Ogni 7 aprile si celebra la Giornata Mondiale della Salute, un’occasione per  sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi cruciali della sanità a livello globale. Ma anche per riflettere e adottare qualche piccola strategia per migliorare il proprio benessere quotidiano. 

Istituita il 7 aprile del 1948 da una risoluzione dell’OMS– Organizzazione mondiale della Sanità- la Giornata mondiale della Salute (World Heath Day) nasce allo scopo di riflettere e superare il disequilibrio nell’assistenza sanitaria e nel diritto alle cure che ancora esiste tra i Paesi del mondo.

Il tema dell’edizione di quest’anno, che è la 76esima, è: “La mia salute, un mio diritto”. A rimarcare, se ancora ce ne fosse bisogno, le diseguaglianze che influenzano la salute delle persone.

Le raccomandazioni dell’OMS

Secondo i dati forniti dall’OMS «13 milioni di decessi all’anno sono dovuti a cause ambientali e, nello specifico, l’inquinamento atmosferico uccide nel mondo 13 persone ogni minuto, causando inoltre cancro ai polmoni, malattie cardiache e ictus.» Per fermare «i cicli di distruzione per il pianeta e per garantire la salute umana» gli esperti raccomandano ai Governi di mettere in atto un’azione legislativa concreta per contrastare la crisi climatica e sanitaria.

«Le stesse scelte insostenibili che stanno uccidendo il nostro pianeta stanno uccidendo le persone,» ha commentato il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus.«Abbiamo bisogno di soluzioni per liberare il mondo dalla sua dipendenza dai combustibili fossili, per re-immaginare le economie e le società incentrate sul benessere e per salvaguardare la salute del pianeta da cui dipende la salute umana.»

Giornata mondiale della salute: iniziative e prevenzione

La Giornata Mondiale della Salute non è una semplice ricorrenza, ma viene è supportata da una serie di iniziative.  Sono diverse le Regioni e le città italiane che propongono screening e visite gratuite, nell’ottica di promuovere la cultura della prevenzione. Facciamo qualche esempio.

La Lombardia, in collaborazione con la Fondazione IRCCS San Gerardo dei Tintori, propone vaccinazioni gratuite per HPV, PAP test gratuiti e screening mammografici. La Campania ha già attivato screening gratuiti per le patologie oncologiche, tra cui quelli per il tumore alla mammella, per il tumore del collo dell’utero e per il tumore del colon retto.

Infine nella città di Siena– come nella maggior parte delle realtà della Toscana– domenica sarà possibile effettuare screening gratuiti su grado di saturazione dell’ossigeno, quadro glicemico e pressione arteriosa.

Trasversalmente sono previsti incontri sui danni causati da fumo e droghe nelle principali piazze italiane.

Giornata mondiale della salute: qualche idea per il benessere quotidiano

La salute del nostro pianeta e quella del nostro corpo vanno di pari passo. Come è possibile garantirsi il benessere quotidiano e agire direttamente sulla propria salute e su quella altrui? Ecco qualche consiglio utile.

  • Prediligere la mobilità dolce: è possibile fare del sano esercizio fisico e, allo stesso tempo, ridurre le emissioni di CO2. Utilizzare mezzi come la bicicletta per gli spostamenti in città o i mezzi di mobilità in sharing fa bene alla salute e all’ambiente. Ricordiamo che è sempre possibile noleggiare in app la propria bici o il proprio monopattino;
  • Prendere in prestito l’Hygge, l’arte danese del benessere quotidiano: lHygge, termine nordico per “soddisfazione”, è l’arte danese di trovare gioia nelle piccole cose di ogni giorno. Questa filosofia di vita si basa sulla volontà di apprezzare il presente in tutta la sua bellezza e le sue possibilità, ritrovando il proprio benessere fisico e interiore. A volte basta dedicarsi a un hobby che ci appassiona, immergersi nella natura con rilassanti passeggiate ed escursioni oppure dedicare tempo e attenzioni ai propri affetti;
  • Acquistare nei “negozi leggeri”: sapete cos’è un negozio leggero? È un esercizio che vende prodotti sfusi, cioè non confezionati. Si possono portare da casa i propri contenitori e riempirli con pasta, cereali, legumi e tanto altro riducendo così l’uso della plastica. L’inquinamento da plastica è, purtroppo, un problema globale gravissimo che ha ripercussioni negative sia sull’uomo che sugli ecosistemi. Acquistare responsabilmente significa fare la propria parte per proteggere il pianeta;
  • Scegliere prodotti locali: acquistare prodotti a Km 0 vuol dire adottare uno stile di vita ecologico anche in cucina. Mangiare bene significa vivere bene;
  • Smettere di fumare: dire basta alle cattive abitudini è il consiglio medico per eccellenza. Fumare tabacchi, tra l’altro, è dannoso per la salute e per l’ambiente. Sapete che un mozzicone di sigaretta con il filtro può impiegare da 1 a 8 anni prima di decomporsi? Senza contare che la pessima- e piuttosto diffusa- abitudine di fumare in auto comporta rischi per la sicurezza stradale ed è causa molti incidenti;
  • Preferire l’energia rinnovabile: le fonti rinnovabili come quella eolica, solare o geotermica, se implementate, sono la migliore alternativa possibile ai combustibili fossili. Anche nel settore dell’automotive, tra i più inquinanti per la circolazione e produzione di auto alimentate a diesel e benzina, si stanno facendo enormi passi in avanti. Si punta sempre di più sulla mobilità elettrica e si progettano persino auto elettriche a energia solare.