L’arrivo della bella stagione è un’ottima scusa per rispolverare la moto e partire per un viaggio mozzafiato. Sentire il vento sulla pelle e avere la libertà di muoversi ovunque si vuole, sono due vantaggi che solamente le due ruote sono in grado di offrire. Dalle montagne alle strade più urbane, passando per boschi dai panorami sorprendenti, ogni percorso offre un’esperienza unica da non lasciarsi scappare. Questa primavera preparati a scoprire alcuni degli itinerari in moto più belli d’Europa.

Europa in moto: itinerari da non perdere

Le temperature miti, le giornate più lunghe e l’odore della natura che si risveglia, sono un vero e proprio invito a trascorrere quanto più tempo possibile fuori di casa. Per questo motivo è essenziale sfruttare appieno ogni momento per vivere le bellezze del mondo che ci circonda.
Scegliere l’Europa come terreno di gioco per le tue avventure in moto significa immergerti in una ricca varietà di culture, paesaggi e comunità. Dalla passionale Spagna all’elegante Francia, passando dall’Italia alle strade più incredibili della Svizzera ed arrivando fino ai percorsi più avventurosi della Germania. Questi itinerari sapranno conquistare cuore e mente in un viaggio indimenticabile.

Preparati a lasciarti catturare dall’incanto delle migliori strade europee, salta sulla sella della tua moto e regalati qualche giorno di puro benessere, sia da solo che in compagnia di amici o delle persone che ami di più. Ecco i 10 itinerari europei tra cui scegliere per creare ricordi indimenticabili.

Strada della Forra, Italia

Strada della Forra, Italia

Per cominciare un bel viaggio non si possono di certo ignorare le bellezze che l’Italia ha da offrire. Tra i percorsi più avvincenti da percorrere in moto, la Strada della Forra, in Lombardia, spicca come meta non solo per le sue strade serpeggianti che si affacciano sul Lago di Garda, ma anche perché è riconosciuto a livello mondiale come un vero e proprio gioiello incastonato nel nord Italia.
Guidare una moto all’interno di queste strade tortuose ti consentirà di immergerti nella natura e di poter osservare un panorama senza precedenti. L’odore dell’acqua, dei fitti alberi verdi e la visione spettacolare dell’imponente montagna sapranno regalare esperienze uniche e indimenticabili.
Rinominata da Winston Churchill come l’ottava meraviglia del mondo la strada panoramica più bella del Lago di Garda è stata addirittura protagonista del film Quantum of Solace durante le riprese della saga di James Bond, il celebre 007.
L’avventura lungo la Strada della Forra però non si limita unicamente al viaggio in moto: infatti, lungo il percorso si trovano numerosi parcheggi che offrono la possibilità di prenderti una pausa per godere della bellezza della natura che ti circonda, intraprendendo anche degli emozionanti percorsi di trekking. In più, lungo il tragitto è anche raggiungibile la suggestiva Chiesetta di Santa Barbara a Riva del Garda, per chi desidera aggiungere al viaggio un tocco di spiritualità.

Passo della Furka, Svizzera

Passo della Furka, Svizzera

Anche se gli itinerari in moto da seguire in Italia sono numerosi e avvincenti, è arrivato il momento di oltrepassare il confine per raggiungere la vicina Svizzera. A un passo dallo Stivale si erge il Passo della Furka, un incredibile percorso sulle Alpi che collega Andermatt nel Canton Uri, con Gletch nel Canton Vallese. Terza meta del Giro dei Tre Passi, composta anche dai Passi di Grimsel e Susten, offre ai visitatori e agli abitanti un esteso panorama mozzafiato sulle montagne svizzere.
La primavera e l’estate sono due periodi perfetti per raggiungere questa meta in quanto solamente con la bella stagione è possibile osservare il nostalgico treno a vapore che parte da Realp per raggiungere Gletsch in un percorso tutto da scoprire. Le strette curve di montagna che percorrerai durante questo itinerario ti accompagneranno fino al raggiungimento del valico a 2.431 metri, regalandoti una visione completa della natura quasi incontaminata che avvolge il massiccio del Gottardo e la Valle di Orsera.
Dal 1982 è possibile raggiungere la Galleria di base della Furka comodamente in treno, in auto, in bici e, ovviamente in moto. Prima di avventurarti tra le Alpi, però, ricorda che per viaggiare senza problemi avrai bisogno della vignetta svizzera, ovvero il contrassegno che ti consentirà di viaggiare sulle autostrade e semi-autostrade della Confederazione.

