Venerdì 15 marzo sarà la Giornata Mondiale del Sonno, il cui scopo è quello di sensibilizzare in merito ai disturbi del sonno e sull’importanza che una buona dormita ha sul nostro benessere mentale, fisico e sociale. Celebriamo questa giornata trascorrendo un weekend all’insegna del riposo: abbiamo scelto 5 destinazioni dove dormire come un ghiro!

La Giornata Mondiale del Sonno è stata istituita nel 2008 dalla World Association of Sleep Medicine (WASM) e cade ogni anno il venerdì della seconda settimana di marzo. Tramite questa iniziativa, l’associazione vuole richiamare l’attenzione sulle problematiche legate a un sonno di cattiva qualità e sulle conseguenze che queste hanno sul benessere psicofisico delle persone.

Secondo un sondaggio Ipsos del 2023, circa il 44% della popolazione italiana soffre o ha sofferto di una forma di dissonnia, in particolare di insonnia: la maggior parte degli intervistati ne attribuiscono le cause ad ansia, stress e preoccupazioni.

Il tema per la Giornata Mondiale del Sonno 2024

Il tema scelto dalla WASM per la Giornata Mondiale del Sonno di quest’anno è l’equità del sonno per la salute globale: il sonno è essenziale per la salute di ogni essere vivente, ma tra le popolazioni nel mondo ci sono delle differenze misurabili nella qualità del sonno che creano oneri aggiuntivi e che rafforzano le disuguaglianze in materia di salute pubblica.

Poiché dormire è essenziale per la salute, tutti devono avere accesso a un sonno adeguato, indipendentemente dal luogo, dalla situazione socioeconomica, dalle condizioni ambientali, dalle relazioni comunitarie e interpersonali e dai comportamenti individuali.
Le conseguenze delle disparità globali nella qualità del sonno sono significative: gli individui e le famiglie sono danneggiati da spese inutili per la propria salute e le disuguaglianze non fanno altro che rafforzarne l’emarginazione.

Affrontare l’equità del sonno ridurrà queste disparità e contribuirà a migliorare la salute e il benessere delle persone in tutto il mondo. La World Sleep Society dunque utilizza la Giornata Mondiale del Sonno 2024 per celebrare un sonno di qualità e il potere di trasformazione che può avere sulla vita di ognuno.

Giornata Mondiale del sonno: 5 posti per dormire come un ghiro

Sleepcation”: è così che gli inglesi chiamano una vacanza all’insegna del relax e del riposo più assoluto. Il turismo del sonno, per riconnettersi al proprio benessere psicofisico, è tra le tendenze di viaggio nel 2024, decisamente in antitesi con i viaggi avventura: abbiamo cercato 5 destinazioni in Italia che offrono esperienze da sogno, nel vero senso della parola, per trascorrere un weekend recuperando le energie.

Una notte nell’albergo più in alto d’Europa

A 3.212 metri d’altezza, il Glacier Hotel Grawand è l’albergo più in alto d’Europa: si trova in Trentino Alto Adige, in Val Senales, dove la stagione sciistica è tra le ultime a chiudere.
L’aria incontaminata e i panorami impareggiabili con la vista sui ghiacciai promettono una pace che non può che favorire il sonno. Per una extra di relax in più, ci sono il centro wellenss e la cucina tirolese a garantire il perfetto benessere interiore.

Dormire in un letto di neve

Conosci la crioterapia? La combinazione tra caldo e freddo porta molti benefici sia al corpo che alla mente. A Livigno, il Piccolo Tibet, l’Hotel Lac Salin SPA & Mountain Resort ha creato un’esperienza immersiva in uno chalet completamente realizzato con la neve e creato dall’artista Vania Cusini. Durante la Snow Dream Experience passerai una notte decisamente fuori dall’ordinario, dormendo su un candido letto di neve (ma all’interno di un caldo sacco a pelo termico).

Addormentarsi sotto al cielo stellato

Tra le Dolomiti di Cortina, la Starlight Room Dolomites è tra i dieci hotel più spettacolari al mondo: è una stanza realizzata in legno di abete che ricorda una baita di montagna e la zona del letto ha le pareti in vetro che permettono una vista a 360° grazie a un sistema mobile alimentato con pannelli fotovoltaici che consentono alla suite di girare su se stessa seguendo il moto delle stelle.

Dormire come un sasso tra i Sassi

I Sassi del centro storico di Matera sono un Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO dal 1993: all’interno delle rocce ci sono alcune locande che offrono stanze che migliaia di anni fa erano abitazioni e che, restaurate, sono rimaste inalterate nella struttura.

Assaporare la pace del “borgo del silenzio”

Se i tuoi problemi con il sonno derivano dall’inquinamento acustico, uno dei borghi più belli delle Marche potrebbe fare al caso tuo: Elcito, una frazione di San Severino Marche, è soprannominato “il borgo del silenzio” e anche il “Tibet d’Italia” perché la pace che vi regna favorisce la contemplazione.
È un luogo dove il tempo sembra essersi fermato e dove le stradine strettissime non permettono l’ingresso alle macchine. In questo piccolo villaggio, di appena 7 abitanti, non c’è mai stato un negozio perché fino agli anni Settanta era completamente autosufficiente.
Il silenzio è tale che si sentono solo i rumori della natura e il paesaggio che circonda lo sperone di roccia su cui si ergono le poche case offre una vista mozzafiato sulla vallata, tra mucche a passeggio e animali selvatici in libertà.
Elcito è davvero il posto ideale per staccare la spina e allontanarsi dal trambusto quotidiano: contrariamente a quello che potresti pensare, qui ci sono diverse soluzioni di affitti brevi per un soggiorno ristoratore in occasione della Giornata Mondiale del Sonno. Devi solo assicurarti di avere il serbatoio pieno per arrivarci, visto che il benzinaio più vicino è a parecchi chilometri!