È arrivato il momento degli incentivi Ecobonus 2024. Quella di oggi è la data a partire dalla quale si può richiedere il contributo pubblico per l’acquisto di auto, veicoli commerciali leggeri, moto e scooter dotati di alimentazione più efficiente e sostenibile.

A partire dalle ore 10:00 torna attiva la specifica piattaforma online predisposta dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy per inoltrare la domanda incentivi auto 2024. All’interno è possibile trovare tutte le informazioni in merito.

Gli incentivi Ecobonus 2024 per la mobilità sostenibile, annunciati a febbraio, sono diventati realtà con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DPCM il 25 maggio. Tutto ciò è stato possibile da una sinergia che ha coinvolto anche i ministeri dell’Economia, delle Infrastrutture e Trasporti e dell’Ambiente, con il benestare della Corte dei Conti.

Incentivi Ecobonus 2024: chi ne ha diritto

Il contributo statale all’acquisto, formula apparsa la prima volta nel 1997, è rivolto alle persone fisiche che acquistano in Italia (anche in leasing) auto, motocicli e ciclomotori delle categorie ammesse dal 1° gennaio al 31 dicembre 2024. A ciò si aggiunge l’obbligo di mantenerne la proprietà per almeno 12 mesi.

Gli Ecobonus riguardano anche le persone giuridiche. In questo caso il sostegno è concesso a quelle che acquistano auto con emissioni fino a 60 g/km CO2 e finalità di autonoleggio diverso dal car sharing con mantenimento di proprietà e finalità di utilizzo sempre di 12 mesi. Invece, per le persone giuridiche che acquistano veicoli con obbligo di impiego in car sharing con finalità commerciali il minimo è di 24 mesi.

Sono quindi ammesse le PMI che acquistano quest’anno in Italia veicoli commerciali nuovi di fabbrica, anche in leasing, dotati di massa totale a terra non superiore a 3,5 t per la categoria N1 e non superiore a 12 t per la categoria N2, elettrici.

Le categorie ammesse agli incentivi auto 2024

I veicoli ammessi all’Ecobonus 2024 sono i seguenti:

  • M1: autoveicoli fino a 8 posti a sedere, nuovi, con emissioni di CO2 non superiori a 135 g/km, classe Euro 6 o superiore, prezzo di listino non superiore a 35.000 euro (fasce di emissione CO2 0-20 g/km e 61-135 g/km);
  • L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e: ciclomotori e motocicli a due, tre, quattro ruote, senza limiti di potenza, nuovi di fabbrica, elettrici, non elettrici di classe non inferiore a Euro 5;
  • N1, N2: veicoli commerciali, nuovi di fabbrica, fino a 3,5 tonnellate di massa totale a terra per N1 e fino a 12 tonnellate per N2, elettrici.

I fondi sono previsti anche per:

In base ai parametri tecnici dell’auto acquistata e rottamata e all’ISEE, il contributo massimo per acquistare un’auto è di 13.750 euro, come da tabella sottostante.

incentivi auto

Come fare domanda per gli Ecobonus

Per presentare domanda al fine di ottenere gli incentivi Ecobonus 2024, è necessario accedere alla piattaforma ministeriale e informarsi su tutte le procedure da seguire, producendo la seguente documentazione:

  • Dichiarazione di mantenimento di proprietà del veicolo per almeno 12 mesi (o 24 mesi per le persone giuridiche nei casi previsti);
  • Dichiarazione ISEE inferiore a 30.000 euro per chi desidera usufruire dei vantaggi previsti;
  • Dichiarazione che nessun altro componente del nucleo familiare abbia già usufruito del medesimo contributo;
  • Copia di documento d’identità e codice fiscale dell’acquirente e degli altri membri del nucleo familiare.

Per le PMI si richiede anche:

  • Sostitutiva di atto notorio che attesti il possesso dei requisiti PMI;
  • Sostitutiva di certificazione che confermi l’esercizio di attività di trasporto di cose in conto proprio o in conto terzi.

I documenti vanno compilati e firmati dall’acquirente e consegnati al venditore. Quest’ultimo procede all’inserimento in piattaforma e deve confermare le operazioni entro 270 giorni dall’inserimento della prenotazione.