La guida nella nebbia può risultare molto difficoltosa, sia di giorno che di notte. Ci sono delle strategie o delle accortezze da seguire per essere più tranquilli? Sì, andiamo a leggerle in questo articolo.

Sentiamo spesso dire che non ci sono più le nebbie di una volta. Questo potrebbe essere uno dei pochissimi vantaggi dell’industrializzazione serrata e del riscaldamento globale. Ad ogni modo è sempre pericoloso trovarsi in mezzo alla nebbia a banchi o a dei veri e propri muri bianchi che possono durare chilometri. In questi casi la prima norma da seguire è quella di guidare con prudenza, ma ci sono altri comportamenti che possono aiutarci.

Guidare in caso di nebbia: cosa fare prima di partire

Guidare nella nebbia significa guidare con scarsa visibilità, non è divertente. Per questo, occorre mantenere tutti i sensi all’erta. Non tutti sanno però che le precauzioni da prendere cominciano prima ancora di mettersi in viaggio. Ecco le più importanti:

  • Prima di partire controlla l’auto: assicurati che i fari (anabbaglianti e fendinebbia), i tergicristalli e il lavavetro siano in perfette condizioni. Controlla (se puoi) anche lo stato di freni, gomme e ammortizzatori.
  • Pianifica il viaggio: se possibile, evita di guidare in caso di nebbia fitta. Se devi muoverti, consulta le previsioni del tempo e scegli eventuali percorsi stradali con meno probabilità di nebbia. Se non hai alternative scegli di farlo di giorno, in modo che il sole abbia la possibilità di rompere la coltre bianca. Guidare di notte, infatti, richiede ancor più attenzione.
  • Assicurati di avere con te un kit di emergenza con giubbotto catarifrangente, triangolo e torcia elettrica.
  • Cerca di avere il pieno di carburante o comunque un livello tale da non doverti fermare per il rifornimento. In caso di nebbia fitta l’entrata e l’uscita dalle stazioni di servizio diventano situazioni molto pericolose.

Guidare in caso di nebbia: cosa fare quando si è in viaggio

Se la nebbia ci coglie all’improvviso o se non possiamo spostare un viaggio già pianificato sapendo di trovarla lungo il percorso, possiamo comunque adottare questi comportamenti:

  • Durante la guida nella nebbia riduci la velocità sotto ai 50 km/h, o comunque viaggia ad un ritmo che ti permetta di frenare e fermarti entro il campo visivo. Tenere una velocità ridotta e costante ti aiuterà anche a consumare meno carburante.
  • Aumenta la distanza di sicurezza: mantieni almeno 4-5 secondi di distanza dal veicolo che precede. Ricordati che se la macchina che ti precede ne tampona un’altra, la tua distanza di sicurezza si riduce notevolmente.
  • Accendi le luci: usa i fendinebbia anteriori e le luci posteriori per nebbia solo quando la visibilità è inferiore a 100 metri. Di giorno, usa gli anabbaglianti. Non utilizzare mai gli abbaglianti, in quanto potrebbero creare un effetto di abbagliamento e peggiorare la visibilità.
  • Segui la segnaletica: presta attenzione alla segnaletica orizzontale e verticale per mantenere la corsia di marcia.
  • Evita di sorpassare: non superare altri veicoli in condizioni di visibilità ridotta.
  • Fai attenzione ai pedoni e ciclisti: la nebbia riduce la visibilità anche per loro.
  • Abbassa il volume della radio: i tuoi sensi devono essere all’erta, devi essere in grado di sentire distintamente dei colpi di clacson o delle grida improvvise.

Se la visibilità diventa troppo bassa accosta in sicurezza in un’area di sosta e attendi si diradi.

Ulteriori consigli in caso di nebbia

Negli ultimi anni sono stati sviluppati diversi sistemi per aiutare i conducenti a guidare in modo più sicuro in caso di nebbia, per esempio i segnali a messaggio variabile (VMS) presenti in autostrada, che mostrano avvisi e consigli di guida in tempo reale, come la velocità consigliata, la distanza di sicurezza da mantenere o le eventuali tratte chiuse. Oltre a questo occorre prestare attenzione ai segnali luminosi gialli lampeggianti che indicano un pericolo imminente, come un incidente o un tratto di strada con nebbia fitta.

Diverse strade ed autostrade, specialmente nei tratti della Pianura Padana più toccati dal fenomeno nebbioso, hanno adottato barriere con strisce di segnalazione tattile, che permettono ai conducenti di percepire la corsia di marcia anche quando la visibilità è ridotta. Alcuni Paesi esteri hanno sperimentato anche strisce stradali luminose. L’utilizzo di questi sistemi ha contribuito a ridurre il numero di incidenti in caso di nebbia.

In più, molte auto oggi sono dotate di sistemi di controllo (ADAS) che facilitano la conduzione del mezzo e sono disponibili anche numerose app che facilitano la guida anche in caso di nebbia. In ogni caso, è importante ricordare che la prudenza e il rispetto delle regole di guida sono sempre fondamentali.