Hai programmato un viaggio nella costosa Svizzera? Non devi per forza spendere una fortuna. In questa guida ti suggeriamo come esplorare la Svizzera gratis, o quasi.

Quando si pensa alle destinazioni più economiche, la Svizzera è l’ultima meta che viene in mente. Questo piccolo Paese è, infatti, uno dei più cari d’Europa, dove anche negli hotel più economici si può arrivare a spendere oltre 100€ a notte per una camera doppia.
Se hai voglia di visitare la Svizzera ma il tuo portafogli langue, non ti preoccupare: c’è comunque il modo di ammirare le sue bellezze spendendo poco o addirittura gratis. In questo articolo ti diciamo come!

Come soggiornare e muoversi in Svizzera gratis

Come organizzarsi per esplorare la Svizzera gratis? Ecco alcuni consigli.

Dove dormire in Svizzera

Come dicevamo, dormire in Svizzera può essere molto costoso, ma esistono delle alternative che ti faranno risparmiare molto e che renderanno la tua vacanza più avventurosa. Una di queste alternative è l’ostello, che a molti fa storcere il naso, ma le stanze di un ostello svizzero non sono come quelle che si immaginano di solito. In Svizzera gli ostelli sono tra i più eleganti al mondo e hanno una cucina a disposizione degli ospiti, che permette di risparmiare anche sui pasti. I costi variano a seconda della zona: a Saas Fee, nel Canton Vallese, partono da 60€, mentre nella zona più settentrionale di Lucerna si possono trovare stanze anche a 35€.
Un’altra alternativa è quella del campeggio. Pernottare nelle aree attrezzate costa in media 21€, a seconda della stagione e della zona. Esistono anche soluzioni di campeggio libero, ma ci sono molte restrizioni. Se vuoi alloggiare in Svizzera gratis seguendo questa opzione, ti consigliamo di informarti molto bene tramite l’ufficio turistico o la stazione di polizia del luogo, ricordandoti di seguire sempre le regole del Club Alpino Svizzero.

Come spostarsi in Svizzera gratis

Tutti conosciamo l’efficienza dei trasporti svizzeri, ma non tutti sanno che è possibile viaggiare in modo sostenibile, senza spendere un centesimo. Chi soggiorna in Svizzera per più di una notte deve pagare una piccola tassa che viene compensata da una carta ospiti. Si tratta di un ticket che permette di usare i mezzi di trasporto pubblico gratuitamente, ma anche di beneficiare di diversi sconti per alcuni musei e altre attrazioni.
Se vuoi ridurre ancora di più il tuo impatto sull’ambiente, nelle principali città svizzere, come Berna, Ginevra o Zurigo, puoi noleggiare una bici dal servizio di bike sharing in modo gratuito, per un giorno intero.

Cosa fare in Svizzera gratis

Non appena avrai capito dove alloggiare e come muoverti, potrai passare alla parte più divertente: cosa fare in Svizzera senza spendere una fortuna.

Organizzare un pic-nic

Non è necessario fermarsi in una baita di montagna o in un ristorante per assaggiare le specialità del posto. Grazie ai mercati locali e ai tradizionali supermercati, puoi immergerti nella cultura culinaria svizzera spendendo poco. Puoi acquistare prodotti tipici, come il formaggio Gruyère o la Rivella – una bevanda frizzante a base di latte – e poi stendere una coperta su un prato alpino per goderti un pic-nic autentico e senza fretta, tra le bellezze naturali della Svizzera. Per risparmiare ancora di più, puoi optare per un pic-nic vegetariano o vegano: frutta e verdura costano meno della carne, anche in termini ambientali.

Bere ad alta quota

Se vuoi risparmiare sulle tue serate, evita i pub nelle grandi città, dove un cocktail può arrivare a costare 25€ e una birra, 9€. Preferisci i bar dei borghi più piccoli e montanari, che offrono prezzi più abbordabili con l’aggiunta di un panorama mozzafiato. Durante il giorno, non dovrai preoccuparti di comprare bottigliette d’acqua, che sono costose e anche inquinanti. Potrai ricaricare la tua borraccia gratuitamente dalle fontane sparse per tutto il Paese o direttamente dal rubinetto. In Svizzera l’acqua è pulita, sicura e ha un sapore migliore rispetto a quello degli altri paesi.

