Come saranno le auto del futuro? E, soprattutto, come se le immaginano le giovani generazioni? Stellantis lo ha chiesto direttamente a loro con un appassionante contest indirizzato proprio agli studenti delle scuole superiori americane. Il risultato? Soluzioni innovative e design futuristico, con un accenno al glorioso passato della Lancia.

Non è mai facile lasciarsi ispirare da ciò che esiste per creare quello che non esiste, reinterpretare, immaginare e osare. Tre giovani ragazzi statunitensi hanno proposto le loro visionarie idee nel concorso “Drive for Design 2024” lanciato per l’ideazione di un bolide del futuro. E tutti e tre hanno realizzato un progetto ispirato alla casa automobilistica Lancia.

Automobili e design: un legame indissolubile

Il design delle automobili ha sempre avuto un fascino particolare perché unisce l’innovazione tecnologica al gusto estetico più moderno e accattivante. Molti dei progetti sviluppati in tal senso sono destinati a entrare nella leggenda: basti pensare alle supercar o alle hypercar. Altri, invece, restano prototipi unici destinati purtroppo  a non entrare mai in produzione.

Dalla “Flyng Car” della cinese XPeng al design retrò della Mitsuoka M55 non mancano gli esempi di stile e di creatività che generano spesso delle vere e proprie competizioni tra le case automobilistiche. Il Car Design Award 2024, a esempio, premia proprio i modelli più innovativi e accattivanti. Allo stesso tempo esistono vere e proprie classifiche pensate per misurare quali sono i brand più apprezzati sulla base del livello di soddisfazione della clientela.

Il contest “Drive for Design 2024”

Stellantis, alla ricerca di nuove idee visionarie, con il concorso “Drive for design 2024” ha interpellato direttamente le nuove generazioni. A loro è stato chiesto di immaginare e disegnare l’auto del futuro lasciandosi ispirare da uno dei modelli appartenenti ai brand più diffusi negli Stati Uniti– come Chrysler, Dodge, Jeep, Ram o Fiat– o da uno dei brand globali appartenenti al gruppo.

Il contest si è svolto dal 6 marzo al 12 aprile per le classi 10-12- che corrispondono alle nostre seconde e quarte- delle scuole superiori statunitensi.

Tre giovani studenti, Rohan Seiber, Ryan Panizzoli e Owen Bronson si sono classificati alle prime tre posizioni con i loro progetti tutti ispirati al marchio Lancia, la casa automobilistica fuoriclasse dello stile, e in particolare alla Lancia Stratos, icona degli anni ’70.

I progetti vincitori

I giudici hanno valutato artigianalità, qualità, illustrazioni e originalità di ogni progetto. Rohan Seiber si è aggiudicato la vittoria con il progetto Lancia Zero. Ha proposto una grintosa auto elettrica sportiva con un originale disegno a bande dalla linea a cuneo, caratterizzato da un diffusore sportivo sul tetto dell’auto e da uno spoiler posteriore dalla linea elegante, con luci integrate di notevole effetto.

Rohan ha vinto un computer Wacom Mobile Studio Pro 16, la pubblicazione del progetto sul sito di Stellantis e la partecipazione a uno stage estivo di design presso il Ram Design Studio.

Incredibilmente, a riprova di quanto forte sia l’influenza dello stile italiano nel mondo, anche il secondo e terzo posto sono stati vinti da due progetti ispirati ai modelli storici di casa Lancia.

Al secondo posto si è piazzato infatti Ryan Panizzoli con un disegno molto innovativo, con un modulo posteriore e una “stazione di cottura”, entrambe estraibili. Al terzo posto si classifica Owen Bronson, che ha chiamato il suo progetto “Lancia Pugnale” e si è ispirato alla futuristica Lancia Stratos Zero del 1970 realizzata dalla carrozzeria Bertone. Il suo concept raffigura un’auto molto spigolosa con ruote concave, luci posteriori dalla forma circolare e un cruscotto anteriore che richiama la lettera Y, un altro omaggio al brand Lancia.

Entrambi si sono aggiudicati un Apple iPad Pro e una Apple Pencil, un appuntamento virtuale con lo Stellantis Design Team e una borsa di studio per partecipare al programma estivo di quattro settimane del College for Creative Studies.

Per tutti e tre, inoltre, è prevista la partecipazione in qualità di studenti giudici presso il salone automobilistico EyesOn Design alla Ford House di Grosse Pointe, nel Michigan, in programma domenica 16 giugno 2024.

Lancia, tra un glorioso passato e un sorprendente futuro

Lancia- una delle più antiche case automobilistiche italiane fondata nel 1906 a Torino si è sempre caratterizzata per modelli di grande fascino ed eleganza: Flaminia, Flavia e Fulvia, rispettivamente ammiraglia, berlina e berlinetta.

Negli anni ’80 sono stati lanciati i modelli più emblematici: Thema, Dedra e Delta, fino alle più moderne Lybra, Phedra, Thesys e la mitica Y10, oggi Lancia Ypsilon, che gode di un successo decennale grazie ai vari restyling.

Lancia continua a essere una realtà molto dinamica, protagonista indiscussa anche nel mondo delle gare automobilistiche. E non mancano le proposte innovative, come la concept car Pu+Ra HPE che attinge dal glorioso passato dei modelli più iconici per proiettare il marchio direttamente nel futuro.

La Lancia Ypsilon- una delle auto più vendute in Italia anche se al momento è disponibile solo con alimentazione tradizionale a carburante– presto metterà in commercio anche la versione con motore elettrico. In tal modo l’elegante citycar e tutto lo storico marchio si approcceranno alla mobilità sostenibile, producendo solo veicoli elettrici a partire dal 2028.

Due le nuove auto elettriche in arrivo: si tratta della berlina Delta, attesa per il 2027-2028, e l’ammiraglia Gamma, sul mercato già nel 2026).