È arrivata finalmente la primavera e l’Italia offre una vasta gamma di destinazioni ideali per una gita fuori porta tra borghi in fiore. Ecco 10 destinazioni uniche per un viaggio last minute alla scoperta dei tesori naturali e culturali del nostro Paese.

A pochi giorni dalle festività di Pasqua e Pasquetta, l’Italia sta riscoprendo le temperature miti della primavera. C’è un’irrefrenabile voglia di trascorrere del tempo all’aria aperta e di esplorare le bellezze naturali e culturali del nostro Bel Paese. Una gita fuori porta offre l’opportunità perfetta per rilassarsi, scoprire nuove destinazioni e fare un viaggio gastronomico nella cucina regionale.

Ecco 10 mete uniche per una gita di primavera.

Gite di primavera: una guida alle 10 mete da non perdere

Le vacanze di Pasqua sono ormai alle porte. A chi ama esplorare l’Italia, proponiamo una guida alle mete imperdibili per un viaggio in primavera all’insegna del gusto, della bellezza e del divertimento.

Anghiari: un viaggio nella storia e nell’arte

Situato tra i fiumi Tevere e Arno, Anghiari- in provincia di Arezzo è un borgo toscano tra i più belli d’Italia e offre una variegata gamma di attrazioni per i visitatori. Celebre per la sua battaglia omonima, immortalata da Leonardo Da Vinci in un’opera oggi scomparsa, il borgo è rinomato anche per la sua ricchezza artistica e architettonica. Racchiuso entro le mura duecentesche, Anghiari incanta i suoi ospiti con i suoi vicoli acciottolati e le case medievali che raccontano storie antiche. Tra le attrazioni principali spicca la chiesa di Santa Maria delle Grazie, risalente al XVIII secolo, adornata con opere d’arte come le tavole dipinte da Giovanni Antonio Sogliani.

Questo antico borgo si sviluppa attorno a una strada rettilinea, nota come Ruga di San Martino, che, sin dal XII-XIII secolo, collega Anghiari a Sansepolcro. Tuttavia, questa strada è molto più di un semplice collegamento tra due città: è una meridiana gigante, orientata da est a ovest, che simbolicamente unisce l’eremo di Montecasale e la Croce, due luoghi significativi per San Francesco d’Assisi.

Crecchio: un tesoro incantato nel cuore d’Abruzzo

Crecchio, capitale d’Italia per una notte, immerso tra dolci colline e paesaggi mozzafiato nella provincia di Chieti, in Abruzzo, è tra i 20 candidati per il riconoscimento di “Borgo dei Borghi 2024”.

Al centro del paese si erge il suggestivo Castello Medievale, dominante sulla valle circostante, testimone silenzioso di secoli di storia e avventure. Le strette viuzze del centro storico conducono a pittoresche piazze, chiese antiche e affascinanti palazzi rinascimentali, raccontando storie di tradizione e cultura locale. I panorami che si aprono lungo i sentieri escursionistici che circondano il borgo regalano momenti di pace e serenità, mentre gli amanti della natura possono esplorare le bellezze del Parco Naturale Regionale della Costa dei Trabocchi, a breve distanza da Crecchio.

Le Gole dell’Alcantara: un capolavoro naturale tra rocce e acque cristalline

Le Gole dell’Alcantara, incastonate tra le imponenti pareti di basalto vulcanico nella splendida cornice della Sicilia orientale, sono una delle meraviglie naturali più affascinanti dell’isola. Scavate nel corso dei millenni dal fiume Alcantara, queste profonde gole offrono uno spettacolo mozzafiato fatto di scogliere vertiginose, piscine naturali e cascate scroscianti.

Gli amanti dell’avventura possono esplorare le gole attraverso escursioni guidate, camminando lungo sentieri panoramici o addentrando nelle fresche acque del fiume per un’esperienza unica di canyoning. Le gole offrono anche l’opportunità di rilassarsi e godersi la natura circostante, con aree pic-nic e zone di sosta ideali per una pausa rigenerante.

