State pensando di andare in vacanza a Lisbona ma desiderate vedere qualcosa di diverso? La capitale del Portogallo è vivace, ricca di attrazioni e in costante mutamento. Per immergervi nella vita cittadina più autentica, mettete in programma di concedervi anche alcune “scappatelle” nei luoghi meno frequentati dai visitatori, ma tanto amati dai locali. Se avete qualche giorno di tempo, seguite le nostre indicazioni e preparatevi a scoprire tanti luoghi insoliti della Lisbona meno conosciuta, quella vissuta solo dai lisbonesi doc. Il divertimento e la curiosità supereranno tutte le vostre aspettative.

Malinconica per quanto affascinante, Lisbona è una delle più belle e romantiche città europee. Erede di antiche civiltà marinare, racchiude nella sua storia e nelle sue vie i racconti e i canti dei marinai di un tempo, degli artigiani che si affacciavano dalle piccole botteghe, dei popoli e delle culture provenienti da terre lontane che vi si insediarono. Per descriverla al meglio, rubiamo una descrizione di Lisbona a Fernando Pessoa, uno dei poeti portoghesi più famosi del passato:

«È disteso su sette colli, altrettanti luoghi da cui godere esaltanti panorami, il vasto, irregolare e multicolore insieme di case che costituisce Lisbona. Per me non esistono fiori in grado di reggere il confronto con la varietà dei colori che assume Lisbona alla luce del sole.»

Ed è proprio così: tutti coloro che arrivano a Lisbona si sentono travolti da un’energia sorprendente, dovuta ai meravigliosi colori della città quando splende il sole, alla genuinità degli abitanti e all’atmosfera tranquilla che permea ogni angolo.
Sembra proprio che di questa peculiarità se ne stiano accorgendo in tanti, amministrazione cittadina in primis. Lisbona sta, infatti, investendo molto nel turismo, con l’emanazione di leggi per incentivare investimenti esteri e per alleggerire il carico fiscale degli investitori locali. Tutto questo ha portato, in pochi anni, a un sorprendente rinnovamento della città: quartieri un tempo poco rinomati si sono trasformati in frequentatissimi centri, sono stati creati nuovi musei e spazi espositivi e sono state migliorate le infrastrutture.

Quali sono le cose insolite da vedere a Lisbona?

Oltre al tradizionale circuito turistico che tocca le attrazioni più conosciute e importanti di Lisbona, come il Castelo de São Jorge, la Praça do Comércio, la Torre de Belém, l’Alfama, il Bairro Alto e via dicendo, la città nasconde delle vere e proprie chicche che non tutti conoscono e che vi faranno passare una o più giornate di spensieratezza nei luoghi più frequentati dagli abitanti (e meno dai turisti).
Ecco la nostra lista delle attrazioni più curiose e insolite di Lisbona, tutte da vivere e fotografare per meravigliare anche amici e parenti.

Il quartiere di Pessoa

Il quartiere di Pessoa a Lisbona

Abbiamo iniziato questo articolo citando Fernando Pessoa, uno dei poeti e scrittori portoghesi più conosciuti. Se avete letto qualcosa di suo, a Lisbona cogliete l’occasione per fare una passeggiata a O Chiado, il quartiere preferito dello scrittore. Girovagando tra le deliziose librerie e i teatri che costellano questa zona, arriverete allo storico caffè “A Brasileira”, molto amato e frequentato da Pessoa. Proprio di fronte al bar si erge una statua in bronzo dedicata al poeta, per commemorare il suo attaccamento verso il quartiere.

Il Museo Coleçcao Berardo

Se amate più l’arte della letteratura, invece, una tappa obbligatoria a Lisbona è il Museo Coleçcao Berardo, che si trova di fronte al Monasterio de los Jeronimos. È stato finanziato dal magnate d’arte portoghese Josè Berardo (da qui, appunto, il nome), ma non è ancora molto conosciuto. Forse, meglio per voi! Potrete infatti ammirare senza troppo affollamento il meglio dell’arte moderna e contemporanea nelle opere di Pollock, Picasso, Mirò, Warhol e tanti altri in una cornice minimal e all’avanguardia. Inoltre, cosa non da poco, l’ingresso è gratuito.

L’Intendente

Interamente riqualificato nel 2015, Intendente è un quartiere nella prima periferia di Lisbona che vanta palazzi storici decadenti affiancati ad altri più moderni e impeccabili. La piazza del quartiere, Largo Do Intendente, è ricca di bar e negozi ed è piena di viuzze interne nelle quali potrete assaggiare un eccellente street food indo-pakistano, il migliore della città. Se vi capita di recarvi qui, non perdete l’occasione per curiosare nel negozio “A vida portuguesa”, un bellissimo locale vintage pieno di oggettistica per la casa, e “Casa Independente”, un’associazione culturale che organizza spesso musica dal vivo e ospita una deliziosa caffetteria interna.

