Sarà un meteo estremamente variabile quello che caratterizzerà le giornate di Pasqua e Pasquetta. Al Nord piogge e addirittura nevicate, al Sud sole e temperature vicine ai 30°.

Ci siamo: manca ormai poco alle vacanze pasquali. Con l’avvicinarsi delle festività, moltissimi italiani stanno organizzando viaggi o gite per Pasqua e Pasquetta.

Prima però bisogna fare i conti con il meteo. Gli ultimi bollettini, infatti, descrivono un’Italia spaccata in due: al Nord saranno possibili piogge e nevicate sulle Alpi, al Sud, invece, si prevede sole e temperature che in alcune località toccheranno persino i 30°. Ecco tutti i dettagli.

Meteo Pasqua e Pasquetta al Nord

Al Nord la situazione meteorologica prevede possibili piogge nell’area alpina centro-occidentale e nelle vicine pianure settentrionali.

Ciò a causa di un ciclone profondo sull’Atlantico che durante il giorno di Pasquetta porterà ad un aumento dei rovesci temporaleschi, inizialmente sulle Alpi, per poi estendersi alle pianure settentrionali adiacenti e alla Toscana. Questi fenomeni, sebbene isolati e brevi, potrebbero includere anche delle grandinate.

Meteo al Sud e nelle Isole

A partire dal weekend di Pasqua l’anticiclone africano, che si trova attualmente tra Libia e Tunisia, si estenderà dal Sahara fino al Mediterraneo centro-orientale. Questo porterà a un aumento delle temperature, segnando l’arrivo della prima ondata di caldo stagionale, soprattutto nelle regioni centrali e meridionali dell’Italia e nelle due maggiori isole.

Per quanto riguarda la giornata di Pasqua, domenica 31 marzo si prevede un tempo maggiormente stabile e soleggiato, accompagnato da un rilevante aumento delle temperature particolarmente accentuato nel Centro-Sud, dove si potranno toccare picchi anche oltre i 28°, arrivando vicini ai 30°C nelle isole.

Torna la neve: ecco dove è ancora possibile sciare

L’arrivo di correnti più fresche da Ovest porterà un calo delle temperature, incluso un abbassamento del livello delle nevicate sulle Alpi fino a circa 1500 metri. Anche in questi giorni che precedono il weekend si sta assistendo ad intense nevicate. E non solo sulle vette: anche a quote più basse si possono osservare i primi fiocchi di neve. Ma andiamo con ordine.

Nel fine settimana è prevista neve a partire dai 1000 metri in Piemonte e Valle d’Aosta, che si estenderà ai rilievi di Lombardia, Trentino-Alto Adige e Veneto a quote un po’ più elevate, a seconda dell’intensità delle precipitazioni.

Tra oggi, mercoledì 27, e domani nelle località alpine come Sestriere, Macugnaga, Madesimo e Foppolo ci saranno accumuli di circa 50/60 cm di neve fresca.

Anche al Centro-Sud la neve farà la sua comparsa, con nevicate previste sugli Appennini a partire dai 1300/1600 metri di quota. Una buona notizia per la stagione sciistica (ci sono ancora diversi comprensori aperti in queste settimane), che si protrae dopo una prima parte di inverno tutt’altro che felice.