Grottammare: spiagge dorate e atmosfera rilassante

Grottammare, uno dei Borghi più belli d’Italia nelle Marche, offre ai visitatori un mix perfetto di bellezze naturali e atmosfera rilassante. Le sue spiagge, premiate con la Bandiera Blu per la loro pulizia e qualità, attraggono turisti da tutto il mondo desiderosi di godersi il sole e il mare cristallino. Ma Grottammare non è solo questo: il centro storico conserva un fascino antico con le sue strette vie lastricate, i palazzi storici e le piazzette pittoresche.

Tra le attrazioni principali spicca il Lungomare Sud, con le sue eleganti ville liberty e i giardini curati, ideale per una passeggiata al tramonto. Gli amanti della gastronomia alle prese col primo viaggio nelle Marche possono deliziarsi con i piatti tipici nei numerosi ristoranti lungo il lungomare. Gli appassionati di storia possono invece visitare il Castello di Grottammare, che domina la città dal suo promontorio e offre panorami spettacolari sulla costa.

Lago di Molveno: natura incontaminata e attività all’aperto

Il Lago di Molveno, incastonato tra le maestose Dolomiti di Brenta nel Trentino, è una gemma naturale che attira visitatori con la sua bellezza mozzafiato e le sue numerose opportunità per attività all’aperto. Le acque cristalline del lago riflettono i picchi delle montagne circostanti, creando uno scenario di incredibile suggestione. Le spiagge lungo le sponde offrono spazi per rilassarsi e godersi il sole, mentre l’acqua fresca e limpida invita al nuoto e agli sport acquatici come il kayak e la vela.

I sentieri che circondano il lago sono perfetti per escursioni a piedi o in mountain bike, permettendo ai visitatori di immergersi completamente nella natura incontaminata della zona. Per coloro che amano l’avventura, ci sono anche possibilità di arrampicata e parapendio. Il Lago di Molveno è anche punto di partenza per camminate più impegnative verso le vette delle Dolomiti di Brenta, offrendo agli escursionisti panorami mozzafiato e un contatto diretto con la natura selvaggia.

Matera: città dei sassi e tesoro storico

Matera, famosa per i suoi celebri “Sassi “, è uno dei siti più suggestivi e storici del paese. I Sassi di Matera, infatti, sono riconosciuti come Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e offrono un viaggio indimenticabile nel passato, con stradine tortuose, chiese rupestri e abitazioni un tempo abitate.

Esplorare i vicoli dei Sassi è come tuffarsi in un labirinto di storia, dove ogni angolo rivela dettagli affascinanti dell’antica vita materana. Capitale Europea della Cultura 2019, Matera vanta una ricca storia che si riflette nei suoi monumenti, come il Duomo e il Castello Tramontano, che offrono spunti interessanti per gli appassionati di arte e architettura.

La città è anche un centro culturale vibrante, con festival, eventi e mostre d’arte che si svolgono durante tutto l’anno. Infine, la cucina locale è un’altra attrazione da non perdere, con piatti tradizionali lucani che deliziano i palati dei visitatori.

Monza: storia, velocità e natura

Monza, in Lombardia, è una città che unisce storia e natura in un mix affascinante. Al centro del suo patrimonio storico si erge la celebre Villa Reale, un’imponente residenza del XIX secolo che ospita opere d’arte e offre uno sguardo nel lussuoso passato della città. Non lontano, il Duomo di Monza, con la sua maestosa facciata gotica e il Tesoro del Duomo, custode delle preziose reliquie del Santo Patrono Giovanni Battista, attira numerosi visitatori.

Monza è anche famosa per il suo autodromo, uno dei circuiti più iconici del mondo, dove si svolge il Gran Premio d’Italia di Formula 1. Gli amanti della velocità e dello sport affollano l’autodromo ogni anno per assistere a spettacolari gare e vivere l’emozione del motorsport.

