Nell’ambito del PNRR, la Commissione Europea ha stanziato oltre 9 miliardi per la riqualificazione di Milano e di altre principali città italiane. Alcuni interventi sono già iniziati, altri termineranno nel 2026: tutti hanno l’obiettivo di ridurre il degrado sociale e migliorare il decoro cittadino, con un occhio di riguardo anche alla mobilità e all’ambiente. In particolare, la città di Milano punta alla riqualificazione di diversi quartieri sulla base di 9 progetti attualmente in corso (più uno firmato da Renzo Piano). Vediamo di quali interventi si tratta e come trasformeranno la città nel futuro.

A Torino andranno 139,23 milioni di euro per la realizzazione del prolungamento della linea metropolitana M1 in direzione Rivoli, Genova riceverà 50,78 milioni di euro per completare la stazione di Corvetto, Roma beneficerà di 120 milioni di euro per la realizzazione della Tranvia Termini-Vaticano-Aurelio. Il PNRR si dà da fare per permettere a queste e ad altre città italiane, Milano inclusa, di cambiare volto a partire da quest’anno, per assicurare a cittadini e turisti uno stile di vita più decoroso e anche sostenibile a livello ambientale.

Quali sono i progetti di riqualificazione in corso a Milano?

Alla città di Milano il PNRR ha assegnato 6 milioni di euro allo scopo di realizzare, entro il 2026, 23 km aggiuntivi di piste ciclabili. Oltre a questo progetto che punta sulla sostenibilità e sulla micromobilità green, la capitale della moda internazionale – oltre alla nuovissima linea metropolitana M4 che ha già cambiato la città, e lo farà ancora, anche in superficie – ha in serbo ulteriori 9 progetti per 9 diverse aree cittadine, tutti rivolti alla realizzazione di spazi verdi, aumento dello spazio pedonale, miglioramento della viabilità, riqualificazione di caseggiati ed efficientamento energetico.
E non è finita qui, perché esiste l’ambizioso progetto di riqualificazione dell’area delle ex acciaierie Falck a Sesto San Giovanni, firmata da Forster+Partners. Ecco l’elenco completo degli interventi, per un primo assaggio di quella che sarà la Milano del futuro.

Restyling e riqualificazione green in Piazza Castello

Progetto Municipio 1 – L’area pedonale del Castello Sforzesco è stata oggetto di un grande restyling volto alla riqualificazione totale della piazza, che adesso vanta una pavimentazione in granito bianco, nuovi arredi urbani e tre filari aggiuntivi di alberi. Inoltre, è stata sistemata anche parte di via Lanza e via Quintino Sella, sostituendo l’asfalto con calcestre.

Source: Genuizzi, Strambio, Banal, Ragazzo – piazzacastellomilano.it/#nuova-identita

Gorla: meno barriere architettoniche e più aree ludiche

Progetto Municipio 2 – Il Programma Integrato di Edilizia Residenziale Sociale denominato “S.Erlembaldo-Villa Finzi Remix” prevede la riqualificazione di alcuni edifici del quartiere Gorla: in via Sant’Erlembaldo 2 si abbatteranno le barriere architettoniche, si procederà con l’efficientamento energetico, verrà installato un nuovo ascensore, i cortili saranno ripavimentati e verranno installate nuove aree ludiche. Anche il Padiglione ex Teatro del Sole verrà ristrutturato e migliorato dal punto di vista energetico. Allo stesso modo, verranno ripristinate le facciate dell’edificio di viale Monza 142, prevedendo anche la sostituzione dell’ascensore e una ristrutturazione del locale rifiuti. Nel parco di Villa Finzi, invece, verranno migliorati gli accessi e l’ex casa del custode. Per finire, a Villa Finzi e nel Padiglione Negri-Pini saranno realizzate opere di manutenzione ordinaria.

La trasformazione energetica di Via Rizzoli

Progetto Municipio 3 – I quattro edifici residenziali Erp di via Rizzoli 13-45 e 73-87 verranno trasformati dal lato qualitativo ed energetico: nelle abitazioni n.13 e n.45 si riqualificheranno le facciate, sostituendo serramenti e migliorando la coibentazione. Negli alloggi n.73 e n.87 verranno, invece, sostituiti i serramenti esterni e saranno applicate valvole termostatiche all’interno. I lavori dovrebbero iniziare entro la primavera 2024.

Riqualificazione Via Rizzoli, Milano
Source: mondomilano.it/info/presentato-progetto-per-la-riqualificazione-ex-area-rizzoli

La rinascita dei complessi Erp Omero-Barzoni

Progetto Municipio 4 – La gara d’appalto per la riqualificazione degli immobili Erp di via Barzoni e viale Omero verrà aggiudicata a fine anno, mentre il relativo progetto definitivo sarà approvato entro primavera 2024.
Il progetto prevede la demolizione e la ricostruzione dei complessi Erp di via Barzoni, che attualmente comprendono sei edifici a due piani per un totale di 60 appartamenti duplex. Per due edifici Erp di viale Omero, invece, sono previsti lavori di riqualificazione ed efficientamento energetico con l’implementazione di marciapiedi e rampe inclinate. In aggiunta, nel piano rialzato degli edifici si prevede la trasformazione di due locali in alloggi-atelier, che comporterà la totale riorganizzazione degli spazi interni.

