Il benessere del pianeta è un obiettivo che ormai tutte le società stanno perseguendo. Anche il singolo cittadino può contribuire, nel suo piccolo, a ridurre l’inquinamento dell’aria.

L’inquinamento atmosferico è diminuito in Europa negli ultimi 30 anni, ma non è abbastanza.

Nonostante i limiti UE, il Green Deal  e le varie iniziative ecologiche per sconfiggere la crisi climatica, è necessario concentrare gli sforzi di tutti per superare gli ostacoli lungo la strada e trasformare l’attuale, inquinante, stile di vita di tanti paesi, in pratiche comportamentali che rispettano la Terra e le persone.

Inquinamento dell’aria e del pianeta, come migliorarlo?

Grazie a un’informazione più attenta e dettagliata, oggi sono molte di più le persone che comprendono a fondo l’urgenza di agire per preservare la bellezza e la salute del pianeta.

La sostenibilità è entrata ormai in tutti i settori. Ad esempio, viene spesso usata l’arte contemporanea come strumento di sensibilizzazione allo stile di vita green, e il turismo sostenibile concilia il desiderio di esplorare il mondo con l’esigenza di rispettarlo.

Per favorire la trasformazione verde delle società, sono stati interpellati diversi dottori e professori, i quali sono stati capaci di offrire suggerimenti utili e facilmente applicabili.

Durante un’intervista, Alberto Gonzàlez Ortiz, esperto dell’Agenzia europea dell’ambiente, ha affermato: «Si possono fare varie cose, alcune le facciamo da tempo. Possiamo applicare le cosiddette misure tecnologiche, ad esempio per migliorare le prestazioni dei veicoli. Esistono anche le cosiddette misure strutturali… E poi ci sono le misure comportamentali. All’agenzia stiamo parlando di cambiare i nostri sistemi: il sistema della mobilità, il sistema alimentare e il sistema energetico.»

Vi sono, quindi, molti modi per sostenere il benessere del pianeta, che tutti possono applicare nella vita di tutti i giorni.

Scegliere veicoli green per ridurre l’inquinamento dell’aria

Negli ultimi anni si sta imponendo la mobilità verde. Sempre più aziende stanno proponendo alternative sostenibili ai veicoli a motore termico.

L’auto elettrica, ad esempio, è una delle soluzioni più efficaci e meno inquinanti presenti sul mercato. Non solo, sono in corso sperimentazioni sui biocombustibili e su tante modalità sicure e a basso impatto ambientale che cambieranno il modo di viaggiare nel futuro.

Naturalmente, è importante che anche le strutture stradali si adeguino alle nuove esigenze e diventino così smart road. La tecnologia e l’IA in questo hanno un ruolo fondamentale, così come i servizi di green mobility per privati.

Contribuire alla trasformazione della città ecologica per combattere lo smog e la crisi climatica

Se la progettazione urbana ecologica non compete al singolo cittadino, quest’ultimo può contribuire a rendere più verde il proprio centro abitato attuando piccole, ordinarie ma importanti azioni dalle quali può trarre beneficio il pianeta e anche il cittadino stesso.

Un esempio è quello di impiegare mezzi verdi per la micromobilità urbana, come il monopattino elettrico, la bicicletta o, per i tragitti più lunghi, il treno. Può essere efficace usufruire anche del bike sharing o del noleggio di monopattini, sempre più diffusi nelle grandi città e anche in quelle medio-piccole.

Un’altra soluzione molto apprezzata è quella dell’agricoltura urbana, che rende immediatamente accessibili i prodotti, i quali non devono subire il passaggio inquinante del trasporto.

Le piccole scelte sostenibili contrastano l’inquinamento dell’aria e aiutano il pianeta

L’impronta ecologica del singolo individuo ha un impatto importante sulla Terra. Per questo motivo è fondamentale imparare a fare sempre la scelta più sostenibile, sia quando si viaggia, sia quando si vive la propria quotidianità in casa.

In un’ipotetica lista di buone pratiche green, bisognerebbe inserire la raccolta differenziata, la riduzione dell’utilizzo di prodotti di plastica e usa e getta, il riciclo o la riparazione di oggetti per allungare la loro vita, la scelta di fornitori e servizi sostenibili, l’adozione di un’alimentazione che minimizza lo spreco e la creazione di piccoli spazi verdi, come ad esempio l’oro sul balcone.

Si tratta di pratiche alle quali si può arrivare con la logica e che sono economiche. Esse però producono ottimi risultati e migliorano non solo l’inquinamento dell’aria, ma anche la qualità della vita delle persone che le impiegano.