Le Grotte di Soprasasso sono delle spettacolari cavità situate sull’Appennino Bolognese, nel comune di Vergato. Scopriamone le bellezze e i percorsi naturali.

Le Grotte di Soprasasso sono una località turistica molto gettonata dagli amanti del trekking e delle escursioni a contatto con la natura poiché propongono diversi percorsi affascinanti e pieni di sorprese. Situate sull’Appenino Bolognese, all’interno del Comune di Vergato, sono delle cavità famose per la loro particolare conformazione che racchiude al suo interno numerose e suggestive formazioni rocciose a forma di alveare. Andiamo alla scoperta delle loro particolarità e dei percorsi naturali.

Le grotte di Soprasasso: un percorso adatto a tutti

Le Grotte di Soprasasso sono una meta davvero suggestiva per chiunque ami stare a contatto con la natura incontaminata e con i suoi segreti poiché offrono uno spettacolo a dir poco immersivo e surreale. Queste particolari cavità sono, infatti, impreziosite dalla presenza di diverse formazioni rocciose, da stalattiti, stalagmiti e altre formazioni calcaree che rendono lo scenario ancor più affascinante e tutto da ammirare.

La più suggestiva, tra tutte, resta sicuramente la cosiddetta “Grotta dei Piatti” chiamata così per le tante cavità rotonde che ricordano la forma circolare dei piatti. Quando si entra e ci si gira verso l’esterno si nota un’ampia apertura in grado di regalare un bellissimo scorcio sul cielo e sullo splendido panorama naturalistico della zona.

Questa particolare conformazione delle varie grotte è ovviamente dovuta all’azione modellante dell’acqua e del vento che nel corso del tempo hanno contribuito a dare carattere e forma a questo affascinante habitat che si estende per oltre 10 chilometri quadrati, proponendo un percorso davvero suggestivo per gli amanti del trekking.

Il sentiero per visitare le grotte non presenta particolari difficoltà a patto di affrontarlo con calzature e abbigliamento adeguato. Rispetto ai normali percorsi di trekking, infatti, l’escursione alle Grotte di Soprasasso è abbastanza semplice ed accessibile, anche a chi non è abituato a questo particolare tipo di attività.

Il sentiero, poi, è facilitato dalla presenza di tanti cartelli, segni colorati sui tronchi degli alberi, scalini nel terreno e nella roccia ed anche alcuni cavi a cui tenersi. Anche se leggermente in salita, la passeggiata proposta è sicuramente piacevole e accessibile, ed in grado comunque di regalare scorci mozzafiato che si affacciano su distese collinari impreziosite dalla fitta e colorata vegetazione.

Soprasasso: cosa vedere nei dintorni delle grotte

Il territorio emiliano è ricco di tesori inesplorati, bellezze naturalistiche e antichi borghi dal fascino senza tempo. Oltre alla Grotte di Soprasasso, l’Appennino Bolognese presenta tanti paesaggi e luoghi che vale la pena visitare. Ve ne suggeriamo due proprio nei dintorni delle Grotte.

Vergato

Se si decide di fare un’escursione alle Grotte di Soprasasso, la sosta a Vergato non può mancare. Questo storico e affascinante borgo dei Colli Bolognesi offre diverse attrazioni culturali e naturali.

Da visitare è senz’altro la Rocchetta Mattei, un castello del 1800 costruito in stile eclettico dal conte Cesare Mattei. Oltre al Castello è possibile visitare anche l’Archivio-Museo con svariati documenti e reperti riguardanti il Conte Mattei e il Palazzo dei Capitani di Montagna che presenta sulla facciata 97 stemmi e alcune iscrizioni delle famiglie dei Capitani di Montagna che si sono succeduti dal 1440 alla fine del 1770. Il Palazzo è aperto tutti i giorni esclusa la domenica e si può visitare gratuitamente.

Grotte di Labante

A pochi chilometri da Vergato è possibile visitare anche le splendide Grotte di Labante, lunghe ben 54 metri e sormontate da una grande cascata che rende lo scenario ancor più affascinante. Queste grotte, poi, sono molto particolari poiché sono tra le più grandi d’Italia tra quelle scavate nel travertino, un materiale calcareo molto resistente agli eventi atmosferici.

Situate all’interno di un parco, le Grotte sono adatte sia per escursioni a piedi che in bicicletta e sono anche provviste di diversi siti attrezzati per organizzare barbecue in tutta sicurezza.

Come raggiungere le grotte di Soprasasso

Le Grotte di Soprasasso possono essere comodamente raggiunte in auto partendo da Bologna. Basta imboccare la SS64 in direzione Vergato. Una volta giunti nel piccolo centro medievale di Cà di Monzone e prima di arrivare alla Chiesa abbandonata di Cavalloro troverete ad accogliervi dei cartelli che vi guideranno nel cuore di questa affascinante località turistica.

Per rendere il vostro viaggio ancora più comodo, il consiglio resta sempre quello di munirvi di un’app per il carburante che vi permette di trovare più facilmente i distributori in zona e pagare il rifornimento direttamente con lo smartphone.