Passo del Klausen, Svizzera

Passo del Klausen, Svizzera

Allontanandoti un po’ e continuando il viaggio verso nord potrai raggiungere il Passo del Klausen, un’altra meta immancabile per chi ama viaggiare con la moto. Questo tratto di valico dalla lunghezza di ben 50 chilometri accoglie uno dei percorsi europei più avventurosi ed emozionanti. Infatti, per poter raggiungere il meritato panorama, dovrai guidare attraverso strade molto particolari. Seguendo le indicazioni, a partire da Altdorf (UR), raggiungerai dapprima la valle Schächental e poi, dopo il culmine del passo, Linthal e l’Urnerboden.
La valle è sorprendentemente affascinante: potrai visitare il museo dedicato a Guglielmo Tell, ma le attrazioni non finiscono certo qui. Lungo il percorso potrai anche lasciarti rapire dalla bellezza della Badkapelle, una cappella eretta nel 1708, e osservare la riserva naturale faunistica protetta, in cui troverai una incantevole biodiversità.
Raggiungere in moto questa destinazione è assolutamente impagabile, soprattutto considerando che la Svizzera supporta i viaggi sostenibili, riuscendo così a preservare la bellezza naturale ed immacolata di tutte queste zone. Nonostante il percorso sia visitabile in ogni momento dell’anno, si potrebbe considerare di programmare un viaggio durante il periodo estivo, cogliendo l’occasione per prendere parte ai festeggiamenti della Festa Nazionale Svizzera, fissata per il primo agosto.

Foresta Nera, Germania

Foresta Nera, Germania

Lasciandoti la Svizzera alle spalle, a circa tre ore verso nord raggiungerai la famosa Foresta Nera, un luogo pieno di mistero, estremamente panoramico e visitabile in ogni momento dell’anno. La strada più suggestiva conta ben 70 chilometri e si insinua nella foresta più selvaggia, attraversando anche caratteristici villaggi e pittoreschi centri storici che vanno visti almeno una volta nella vita.
L’area montuosa che si estende per oltre sei mila chilometri quadrati è amata non soltanto dai visitatori su due ruote, ma anche dai turisti che, a piedi, si lasciano incantare dalle piste da sci e dalle gite in barca sul lago Titisee. Tra le mete da non perdere compaiono sicuramente le cascate di Triberg. Questa piccola cittadina, patria degli orologi a cucù ospita anche uno dei più grandi modelli di orologi a cucù al mondo.
Inoltre, è anche possibile visitare la Piccola Venezia a Friburgo, che con la sua Cattedrale offre una visione completa e panoramica della città. I punti di interesse però non finiscono qui: la zona che accoglie anche la Foresta Nera è piena di attrazioni e avventure da vivere ad ogni età.

Strada romantica, Germania

Strada romantica, Germania

Il sud della Germania offre poi un altro percorso da visitare a bordo della tua moto, in ogni momento dell’anno. La Romantische Straße, o Strada Romantica, percorre la Germania da nord a sud per ben 366 chilometri. I motociclisti più passionali scopriranno in questo itinerario una terra che non punta solamente alla produttività e al successo lavorativo, ma anche ai sentimenti unici che ti faranno battere forte il cuore.
La lunghezza di questa strada offre una quantità incredibile di punti d’interesse da visitare e da scoprire, primo tra tutti Füssen e i suoi castelli, come quello di Neuschwanstein, un edificio imponente e maestoso costruito come residenza di Re Ludwig II.
Da qui si procede poi per Landsberg am Lech, località bavarese che comprende anche delle piccole e graziose cascate conosciuta per lo più per lo svolgimento della festa del vino, la D’Landsberger Wies’n.
Continuando a guidare si raggiungeranno le città di Augusta, Nördlingen e Dinkelsbühl, Rothenburg ob der Tauber, Bad Mergentheim, Tauberbischofsheim e Würzburg, località caratterizzate da un’architettura da favola indimenticabile, capace di regalare immagini fantastiche e avvolgenti.

North Coast 500, Scozia

North Coast 500, Regno Unito

All’estremo nord del Regno Unito nasce un itinerario reale che ti consentirà di visitare le più belle città presenti nelle North Highlands scozzesi. All’interno del percorso della North Coast 500, dalla lunghezza di circa 830 chilometri, si potranno osservare paesaggi selvaggi e l’immenso Oceano Atlantico. Per godere di un’esperienza unica è consigliabile affrontare il viaggio in piccoli step, cogliendo l’occasione per assaporare a pieno la cultura e le bellezze della Scozia.
Questo particolare tragitto, voluto fortemente dal Principe Carlo d’Inghilterra (ad oggi Re Carlo III), unisce Inverness, John o’ Groats, Thurso, Durness, Stoer, Ullapool, Gairloch e Applecross in un’unica e meravigliosa strada che ti consentirà di esplorare castelli, fiordi e cattedrali incorniciati da un panorama naturale mozzafiato.
Se poi durante il viaggio ti senti stanco e vuoi approfittare del paesaggio per riposarti, puoi prenotare un soggiorno direttamente nella casa di Shrek, magari dopo aver bevuto un’ottima birra gratis nel caratteristico pub Old Forge. Prima di partire però, è bene che tu includa nella tua pianificazione anche la richiesta dell’Eta, il nuovo visto richiesto dal Regno Unito a seguito della Brexit, che ti consentirà di viaggiare in tranquillità.​

