Le condizioni meteo in Italia continuano a essere poco stabili. Anche per il weekend del 25 e 26 maggio è previsto maltempo in molte zone per l’arrivo di una nuova perturbazione. Ecco le previsioni nel dettaglio.

Il meteo del weekend del 25 e 26 maggio sarà instabile in molte zone a causa di una nuova perturbazione. Questo fine settimana vedrà il passaggio di un’onda depressionaria sull’Italia e il Mediterraneo centrale, legata all’undicesimo sistema perturbato di maggio.

Le temperature rimarranno quindi fresche e abbastanza nella norma o leggermente al di sotto della media stagionale.

Gli effetti di questa perturbazione sono ancora piuttosto incerti, ma nulla vieta di organizzare una piccola gita primaverile alla scoperta di alcune delle più belle città del nostro Paese. Anche se fuori dovesse piovere.

Meteo weekend 25 e 26 maggio: continua l’ondata di maltempo

Sabato 25 maggio sarà caratterizzato da nuvolosità variabile e instabilità diffusa in tutta Italia, con maggior rischio di rovesci o temporali nelle Isole, pianure del Nord-Ovest, Alpi, Nord-Est e zone interne della penisola.

Le temperature saranno stabili o in leggero calo, con massime comprese tra i 20 e i 26 gradi e venti deboli con raffiche temporalesche al Sud.

Domenica 26 maggio vedrà un miglioramento al Nord tra Toscana, Umbria, alto Lazio e Isole, con schiarite e temperature in rialzo. L’instabilità persisterà nel Centro-Sud, con rovesci o temporali sparsi. Le massime scenderanno in Abruzzo, Molise e al Sud, con venti di Maestrale moderati su medio e basso Adriatico, Tirreno e Sicilia.

All’inizio della prossima settimana è invece previsto un aumento della pressione con correnti Nordoccidentali instabili.

Lunedì 27 maggio possibili fenomeni nelle regioni settentrionali, mentre martedì 28 l’instabilità potrebbe colpire l’estremo Nord-Est e le aree appenniniche. Le temperature tuttavia aumenteranno gradualmente, superando leggermente le medie stagionali.

Meteo sfavorevole? Ecco 5 città da visitare anche con la pioggia

Perché farsi rovinare il weekend dal maltempo? Sono tantissimi i luoghi perfetti per pianificare una piccola gita nel fine settimana, anche quando piove. Potrebbe essere l’occasione perfette per esplorare mete meno conosciute, ma anche musei e mostre d’arte.

Ecco 5 città in Italia da visitare anche con la pioggia.

Torino

I portici di Torino rendono la città sabauda perfetta da visitare anche in caso di pioggia. Simbolo del capoluogo piemontese, questi si estendono per ben 18 chilometri, di cui 12,5 interconnessi e continui.

Si può così passeggiare per le eleganti vie del centro- rilassandosi tra storiche caffetterie, librerie e negozi- senza dove neanche aprire l’ombrello! La pioggia si presta benissimo anche per una visita al Museo Egizio e alla Mole Antonelliana, sede dello splendido Museo Nazionale del Cinema.

Bologna

Bologna– con i suoi 40 chilometri di portici– è davvero la città perfetta da visitare quando piove. Grazie a questi ripari è infatti possibile scoprire la storia e la tradizione culinaria bolognese anche in caso di maltempo.

I Portici di Bologna, candidati a Patrimonio dell’Umanità UNESCO, coprono gran parte della città: 38 chilometri solo nel centro storico e 53 chilometri all’esterno. Qui troverete anche il portico di San Luca, il più lungo del mondo grazie a un’estensione- senza interruzioni- di 3.796 metri.

Milano

Milano è una città ideale da visitare con la pioggia grazie alla maestosa Galleria Vittorio Emanuele. Questo elegante passaggio coperto, costruito nel 1865 dall’architetto Giuseppe Mengoni, collega Piazza Duomo e Piazza della Scala.

La Galleria, con la sua pianta cruciforme e il grande spazio ottagonale centrale, offre riparo dal maltempo e rappresenta uno dei luoghi più belli della città meneghina. Decorata con cariatidi, lunette e lesene e adornata dalle statue dello scultore Pietro Magni, oggi ospita numerosi negozi e alberghi di lusso, caffè e ristoranti stellati.

Ascoli Piceno

Ricca di palazzi storici, chiese e torri, anche Ascoli Piceno offre portici e case medievali per ripararsi dalla pioggia. Piazza del Popolo, una delle più belle del centro Italia, offre numerosi locali per sfuggire al freddo e ai forti venti.

Da provare assolutamente è l’Anisetta Meletti, un liquore tipo della zona da gustare nell’omonimo caffè sotto i portici della città.

Napoli

Anche Napoli è una città che si presta bene alle giornate di pioggia, grazie alla splendida Galleria Umberto I. Realizzata a fine Ottocento, l’ingresso principale della Galleria si trova su via San Carlo.

Il pavimento a mosaico raffigura i segni dello zodiaco e una scritta ricorda la Locanda Moriconi, che ospitò Goethe nel 1787. La Galleria è stata sede del “Salone Margherita” e della prima sala cinematografica, mentre oggi è un importante polo commerciale e mondano. Al secondo piano si trova poi il Museo del Corallo.