Il Natale è alle porte e Trieste si prepara a trasformarsi in un incantevole scenario natalizio. Tra luci colorate, negozi addobbati a festa e tradizionali mercatini di Natale, la città giuliana si anima in una celebrazione natalizia unica e indimenticabile.

Dal primo dicembre fino ai primi giorni del 2024, Trieste, come ogni anno, festeggia Natale e Capodanno riempiendo le strade principali di casette in legno e bancarelle, piste da pattinaggio, giostre e l’immancabile gazebo di Babbo Natale, con la sua slitta e le renne.

Sono due, i mercatini più attesi: la Fiera di San Nicolò e il classico mercatino promosso da Confcommercio Trieste, che mette in bella mostra l’artigianato e i prodotti locali, ma non solo.

San Nicolò: il santo che accende la festa

L’apertura dei tipici mercatini di Natale triestini è affidata alla Fiera di San Nicolò, che quest’anno festeggia la sua centesima edizione.

Dal primo all’8 dicembre, l’area di Viale XX Settembre si riempie della bellezza di 93 bancarelle, dove acquistare addobbi per l’abete, statuine per il presepe, prodotti artigianali e tanti giocattoli e dolciumi.

La fiera è attesissima soprattutto dai più piccoli per la presenza di San Nicolò, un santo che fa concorrenza a Babbo Natale, in quanto a generosità: il suo arrivo è garanzia di calze riempite fino all’orlo e di bambini felici e soddisfatti.

Fino all’Immacolata, si può passeggiare tra gli stand ogni giorno, a partire già dalle 8 di mattina.

Il mercatino di Natale di Confcommercio

Non appena si chiudono le bancarelle della fiera di San Nicolò, si aprono le tipiche casette in legno del mercatino natalizio più duraturo, che Confcommercio Trieste organizza da dieci anni.

Il mercatino parte da via delle Torri e arriva in Piazza della Borsa, coinvolgendo nel suo passaggio anche via Ponchielli e Piazza Sant’Antonio.

I 65 chalet protagonisti della festa sono il luogo ideale per trovare sfiziosi e originali regali di Natale. Come ogni anno, propongono una vasta scelta di prodotti della tradizione enogastronomica locale e dei territori circostanti, oggettistica, hobbistica e molto altro.

Mercatini di Natale a Trieste: gli espositori e gli orari 

Se si decide di passare a Trieste in questo periodo, varrebbe la pena dare almeno uno sguardo a tutte le esposizioni che il mercatino di Confcommercio offre. Ma ce ne sono alcune che, più di altre, possono accendere la curiosità e l’interesse dei turisti. Qui, ne abbiamo raccolte tre:

  • Se hai la passione per l’artigianato, l’appuntamento da non perdere è quello in Piazza Barbacan, dove si svolge la ormai tradizionale esposizione del Barbacan Produce. Questo market dedicato a designer, artisti, artigiani, che attira creativi da tutto il Nord-est italiano e da paesi vicini (come la Slovenia), è un momento importante per chi espone, ma anche per chi è alla ricerca di creazioni particolari.
    L’esposizione avrà luogo ai piedi del Colle di San Giusto, dalle 10:30 alle 18:30;
  • Non solo artigianato e cibo: nelle vie di Trieste trovano spazio anche le tematiche ambientali, grazie alla casetta di AcegasApsAmga, che da anni cerca di sensibilizzare sull’importanza di quei comportamenti sostenibili, come, ad esempio, il riciclo, che possono essere di grande aiuto nel contrastare gli effetti della crisi climatica;
  • Il volontariato è un elemento caratteristico del mercatino: come ogni anno, l’organizzazione mette a disposizione (gratuitamente) due casette destinate a sodalizi e onlus, che operano nel territorio triestino. Quest’anno, in particolare, parteciperanno in 28: tra queste, spiccano i nomi di Emergency, Caritas e Comunità di S. Egidio. Se vuoi passare un Natale all’insegna della solidarietà, questo è il posto giusto.

Per quanto riguarda gli orari, come si può leggere sul sito del Comune di Trieste, dall’8 dicembre al 7 gennaio, le casette saranno aperte:

  • Lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e domenica, dalle 10:00 alle 20:00;
  • Venerdì, sabato e giorni prefestivi, dalle 10:00 alle 21:00.

Come arrivare e come muoversi a Trieste

Trieste è facilmente raggiungibile:

  • In aereo, atterrando all’aeroporto di Trieste, che dista circa 30 chilometri dalla città. Puoi raggiungere il centro prendendo un autobus oppure la nuova fermata ferroviaria, arrivando in città in 20 minuti;
  • In auto, prendendo l’autostrada A4 Venezia-Trieste e uscendo a Sistiana. Se opti per questa soluzione, ti consigliamo di scaricare un’applicazione per sapere sempre con certezza e con grande comodità dove trovare la stazione di servizio più vicina per fare rifornimento. Per quanto riguarda i parcheggi, sono presenti numerose zone con strisce blu a Trieste, ma anche stalli gratuiti e parcheggi custoditi.
  • In treno, scendendo alla stazione terminale di Trieste, che si trova proprio nel centro della città. Da lì in poi puoi muoverti con gli autobus oppure, in totale autonomia, sfruttando il servizio di bike sharing. Le bici si trovano proprio nella piazzola davanti alla stazione e sono noleggiabili a prezzi contenuti, scaricando una semplice app.

Trieste oltre i mercatini: cosa vedere nei dintorni

Trieste è una città splendida: il centro storico, la città vecchia, il Castello di Miramare sono solo alcuni dei luoghi da visitare, che l’atmosfera natalizia rende ancora più affascinanti.
Ma anche il resto del Friuli Venezia Giulia non è da meno.

Se hai la passione per i mercatini di Natale, il consiglio è di non perderti quello di Lignano Sabbiadoro. Questa città, infatti, non è solo una rinomata meta estiva, ma ha molto da offrire anche in inverno, grazie, in particolare, al suo mercatino davvero speciale. Infatti, dal 7 dicembre al 7 gennaio, presso il Lungomare Trieste, oltre alle caratteristiche casette di legno tipiche dei mercatini natalizi, potrai ammirare anche il suggestivo Presepe di Sabbia.

Come non cogliere, poi, l’occasione per visitare paesini e cittadine meno conosciute, ma comunque e interessanti?Tanti sono i bei borghi del Friuli tra cui scegliere.

E se poi ami la storia, allora non puoi mancare una visita al Sacrario di Redipuglia, il più grande sacrario militare d’Italia.