Piazza dell’Assunta più vivibile e fruibile

Progetto Municipio 5 – Piazza dell’Assunta, nel quartiere Vigentino, verrà riqualificata per diventare più vivibile e fruibile per i cittadini. Il progetto prevede la sostituzione della pavimentazione e l’installazione di un nuovo arredo urbano. Anche il sagrato della chiesa di Santa Maria Assunta sarà ristrutturato dopo la verifica della fattibilità circa i servizi sotterranei.

Un nuovo volto per Via dei Giaggioli

Progetto Municipio 6 – I lavori di demolizione dei palazzi in via dei Giaggioli 7, 9 e 11 sono già iniziati da qualche mese: per loro è prevista la riqualificazione completa entro il 2026, con la ricostruzione di tre edifici Erp, l’introduzione di una nuova viabilità e un rinnovato arredo urbano. Inoltre, al Lorenteggio verranno costruiti tre palazzi NZEB che conterranno 175 alloggi totali ad alta efficienza energetica, con impianto fotovoltaico, climatizzazione, teleriscaldamento, pannelli radianti a pavimento e piani di cottura elettrici. Anche le acque meteoriche verranno recuperate ed utilizzate per l’irrigazione delle aree verdi. Nella zona saranno eseguiti ulteriori interventi di miglioramento generale su viabilità, ciclabilità verde, arredo urbano e aree pedonali.

Un nuovo volto per Via dei Giaggioli
Source: mitomorrow.it/milano-verra/via-dei-giaggioli-giambellino/

I nuovi spazi di Move in San Siro

Progetto Municipio 7 – Il progetto che prevede la riqualificazione di alcune aree del quartiere San Siro è denominato “Move In San Siro” ed è portato avanti dalla partnership tra il Comune di Milano e Aler Milano. Tale progetto prevede la riqualificazione dell’edificio situato in via Newton 15 che sarà la sede del nuovo commissariato. La nuova struttura si svilupperà su tre piani, contando 80 postazioni di lavoro e 22 posti letto e prevede l’introduzione di dispositivi di efficientamento energetico. La fase di progettazione terminerà a fine anno, mentre la conclusione dei lavori è auspicabile per marzo 2026.

Piazzale Santorre di Santarosa: più spazi pedonali

Progetto Municipio 8 – L’obiettivo del cantiere dei lavori in piazzale Santorre di Santarosa è quello di ampliare gli spazi pedonali e ridurre l’area asfaltata per permettere di raggiungere agevolmente il Monumento ai caduti di Musocco. Gli spazi pedonali sono stati quindi ampliati da 500 a 1.650 metri quadrati e sono stati introdotti 20 nuovi alberi, nuova illuminazione pubblica e panchine aggiuntive.

Niguarda e San Dionigi, tra rinnovamento ed edilizia residenziale

Progetto Municipio 9 – Per il quartiere Niguarda sono previsti tre interventi di riqualificazione che, in totale, ammontano a 15 milioni di euro. L’immobile attualmente in stato di abbandono di via Pianell 15 verrà demolito e ricostruito entro il 2026 per ospitare 90 posti letto, da assegnare a famiglie in stato di necessità, studenti e giovani lavoratori.
Ulteriori 3,5 milioni saranno stanziati per il rinnovamento dell’edilizia residenziale pubblica di via Graziano Imperatore, che prevede la ristrutturazione degli edifici e l’abbattimento delle barriere architettoniche presenti negli alloggi. Per finire, in largo San Dionigi verranno realizzati interventi atti a favorire la pedonalità, la ciclabilità e gli spazi pubblici mentre in via De Angelis-De Gasperis sarà realizzata una nuova area verde.

MilanoSesto, per una città in continua evoluzione
Source: milanosesto.it/it/

MilanoSesto, «per una città in continua evoluzione»

Firmato dallo studio internazionale Foster+Partners e finanziato da Banca Intesa, Regione Lombardia e Hines, MilanoSesto è un vastissimo progetto di riqualificazione urbana che punta alla riqualificazione dell’area delle ex acciaierie Falck a Sesto San Giovanni, oggi in stato di degrado.
Il progetto prevede la creazione di un quartiere smart, efficiente, sostenibile e tecnologico che interesserà un totale di 1,5 milioni di metri quadrati. Questo si traduce, stando alle carte, nella costruzione di un grande parco e di nuovi edifici residenziali, piazze, strutture ricettive e spazi commerciali, fornendo nuovi posti di lavoro e alloggi ad un totale di circa 50.000 persone. Si potrebbe proprio parlare, dunque, di una mini smart city: la nuova vita del quartiere sarà, infatti, incentrata su tecnologie all’avanguardia per migliorare i servizi e l’accessibilità, sull’attenzione alla sostenibilità e sul benessere collettivo, con l’obiettivo di produrre “valore urbano” oltre a quello economico.
Tra le numerose peculiarità del progetto vi è anche la previsione di realizzare, in quest’area, la Città della Salute e della Ricerca, un nuovo e grande centro di eccellenza clinica, e il nuovo polo ospedaliero e universitario del San Raffaele.