 30 luglio sarà possibile immergersi nel lungo viaggio di questa antica usanza.

Attraverso reperti originali, fotografie e filmati, l’esposizione traccia la storia dei tatuaggi umani per oltre settemila anni, partendo da Ötzi fino ai tatuaggi contemporanei. La mostra esplora i significati religiosi, sociali e terapeutici dei tatuaggi in diverse epoche e regioni geografiche. Il costo del biglietto è di 18 euro.