Il quartiere antico di Estrela

Il quartiere antico di Estrela a Lisbona

Vi piace camminare o preferite il tram? Per raggiungere Estrela, uno dei quartieri più antichi di Lisbona, potrete scegliere se affrontare una bella salita oppure prendere il tram n.28. Noi vi consigliamo di non affaticarvi troppo, perché Estrela racchiude dei bellissimi giardini in cui è quasi d’obbligo fare lunghe passeggiate tra statue e fontane. Inoltre, qui potrete visitare anche la meravigliosa Basilica in stile neoclassico, che ospita l’immenso presepe di Machado de Castro. Un’ultima chicca: già che siete qui, salite fino alla cupola per ammirare uno stupendo panorama sulla città.

Cacilhas

Se vi piacciono le gite in barca, un’altra attività interessante e poco conosciuta da fare a Lisbona è raggiungere il molo di Cais e prendere un traghetto fino a Cacilhas, una ridente cittadina sull’altra sponda del fiume Tejo. Nel porticciolo, appena si attracca, potrete subito ammirare un maestoso veliero ottocentesco della marina portoghese e un sommergibile. Da qui, dopo una passeggiata nel centro, è assolutamente consigliato prendere il tram e raggiungere il Cristo Rei, una piattaforma panoramica alta 80 metri e circondata da curatissimi ed estesi giardini, dove si possono scattare belle fotografie e godere del panorama delle colline.

Pavilhao Chinés

Vicino alla piazza di Principe Real esiste un delizioso bar vintage che espone più di 4.000 oggetti provenienti da tutto il mondo, tra cui curiosissimi modellini e chincaglierie. Duecento anni fa il Pavilhao Chinés era una bottega di tè e caffè, oggi è un bar ospitale frequentato perlopiù dai locali, che spesso intrattiene i suoi ospiti con spettacoli di fado. Impossibile perderselo!

Una gita tra le scatolette di pesce

Una gita tra le scatolette di pesce a Lisbona

In Rua dos Bacalhoeiros 34, nel cuore della città, si trova la curiosa Conserveira de Lisboa, un delizioso negozio con scaffali pieni di scatolette di pesce dei tipi più disparati. Mentre gironzolerete per il negozio rapiti dalle innumerevoli forme e colori delle scatolette, i titolari vi spiegheranno anche qualche tecnica di conserva, che si tramanda da secoli e che tuttora viene utilizzata nella preparazione delle scatolette. Insomma, sarà davvero un’occasione per fotografare qualcosa di davvero speciale e fare una full immersion nella tradizione artigianale più antica.

La zona di Marvila

Continuando a parlare di quartieri recentemente recuperati e rivalorizzati, a Lisbona è impossibile non citare Marvila, un vecchio quartiere industriale che è stato riconvertito in un centro culturale e ricreativo. Passeggiando per le sue vie si possono ancora ammirare le facciate delle vecchie fabbriche che si sposano perfettamente con i più moderni arredi urbani. Pochi mesi fa, a settembre 2023, a Marvila è stato inaugurato “8 Marvila”, un enorme centro culturale di 22.000 metri quadrati, mentre nel 2021 è stata la volta del Marvila Art District, un affascinante palazzo in cui dimorano artisti che espongono le proprie opere al pubblico tutti i pomeriggi tranne la domenica.

Il Palacio Fronteira

Nel più decentrato quartiere di Benfica si trova il Palazzo dei Marchesi di Fronteira, una bellissima residenza storica risalente al 1640. Oggi gran parte del palazzo è un museo, anche se un’ala è ancora abitata dai discendenti di Don Joaode Mascarenhas, il fondatore dell’Associazione delle Case di Fronteira e Alorna. L’edificio è ricoperto di meravigliose azulejos, le tipiche piastrelle di terracotta, sulle quali sono dipinte scene di battaglia, mentre i grandi e curatissimi giardini all’italiana valgono bene una passeggiata (o anche due).

Una crociera sul Tago al tramonto

Una crociera sul Tago al tramonto a Lisbona

Visitare Lisbona dall’interno è affascinante, ma cosa si prova ad ammirarla in tutta la sua bellezza dalle acque del fiume Tago al tramonto? Cogliete l’occasione per partecipare a una crociera di 2 ore durante l’imbrunire e lo saprete. Dal fiume avrete una visione diversa e più completa della città e dei suoi quartieri, e sarete testimoni e delle eccezionali sfumature di colore citate da Pessoa che avvolgono la città durante il tramonto.

