I nuovi incentivi auto 2024 saranno già fruibili a maggio. Ma quali sono le auto ibride plug-in più convenienti da acquistare? Ecco una selezione.

Dopo la sottoscrizione del decreto sui nuovi incentivi auto 2024 e i conseguenti rumors sulla possibile data di partenza nella prima metà di maggio, in molti iniziano a pensare a quale auto acquistare con le agevolazioni. Alcuni stanno riflettendo sui modelli di auto elettriche con incentivi più diffusi, altri invece a soluzioni ibride. Per queste ultime, gli sconti possono raggiungere i 10 mila euro per le plug-in con emissioni di CO2 tra 21 e 60 g/km (categoria M1).

Di seguito troverete una selezione dei modelli più allettanti presenti sul mercato italiano.

La lista delle ibride plug-in più interessanti da acquistare con gli incentivi

Gli incentivi per le auto ibride plug-in, con emissioni di CO2 tra 21 e 60 g/km (categoria M1), sono notevolmente vantaggiosi. Rispetto allo scorso anno i fondi sono aumentati, arrivando a 150 milioni di euro. Questi incentivi si applicano a veicoli con un prezzo di listino non superiore a 54.900 euro, IVA inclusa (cioè 45.000 euro escludendo l’IVA).

Per le ibride plug-in, l’incentivo base è di 4.000 euro senza necessità di rottamazione, ma aumenta a 5.000 euro per chi presenta un ISEE inferiore ai 30.000 euro. Con la rottamazione di un veicolo Euro 2, il contributo può salire fino a 8.000 euro e raggiungere i 10.000 euro per chi ha un ISEE sotto i 30.000 euro.

Detto questo, ecco i modelli più convenienti sul mercato.

Renault Captur E-Tech

La Renault Captur E-Tech è un’opzione vantaggiosa nel panorama delle auto ibride plug-in. Dotata di un motore a benzina da 1,6 litri e 91 CV, unito a due motori elettrici, l’auto offre una potenza combinata di 160 CV. È capace di percorrere fino a 50 km in modalità completamente elettrica. I tempi di ricarica sono ragionevoli, con circa 5 ore per una ricarica completa tramite presa domestica e 3 ore utilizzando una colonnina di ricarica o wallbox. La versione Captur E-Tech Full Hybrid 145 “equilibre” è disponibile a un prezzo promozionale di 21.550 euro, rispetto al normale prezzo di listino di 26.850 euro grazie a uno sconto di 5.300 euro.

Peugeot 3008

Il prezzo di listino della Peugeot 3008 plug-in inizia da 41.200 euro per l’allestimento base Active pack e sale a 43.050 euro per l’allestimento Allure pack. Con la rottamazione, il prezzo scende a 37.200 euro per il modello base. La vettura è equipaggiata con un sistema ibrido che combina un motore a benzina da 1,6 litri e 150 CV con un’unità elettrica da 110 CV, garantendo emissioni molto basse di 38 g/km di CO2.

Jeep Renegade

La Jeep Renegade 4xE si distingue nel segmento delle ibride plug-in, essendo il terzo modello più venduto nel 2023. Offre versioni da 190 CV e 240 CV, e la batteria da 11,4 kWh assicura un’autonomia elettrica di circa 50 km. Il prezzo di partenza per l’allestimento Limited è di 42.400 euro: con la rottamazione di un altro veicolo, il prezzo scende a 38.400 euro, mentre gli incentivi statali lo portano a 40.400 euro.

MG EHS

L’MG EHS è tra le opzioni più economiche nel settore dei SUV ibridi plug-in, offrendo un equilibrato rapporto qualità-prezzo. Con un motore a benzina da 162 CV e un motore elettrico da 122 CV, il veicolo può raggiungere un’autonomia di 52 km in modalità elettrica, a un prezzo di partenza molto competitivo di 24.640 euro.

Cupra Formentor E-Hybrid

La Cupra Formentor E-Hybrid, disponibile nelle versioni da 204 CV e 245 CV, combina prestazioni elevate con un’efficienza energetica notevole, offrendo un’autonomia elettrica tra 55 e 59 km. Il modello base ha un prezzo di partenza di 43.850 euro, mentre la versione da 245 CV richiede 51.950 euro. Con la rottamazione di un altro veicolo, il prezzo scende a 47.950 euro, mentre con gli incentivi statali senza rottamazione si attesta a 49.950 euro.

Audi A3 Sportback

L’Audi A3 Sportback TFSI combina eleganza e tecnologia avanzata in una vettura compatta premium. Con un motore a benzina da 1.4 litri e un motore elettrico da 190 CV, offre un’autonomia in modalità elettrica che varia tra 59 e 67 km. I prezzi partono da 44.000 euro per la versione da 204 CV, ma con la rottamazione di un altro veicolo si può acquistare a circa 40.000 euro, mentre senza rottamazione il prezzo sale a 42.000 euro.

Ford Kuga

La nostra selezione prosegue con Ford Kuga, altro leader nel segmento delle ibride plug-in dal momento che rappresenta l’8,8% delle immatricolazioni nel settore nel 2023. La versione plug-in hybrid da 225 CV ha un prezzo base di 44.650 euro, ma con la rottamazione di un altro veicolo scende a 40.650 euro. Senza rottamazione ma con gli incentivi statali si arriva a 42.650 euro. L’autonomia massima dichiarata dalla casa in modalità elettrica è di 75/88 km.

Opel Astra Hybrid

L’Opel Astra Hybrid offre una soluzione accessibile e tecnologicamente avanzata nel segmento delle compatte. Dotata di un motore benzina turbo da 150 CV e un motore elettrico da 110 CV, garantisce un’autonomia di 58 km in modalità elettrica. Il prezzo base di 43.450 euro è competitivo, con la possibilità di ulteriori sconti, fino ad arrivare ad una cifra inferiore ai 40.000 euro.

Alfa Romeo Junior

Rinominata Alfa Romeo Junior, questa auto offre un’interessante opzione ibrida nel mercato con un motore da 1,2 litri e 136 CV. Il prezzo massimo di listino è di 42.700 euro, ma con gli incentivi è possibile ottenere 3.000 euro di sconto rottamando un’auto Euro 0, 1 o 2, oppure 2.000 euro per un veicolo Euro 3 e 1.500 euro per un Euro 4. Si può quindi arrivare ad un prezzo finale di 28.900 euro. Senza veicoli da rottamare, non è previsto alcun bonus.