Domani giovedì 1 febbraio ci sarà il Tavolo Automotive: l’incontro ha come scopo quello di rivedere l’attuale sistema di incentivi auto 2024. Ecco tutte le news.

Il 1° febbraio è una data cruciale per il settore automobilistico: presso Palazzo Piacentini, a Roma, si terrà il Tavolo Automotive, sotto l’egida del Ministero delle Imprese e del Made in Italy (di seguito Mimit). Questo incontro ha come scopo principale la revisione dell’ecobonus, una misura introdotta dal precedente Governo Draghi e che l’attuale Esecutivo ritiene necessiti di aggiornamenti. Andiamo a scoprire maggiori dettagli.

Incentivi auto 2024: le news dal Tavolo Automotive

Il meeting mira a rivedere l’attuale sistema di incentivi, con la possibilità di aumentare il contributo fino a 13.750 euro. Il Mimit prevede di utilizzare i fondi residui del 2023 (320 milioni di euro) per integrare il budget del 2024 (610 milioni), portando il totale a quasi 1 miliardo di euro.

Il Tavolo sarà l’occasione per definire dettagliatamente l’allocazione di questi fondi, con la partecipazione di tutto il settore automobilistico italiano, inclusi rappresentanti di Stellantis e delle Regioni con stabilimenti produttivi, oltre a associazioni e sindacati. Il Governo presenterà il suo piano e i partecipanti condivideranno le loro proposte, mirando a raggiungere un accordo concreto. I decreti attuativi per implementare le misure sono attesi entro marzo.

L’obiettivo rimane quello di offrire maggiori sconti, soprattutto per l’acquisto di auto elettriche oggi disponibili sul mercato, e per chi ha un ISEE inferiore ai 30.000 euro. Tra le altre proposte in discussione ci sono il raddoppio dell’ecobonus per taxi e NCC e l’introduzione del leasing sociale, un modello di noleggio a lungo termine cofinanziato dallo Stato, ispirato al sistema francese. Ulteriori dettagli saranno resi noti alla data evidenziata come importante per il settore.

Le finalità degli aggiornamenti

Si prevede un confronto diretto tra il Governo e i rappresentanti dell’industria automobilistica per discutere due obiettivi chiave: facilitare l’acquisto di nuove auto per le famiglie a basso reddito, contribuendo a ridurre l’età media dei veicoli in circolazione, e stimolare la produzione automobilistica in Italia.

Lo ha confermato il Ministro Adolfo Urso durante la cerimonia inaugurale di Milano Unica, il Salone Italiano del Tessile in programma a Rho FieraMilano: “Il tavolo dell’automotive è convocato l’1 febbraio. In quella sede presenterò il nuovo piano incentivi che andrà in tre direzioni ben precise: aiutare le famiglie che ne hanno più bisogno, rottamare le auto più inquinanti da Euro 0 a Euro 3 e incentivare la produzione di auto in Italia“.