Visitare i musei gratuiti e godere delle attrazioni culturali

L’ingresso della maggior parte dei 500 musei presenti in Svizzera è gratis. Uno di questi è il Palazzo Federale di Berna, che offre visite guidate gratuite dal martedì al sabato. Durante la settimana, le visite sono in francese, mentre il sabato sono anche in italiano e in inglese.
Gratuiti sono anche i Musei di Storia Naturale di Friburgo e Soletta, il Museo del Denaro di Zurigo, il Museo Johanna Spiry di Hirzel, il Museo Omega di Bienne e il Museo delle Belle Arti di Losanna.
Se ti piace la scienza, non può mancare una visita al Cern, il più grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle. Si trova nel comune di Meyrin, a pochi chilometri da Ginevra e l’ingresso è gratuito.
Oltre ai musei, la Svizzera è piena anche di castelli e palazzi. Quelli gratuiti sono il Castello di Frauenfeld a Turgovia, il Castello a Pro di Seedorf a Uri e il Castello Asburgico ad Argovia. Gli altri sono a pagamento, ma il loro fascino si estende anche all’esterno, per cui vale la pena farci un salto anche senza entrare.
In Svizzera, come in ogni parte del mondo, ci sono spesso festival e tour d’arte guidata che puoi vivere gratuitamente. Ad esempio, se ti trovi da queste parti a fine luglio, dal 31 potrai goderti la tradizionale festa nazionale.

Immergersi nella natura

Per godere della natura svizzera non è necessario spendere neanche un centesimo. In questo paese ci sono tantissimi luoghi da esplorare gratuitamente. A partire dai giardini botanici, come il Giardino delle Erbe Ricola, a pochi chilometri dal centro di Pontresina, nella zona sud-est della Svizzera.
Nonostante le dimensioni, questo piccolo paese ospita la bellezza di 13 siti del Patrimonio mondiale dell’Unesco, la maggior parte dei quali è visitabile gratuitamente. Tra le attrazioni gratuite che meritano una visita, segnaliamo: le terrazze coltivate a vigneto di Lavaux, l’Arena tettonica svizzera di Sardona, il centro storico di Berna, l’area delle Alpi svizzere Jungfrau-Aletsch e il paesaggio dell’Albula e del Bernina con la Ferrovia retica.
Un altro modo per immergersi nella natura svizzera è quello di visitare un parco pubblico, come il Parco nazionale dell’Engadina, che offre percorsi escursionistici tra una flora e una fauna uniche al mondo.
Se le altezze non ti spaventano, puoi ammirare la natura incontrastata della Svizzera e scattare una foto da cartolina dai ponti tibetani. Uno dei più famosi al mondo è il ponte tibetano Carasc, nel Canton Ticino.

Come raggiungere la Svizzera

Per raggiungere la Svizzera ci sono diverse soluzioni. Nessuna di queste è gratuita, ma con qualche accortezza si può risparmiare anche qui. Puoi:

  • Viaggiare in aereo, prenotando tramite un’app che ti aiuta a trovare il volo più economico e più adatto alle tue esigenze. Gli aeroporti internazionali della Svizzera sono tre: Ginevra, Zurigo e Basilea;
  • Viaggiare in auto, attraversando il traforo del Gran San Bernardo o il tunnel del Monte Bianco. Se scegli questa opzione, ricorda che è necessario il pagamento della vignetta svizzera, che serve come pedaggio per tutte le autostrade;
  • Viaggiare in treno. Da Roma o da Milano ci sono dei treni di Trenitalia giornalieri che ti permettono di arrivare fino a Losanna. Con questa soluzione il viaggio si allunga, ma il risparmio di CO2 è garantito.