Le gare di Milano Cortina 2026 avranno anche il compito di valorizzare i luoghi e le realtà territoriali che ospiteranno le Olimpiadi Invernali: in questo articolo troverai una guida a tutte le località che accoglieranno le competizioni.

A febbraio e a marzo 2026 gli occhi di tutto il mondo saranno su Milano e su Cortina: dal 6 al 22 febbraio ci saranno infatti le Olimpiadi Invernali, mentre dal 6 al 15 marzo si terranno i Giochi Paralimpici: è la terza volta che l’Italia ospita i giochi olimpici sulla neve, dopo Cortina d’Ampezzo nel 1956 e Torino nel 2006.

Per l’Italia sarà un’occasione imperdibile per valorizzare i territori in cui si svolgeranno le gare e le cerimonie, che ospiteranno migliaia di persone provenienti da ogni dove, tra atleti, spettatori e personalità di rilievo.

Dove si svolgeranno le Olimpiadi Invernali 2026: i luoghi dei giochi

Il conto alla rovescia per le Olimpiadi e Paralimpiadi è già iniziato: mancano poco più di 700 giorni al grande evento, che si svolgerà su un’area di circa 22.000 chilometri e che accenderà i riflettori di tutto il mondo sui territori della Lombardia, del Veneto e sulle provincie autonome di Trento e Bolzano.

Mossa dai valori di sostenibilità e di inclusione, con uno sguardo verso il futuro, la manifestazione sportiva porterà in Italia migliaia di spettatori: scopriamo i territori che ospiteranno i giochi olimpici.

Milano: l’inaugurazione, il Villaggio Olimpico e le gare

Nel periodo dei Giochi vivere Milano come un local significherà inevitabilmente immergersi nella vita olimpica.
La zona di Porta Romana sarà animata dal Villaggio Olimpico principale, ma la città intera verrà illuminata da questo evento irripetibile che accentrerà l’attenzione per dieci giorni. Ci sarà caos a ogni ora del giorno e della notte: il modo migliore per muoversi sarà con i mezzi pubblici o un servizio di mobilità condivisa.
Luci a San Siro: il 6 febbraio lo Stadio Meazza, con i suoi 80.000 posti, sarà il teatro della cerimonia di apertura dei XXV Giochi Olimpici Invernali, trasmessa in mondovisione, mentre davanti al Duomo, simbolo di Milano, si terranno le premiazioni delle gare svolte in Lombardia.
Il media center, la base operativa per i giornalisti provenienti da tutto il mondo, sarà allestita nell’ex area della Fiera di Milano.

Le gare milanesi

Per quel che riguarda le gare, saranno tre i punti di interesse:

  • Arena Santa Giulia: il cammino olimpico milanese verso le Olimpiadi è nel pieno dello slancio e la nuova arena per l’hockey su ghiaccio è in costruzione. È qui che si terranno le competizioni maschili di hockey;
  • Al Forum di Assago, che sarà ristrutturato per l’occasione, avranno luogo le gare di pattinaggio di figura e di short track;
  • A Rho Fiera sono in corso i lavori di preparazione per le venue di pattinaggio di velocità e di hockey femminile, in continuità territoriale con le altre gare sul ghiaccio (curling escluso). La sede avrà un’esistenza temporanea, per il periodo dei giochi: una formula che sarà un esempio di sostenibilità e innovazione per le prossime edizioni dei giochi olimpici.

Cortina d’Ampezzo, l’altro grande palco tra i luoghi delle Olimpiadi

Anche a Cortina ci sarà un Villaggio Olimpico, in frazione Fiames, dove ci sono le piste da fondo, e anche qui, dove già la skiarea è tra le più gettonate, ci sarà un gran fermento.
L’Olympia delle Tofane è una delle piste più impegnative ma anche tra le più iconiche, che già nel 1956 aveva ospitato la discesa libera maschile: nell’edizione 2026 la pista, con i suoi panorami mozzafiato, sarà teatro delle competizioni di sci alpino femminile.
Il Cortina Olympic Stadium, un altro emblema delle Olimpiadi del ’56 in occasione delle quali era stato costruito, sarà la sede delle gare di curling.
Anche le gare di bob, di skeleton e di slittino si svolgeranno a Cortina: secondo le ultime notizie, contrariamente a ciò che si temeva nel novembre scorso, saranno presto avviati i lavori per la costruzione delle piste. Non ci resta che attendere gli sviluppi per averne la conferma, dal momento che sul sito ufficiale delle Olimpiadi queste discipline non hanno ancora una location annunciata.

In Valtellina, tra piste iconiche e panorami inconfondibili

Livigno e Bormio sono due destinazioni molto amate dagli sciatori lombardi, e non a caso: mentre a Livigno, uno dei borghi più alti in Italia, ci sono alcune piste iconiche per la loro ampiezza, a Bormio c’è la Stelvio, uno dei tracciati più impegnativi e tecnici al mondo.
Le due località valtellinesi ospiteranno rispettivamente le gare di freestyle skiing e di snowboard a Livigno, mentre a Bormio ci saranno le competizioni di sci alpino e di sci alpinismo.

Le Olimpiadi in Val di Fiemme, in Trentino

Una delle principali valli delle Dolomiti, la Val di Fiemme, paradiso per gli appassionati di sci e meta imperdibile per una settimana bianca, ospiterà molte competizioni appassionanti:

  • Predazzo Ski Jumping Stadium: lo stadio Giuseppe Dal Ben, a Predazzo, in provincia di Trento, è stato costruito su un’area di oltre 3.000 mq alla fine degli anni Ottanta in occasione dei campionati del mondo di sci nordico ed è considerato uno dei migliori impianti al mondo per il salto. Ospiterà le gare di salto sugli sci e di combinata nordica, sia maschili che femminili;
  • Tesero Cross-Country Skiing Stadium: a pochi passi dai borghi più belli delle Dolomiti, Tesero è iconica a livello internazionale per le piste da sci di fondo. Oltre a queste, ci saranno anche alcune competizioni di combinata nordica.

I luoghi delle Olimpiadi tra le Alpi Altoatesine

Il biathlon, disciplina che combina la resistenza dello sci di fondo con la precisione del tiro al bersaglio e che ha origini tra le tecniche di sopravvivenza tra le foreste scandinave, sarà protagonista a Rasun Anterselva, nella provincia autonoma di Bolzano, nei 20 chilometri di piste della Südirol Arena.

La cerimonia di chiusura all’Arena di Verona

Infine, la cerimonia di chiusura dei giochi olimpici si terrà il 22 febbraio in un altro dei luoghi più iconici d’Italia: l’Arena di Verona, l’anfiteatro romano simbolo di una delle città più romantiche e conosciutissimo in tutto il mondo per i concerti indimenticabili.