Di bellissimi borghi, in Puglia, ce ne sono tanti! Ma solo a Leporano, nel Salento, si può ammirare la meraviglia della costa ionica insieme alla rustica grazia di un antico borgo rurale.

Il Salento non è fatto solo di grandi nomi come Otranto, Ostuni, Leuca o Gallipoli. La bellezza è ovunque, anche su un lieve altopiano a 50 metri di altitudine, poco distante da Taranto. Qui si trova il borgo di Leporano, che domina tanto la pianura tarantina quanto la costa ionica. Un mix paesaggistico che, insieme alla storicità delle centro abitato, ha permesso a questo paesino di essere tra i finalisti della competizione “Borgo dei Borghi 2024”. Scopriamo di più!

La storia di Leporano

Si sa poco della storia di Leporano. Si pensa che il primo nucleo urbano sia sorto intorno al 736 d.C. e il nome sembrerebbe suggerire influenze romane, derivando probabilmente da leprarium, termine che giustificherebbe anche la presenza di una lepre sullo stemma cittadino.

Negli ultimi anni il piccolo borgo ha visto una crescita demografica notevole, giustificata sia dalla vicinanza di Taranto, sia dalla qualità della vita, caratterizzata da tranquillità e contatto con la natura.

Cosa vedere a Leporano

Edifici storici, resti archeologici e spiagge: ecco le principali attrazioni di Leporano.

Castello Muscettola

Il castello Muscettola si trova proprio in centro a Leporano. Sebbene il nucleo originale risalga al XII-XIII secolo, il castello ha visto nel corso dei secoli aggiunte e modifiche, come il nuovo mastro edificato tra la fine del XIV e l’inizio del XV secolo o le mura nel  XVI secolo. Nel XVII secolo il castello viene trasformato da costruzione difensiva a palazzo residenziale, al quale vengono aggiunte una terrazza panoramica e una piccola chiesa. Il nome, Muscettola, deriva dalla famiglia di principi napoletani che ne è stata proprietaria dal 1617 fino al metà del XIX secolo.

Visitare le sale è un’esperienza suggestiva, ma il vasto cortile su cui si affacciano il loggiato e la scala monumentale è decisamente il pezzo forte.

Parco Archeologico di Saturo

Tra la spiaggia di Porto Pirrone e quella di Saturo, si trova il sito archeologico di Punta Perone. Questo luogo raccoglie interessanti testimonianze storiche di un antico insediamento che un tempo dominava l’area.

Tra le antiche rovine è possibile esplorare i resti di una sontuosa villa romana del III secolo, l’acropoli, la necropoli, il Santuario della Sorgente, e l’imponente torre d’avvistamento del XVI secolo. In generale, il parco ospita resti che raccontano un periodo molto lungo della storia non solo locale ma del Mediterraneo: dall’Età del Bronzo al Medioevo, dall’epoca romana alla seconda guerra mondiale.

Molto interessante l’origine del toponimo. Secondo una leggenda, questo deriverebbe da Taras, uno dei figli di Poseidone, che avrebbe deciso di fondare l’insediamento, dedicandolo non si sa bene se a sua madre, Satyria, o a sua moglie, Satureia.

Leporano Marina

La parte più costiera del borgo di Leporano prende il nome di Leporano Marina. Qui si trovano incantevoli spiagge sabbiose nascoste in piccole insenature tra le rocce, lambite da un’acqua limpidissima.

La Baia di Gandoli è sicuramente la spiaggia più nota, in parte organizzata, grazie alla presenza di uno stabilimento balneare, e in parte libera. Un ottimo posto dove rilassarsi, prendere il sole ma anche praticare qualche sport estivo.

Un’altra spiaggia molto popolare è quella del Porto Pirrone, formata da due insenature separate da una scogliera.

Infine, anche la Baia di Saturo ha il suo fascino, soprattutto per la presenza del vicino parco archeologico.

Come arrivare a Leporano

Il modo più comodo per raggiungere Leporano è, in primis, arrivare a Taranto, da cui dista circa 10 km. Leporano è collegata con la città da linee di autobus. In aternativa, è possibile prendere un taxi o noleggiare un’auto.

Vediamo, invece, come arrivare a Taranto.

  • In auto: Taranto è raggiungibile da nord tramite l’Autostrada A14 e l’Autostrada A16 fino a Bari. A Bari è necessario imboccare l’Autostrada A14 direzione Taranto.
    Da sud, basta seguire l’Autostrada A3 fino a Salerno, quindi prendere l’Autostrada A16 verso Bari e infine l’Autostrada A14 in direzione Taranto.
  • In treno: Taranto è ben collegata alla rete ferroviaria italiana, quindi è possibile raggiungerla prendendo un treno da diverse città.
  • In aereo: è possibile prenotare un volo per l’aeroporto di Bari-Palese “Karol Wojtyła”, che è il più vicino a Taranto. Una volta a terra, si può prendere un treno o noleggiare un’auto per raggiungere Taranto, che dista circa 100 chilometri.