Scopriamo insieme IQ.Drive: il nuovo sistema di tecnologie per l’assistenza avanzata delle auto Volkswagen.

Le nuove tecnologie nel settore automobilistico stanno rapidamente modificando gli allestimenti delle automobili, ampliando la gamma di sistemi disponibili per agevolare la guida e renderla più sicura. Diamo uno sguardo più approfondito ai dispositivi proposti dalla casa automobilistica tedesca.

Che cos’è l’IQ. Drive

IQ. Drive è l’insieme di sistemi di assistenza alla guida avanzati sviluppato da Volkswagen per garantire maggiore comfort e sicurezza al volante.

Immessi sul mercato a partire dal 2019, sono ormai dispositivi standard su molti modelli Volkswagen da quando i sistemi ADAS, Advanced Driver Assistance Systems, sono divenuti obbligatori sulle nuove auto a partire dal 2022. Da questa data solo alcuni dei dispositivi IQ. Drive Pack- come quelli relativi alla guida semi autonoma- sono considerati un optional e dipendono dal modello e dall’allestimento scelti.

I dispositivi ADAS

Procediamo con ordine. I sistemi ADAS sono stati pensati per essere di supporto al conducente di un veicolo sia in condizioni ordinarie, sia in condizioni straordinarie. Si attivano, pertanto, anche- ma non esclusivamente- in situazione di pericolo o di emergenza.

Come abbiamo anticipato, sono divenuti obbligatori dal 2022 perché la guida assistita è stata trasversalmente riconosciuta come un metodo per garantire maggiore sicurezza stradale e, al contempo, ridurre gli incidenti.

Ecco alcuni dei sistemi ADAS più conosciuti in dotazione sui veicoli:

A questi si aggiungeranno altri sei dispositivi che diventeranno obbligatori a partire dal 7 luglio 2024: stiamo parlando del Limitatore intelligente di velocità, ISA, e del Registratore di dati di evento, una specie di scatola nera che registrerà le condizioni del mezzo in caso di incidente.

Le funzionalità del sistema IQ. Drive

Le nuove funzionalità comprese nell’IQ. Drive Pack Volkswagen integrano i sistemi ADAS applicando tecnologie non obbligatorie per legge. Riguardano l’assistenza per la guida semi autonoma.

Nello specifico, si tratta dei sistemi di:

  • Regolazione automatica della distanza ACC, che consente di frenare e ripartire in coda mantenendo la distanza di sicurezza dalle altre auto grazie al cambio automatico con doppia frizione;
  • Travel Assist, con controllo di acceleratore, freno e volante durante la guida in autostrada e con cambio di corsia automatico che si attiva dopo l’autorizzazione del conducente. In tal caso, basta azionare la freccia;
  • Parcheggio autonomo a distanza, che consente di poter parcheggiare il mezzo tramite un’app. Il parcheggio può essere effettuato anche controllando il veicolo dall’esterno, dopo essere scesi dalla vettura;
  • Emergency Assist, sistema di pronto intervento che si attiva in caso di inattività del conducente, azionando le luci di emergenza e i segnali acustici per segnalare il pericolo. Può diminuire la velocità del veicolo fino a farlo fermare.

Verso la transizione elettrica della mobilità

Il futuro della mobilità è sempre più elettrico. E le principali case automobilistiche si stanno adeguando, proponendo veicoli elettrici dotati di maggiore autonomia in previsione del possibile stop alla produzione di motori termici nel 2035.

Vanno in questa direzione anche gli incentivi che promuovono la mobilità elettrica, come l’Ecobonus 2024– del quale recentemente è stato approvato il decreto attuativo- e il bonus colonnine, che facilità l’installazione domestica di wall box e l’incremento sul territorio del numero di colonnine di ricarica. In tal senso, ricordiamo che è sempre possibile raggiungere la stazione di ricarica più prossima alle proprie esigenze consultando una semplice app per smartphone e tablet.

La casa automobilistica tedesca, dal canto suo, segue questa direzione evolutiva e sta ampliando la propria proposta di auto elettriche.  L’IQ.Drive Pack Volkswagen è stato già installato su diversi modelli, con varie alimentazioni: Polo, T-Roc, Taigo, Golf, Tiguan, Touran e Touareg e l’intera gamma elettrica con Buzz, ID.3, ID.4, ID.5, ID.7, ID7 Tourer e le sportive ID.4 GTX 4MOTION e ID.5 GTX 4MOTION.

Il prezzo della dotazione IQ. Drive cambia in base al modello di automobile e all’allestimento scelto e può variare, in via generale, tra i 1.000 e i 1.900 euro.