Col de la Bonnette, Francia

Col de la Bonnette, Francia

Avvicinandoti al confine nord-occidentale dell’Italia raggiungerai la Francia, una terra piena di sorprese affascinanti ed avventurose. A pochi chilometri da Argentera, comune italiano in provincia di Cuneo, si può raggiungere il Tetto d’Europa più famoso tra i viaggiatori e gli amanti delle due ruote.
Da questa piccola cittadina italiana andrai a percorrere 52 chilometri di pura emozione sulle Alpi Marittime francesi, fino a raggiungere i 2.715 metri d’altezza del Colle della Bonette. Da qui, i più temerari potranno continuare il percorso alzandosi ulteriormente di circa 100 metri, ottenendo come ricompensa una visione spettacolare sulla natura italo-francese.
Questa destinazione è aperta agli avventurieri unicamente nell’arco dei mesi che comincia da giugno e termina a settembre, consentendoti di vivere un’estate a bordo della tua moto. Oltre a Col de la Bonette, però, il viaggio può continuare verso Monginevro, città piena di attività da svolgere durante l’estate, e verso gli altri itinerari della nazione più romantica d’Europa, scoprendo la tanto amata Francia on the road.

Combe Laval, Francia

Combe Laval, Francia

Se l’altitudine non ti ha soddisfatto e preferisci vivere l’adrenalina di un percorso ancora più emozionante, non puoi perderti l’itinerario di Combe Laval (D76), a circa 4 ore da Col de la Bonette. Questa spettacolare destinazione è riconosciuta da tutti come La plus belle de la France, ed è costituita da 31 chilometri di strade da brivido a strapiombo sulla montagna.
Percorrere in moto questo tragitto ti consentirà di godere a pieno dei vasti panorami che potrai osservare mentre raggiungerai una quota di 1.449 metri, lasciandoti incantare dalla bellezza di una zona proclamata patrimonio nazionale dal 1991. Tra le suggestive gallerie è possibile trovare una strada, non molto ampia e da percorrere lentamente, che ti regalerà delle cartoline indimenticabili che non vedrai l’ora di vivere ancora e ancora.
Questo percorso è particolarmente apprezzato dai viaggiatori su due ruote in quanto offre una lingua di asfalto praticamente perfetta, che accompagna i visitatori più temerari dalla partenza fino all’arrivo tramite un percorso sinuoso e pieno di punti panoramici imperdibili.

Col du Tourmalet, Francia

Col du Tourmalet, Francia

Avvicinandoti ai maestosi Pirenei, troverai a pochi passi da Lourdes, il Col du Tourmalet (D918), una tappa obbligatoria per tutti gli appassionati di moto. Con un’altezza massima raggiungibile di 2.115 metri, il percorso, dalla durata di un’ora, spesso è cornice naturale del Tour de France. L’itinerario offre una quantità incredibile di curve e strade sinuose ed accattivanti che ti porteranno tra le montagne attraversando un paesaggio naturale e spirituale.
Per poterlo percorrere senza interruzioni è importante organizzare il viaggio nei mesi che vanno da luglio a novembre, periodo nel quale le nevicate dovrebbero lasciare lo spazio ad una strada sicura ed estremamente immersiva.
Durante il viaggio, ovviamente, non può mancare una sosta al Santuario di Nostra Signora di Lourdes, costruito nel 1858, e alla città di Tarbes, in cui sono presenti imponenti strutture da visitare, tra cui la Cattedrale e il Municipio.

Bacares e Velefique, Spagna

Bacares e Velefique, Spagna

Il viaggio si conclude poi in Spagna, dopo aver oltrepassato i Pirenei e costeggiato tutto il versante meridionale spagnolo, a metà strada tra Murcia e Malaga, troverai Bacares e il Puerto de Velefique (AL3102). Questa strada ti consentirà di attraversare l’Andalusia a bordo della tua moto immergendoti in un piccolo borghetto costituito da poche case bianche, che ti darà il benvenuto verso una strada piena di tornanti costeggiati dagli alberi più caratteristici della zona.
Durante la salita, che ti condurrà fino a 1827 metri, troverai ad accompagnarti ulivi, mandorli, fichi d’india e giganteschi pini. Una volta raggiunta la sommità avrai davanti a te un panorama completo, che ti mostrerà il mare dell’Andalusia e le vette più alte della Sierra Filabres.
La Spagna è una meta molto ambita da chiunque ami viaggiare on the road in quanto è in grado di regalare potenti emozioni anche spendendo poco. Questo aspetto è particolarmente apprezzato da chi preferisce investire un numero più sostanzioso di giorni all’insegna dell’esplorazione. Il periodo primaverile poi è perfetto per godere della Semana Santa, durante il periodo pasquale, o per rimanere incantati dalla bellezza particolare e colorata della Foresta di Oma.