Ma Monza non è solo storia e velocità: la città è anche circondata da meraviglie naturali, come il Parco di Monza, un vasto polmone verde che offre opportunità per escursioni, picnic e momenti di relax immersi nella natura.

Orvieto: tesori medioevali e delizie enogastronomiche

Orvieto- in Umbria- è una città sotterranea tra le più belle in Italia. Affascina con i suoi tesori medioevali e le delizie enogastronomiche. Il suo Duomo, un capolavoro dell’architettura gotica italiana, con la sua facciata decorata e i maestosi archi, attira visitatori da tutto il mondo. Al suo interno, affreschi di inestimabile valore artistico decorano le pareti, mentre la Cappella di San Brizio incanta con i suoi dipinti di Luca Signorelli, narrando storie bibliche con maestria.

Ma il fascino di Orvieto non si ferma certo qui: le sue stradine strette e tortuose conducono a piazze tranquille e a pittoreschi caffè, offrendo ai visitatori l’opportunità di immergersi nell’atmosfera medievale della città.

Il Santuaro di Oropa: esperienza spirituale e naturalistica

Il Santuario di Oropa, situato in una suggestiva conca a pochi chilometri a nord di Biella- in Piemonte è dedicato al culto della Madonna Nera, nota come Santa Vergine d’Oropa. La sua storia affonda le radici nel IV secolo d.C., quando si dice che Sant’Eusebio, Vescovo di Vercelli, portò la statua di legno della Vergine, scolpita da San Luca, da Gerusalemme ad Oropa. La costruzione della chiesa iniziò nel XII secolo e da allora il santuario si è espanso per accogliere sempre più fedeli, comprendendo ora il Chiostro con la Basilica Antica, la Basilica Nuova e altri corpi laterali.

Oltre alla dimensione religiosa, il Santuario di Oropa offre una serie di attrazioni per i visitatori, tra cui il Museo dei Tesori, l’Appartamento Reale, la raccolta degli ex-voto e il Sacro Monte. Da maggio a settembre, è possibile visitare il Giardino Botanico, un’oasi WWF che promuove la conoscenza della flora alpina. Il santuario attrae ogni anno centinaia di migliaia di pellegrini e ospita oltre cento processioni. Oltre al suo patrimonio artistico, che include la Scala Regia e la famosa statua lignea della Madonna Nera, Oropa offre anche un ambiente naturale incontaminato, con sentieri per passeggiate e trekking, rifugi alpini e una funivia che conduce al lago del Mucrone e alla Stazione sciistica omonima. Da non perdere le ciclovie di Oropa: itinerari ciclabili segnalati e tracciati che abbracciano la via Francigena Morenico-Canavesana.

Viterbo: Un viaggio nel cuore della storia medievale

Viterbo, situata nel Lazio, incanta i visitatori con il suo ricco patrimonio storico e le sue affascinanti attrazioni medievali. Al centro della città si erge imponente il Palazzo dei Papi, un capolavoro dell’architettura gotica, che un tempo fu sede papale nel XIII secolo. Con le sue imponenti torri e le eleganti logge, il Palazzo dei Papi è un simbolo del potere ecclesiastico dell’epoca. Poco distante, la suggestiva Piazza San Lorenzo ospita la magnifica Cattedrale di San Lorenzo, una gemma architettonica che combina elementi romanici e gotici.

All’interno della cattedrale, i visitatori possono ammirare pregevoli opere d’arte, tra cui dipinti e sculture di grande valore storico e artistico. Ma Viterbo offre anche altri tesori nascosti, come il quartiere medievale di San Pellegrino, con le sue pittoresche stradine lastricate e i caratteristici palazzi d’epoca.

Infine, Viterbo è famosa per le sue terme naturali, dove i visitatori possono rilassarsi e rigenerarsi immersi nelle acque termali benefiche.