Una cena in Pharmacia

Un altro luogo insolito da visitare a Lisbona, poco distante dal Miradouro de Santa Catarina, è senz’altro il Museu da Farmácia, poco conosciuto dai turisti ma molto apprezzato dai locali, che amano soprattutto cenare nel suo ristorante interno, la Pharmacia.
Il museo espone una variegata collezione di 14.000 oggetti di tutto il mondo presentati come un viaggio attraverso la storia della salute, come ceramiche romane, piccole e antiche farmacie cinesi, statue africane, sarcofagi egizi o camici dei medici del passato. Il suo ristorante interno richiama gli arredi di una vera farmacia: il menù è stampato su un ricettario medico, i condimenti sono contenuti in cassette del Pronto Soccorso, per le bottiglie di acqua vengono utilizzate quelle di soluzioni fisiologiche e via dicendo. E la cucina? Niente a che vedere con la medicina! Si servono solo gustose pietanze tradizionali, come le tapas alla portoghese, il baccalà o i deliziosi petiscos.

Mercado de Campo de Ourique

La maggior parte dei turisti in vacanza a Lisbona visitano il famoso Time-Out Market, e noi invece dove andiamo? Noi arriviamo fino al Mercado de Campo de Ourique, un mercato coperto tra i più antichi di Lisbona ma poco frequentato dai visitatori. Completamente rinnovato nel 2013, è pieno di colorate bancarelle che vendono ogni tipo di prodotti della terra e di allevamento. Potrete cogliere l’occasione anche per pranzare in una delle osterie o tascas (trattorie) interne, oppure gustarvi un asporto nei tavoli liberi che si trovano al centro del mercato, insieme alla gente del posto. Non vi viene già fame?

Feira da Ladra

Se amate i mercatini dell’usato, la Feira da Ladra è l’evento che fa per voi. Il martedì e il sabato, nel Campo de Santa Clara ai piedi del castello di San Jorge, troverete tante bancarelle con chincaglierie, abiti e oggetti di ogni tipo, tanto che vi sembrerà di essere in una medina araba. Occhio all’affare, a volte si trovano preziose rarità!

Il Palacio National de Ajuda

È un luogo lisbonese bello e importante, ma pochi lo conoscono: il Palacio National de Ajuda sorge in una collina sopra Belém e fu costruito nel 1082 su ordine dei reali, anche se non riuscirono ad abitarvi perché furono costretti a fuggire in Brasile pochi anni dopo. Oggi sono visitabili gli sfarzosissimi appartamenti reali, la sala da ballo, la sala del trono e quella dei ricevimenti. A completare l’opera ci pensa l’antistante Jardim Botanico d’Ajuda, da cui potrete ammirare un panorama mozzafiato che si apre su Belém e sul Cristo Rei.

Il giardino botanico Estufa Fria

Il giardino botanico Estufa Fria a Lisbona

Rimanendo in tema giardini, come non visitare l’Estufa Fria (letteralmente “serra fredda”), un bellissimo parco botanico all’interno del Parque Eduardo VII? Si estende all’interno di diverse serre, tra cui alcune non riscaldate (da qui il nome), che ospitano tantissime varietà di piante, cactus e succulente inclusi. Non è molto frequentato ed è l’ideale per trascorrere un pomeriggio nella pace e nella tranquillità della natura.

La casa-museo di Amalia Rodrigues

Il fado è il genere di musica popolare portoghese più conosciuto nel mondo, e Lisbona ha giustamente voluto rendergli onore realizzando la casa-museo di Amalia Rodrigues, la più famosa cantante di fado del Portogallo. Una breve ma interessante visita guidata vi condurrà attraverso gli abiti, i gioielli, gli arredi e i trofei della cantante e ripercorrerete così la sua vita, sotto l’affettuoso sguardo del pappagallo di Amelia che abita ancora la dimora.

LX Factory

Vicino al Ponte 25 de Avril, in zona Alcantara, potrete raggiungere LX Factory, un altro ex complesso industriale riqualificato nel 2008 che oggi ospita ristoranti, librerie, spazi culturali e ricreativi. È molto interessante da visitare perché non è molto conosciuto ma, al contempo, è notevolmente attivo: di domenica tiene un delizioso mercatino vintage, mentre nei mesi estivi vengono organizzati concerti ed eventi. La zona è inoltre cosparsa di colorati murales e vari tipi di locali, ideali da frequentare anche di sera.