L’estate è alle porte e le partite degli Europei 2024 sono pronte ad accendere agli animi all’Alliance Arena di Monaco. Chi ha organizzato un gig-tripping nella città tedesca del calcio e della birra, non può lasciarsi sfuggire le sue molteplici attrattive. Scopri quindi cosa vedere a Monaco.

Conosciuta per le sue splendide chiese, i suoi musei, i suoi eleganti giardini e la sua tradizione calcistica, Monaco di Baviera rientra nella lista delle città degli Euro 2024 e, insieme a Berlino, Francoforte, Dortmund, Dusseldorf, Amburgo e altre famose località tedesche, presto aprirà le porte del suo importante stadio per accogliere tifosi provenienti da tutto il mondo.

Ma Monaco non è solo calcio e sarebbe un peccato non approfittare del viaggio per esplorare come un local le bellezze di questa raffinata città. Nonostante il poco tempo a disposizione, un veloce itinerario ti permetterà di conoscere più a fondo questa destinazione europea celebre per il suo Salone dell’Auto e per l’Oktoberfest.

Cosa vedere a Monaco durante Euro 2024

Sembra quasi impossibile visitare Monaco in una giornata, talmente tante sono le attrattive che offre.

Terza città tedesca per numero di abitanti, da molti anni è una meta prescelta per delle vacanze in coppia, con gli amici o per un viaggio in famiglia.

Oltre alle tappe del calcio, come il museo dell’Alliance Arena, questo luogo riserva molte sorprese anche agli amanti dell’arte, dell’architettura e della cultura in generale. Tra chiese barocche, piazze antiche e giardini all’inglese, ti perderai in un’atmosfera raffinata e nostalgica che ti farà innamorare della capitale della Baviera.

Inizia il tuo tour a Marienplatz, ammirando il carillon Glockenspiel

Il punto di partenza ideale per la scoperta delle cose da vedere a Monaco di Baviera è certamente Marienplatz, la piazza medievale risalente al XII secolo che si trova nel cuore della città. Luogo di fiere e di mercatini natalizi, Marienplatz è circondata da antichi edifici di grande bellezza, come il Vecchio Municipio e il Nuovo Municipio.

Ma l’attrazione principale si può ammirare solo in alcuni particolari momenti della giornata, alle 11.00 alle 12.00 e alle 17.00. Si tratta del Glockenspiel, il carillon che decora la torre del Municipio e che è considerato uno dei più grandi al mondo. Le sue statuine danzanti ti sapranno conquistare e non potrai fare a meno di stare con il naso all’insù per ammirare le loro movenze.

Visita alle chiese di Monaco, gioielli architettonici che impreziosiscono la città

Diversi quartieri sono contraddistinti da campanili e guglie che svettano sugli edifici e che regalano alla città un’atmosfera antica e maestosa.

Tali imponenti elementi architettonici appartengono ad alcune delle chiese che, nei secoli, sono diventate il simbolo di Monaco.

La cinquecentesca cattedrale Frauenkirche è certamente uno dei luoghi da visitare assolutamente durante un itinerario tra le bellezze della capitale bavarese. In stile gotico, colpisce soprattutto per i suoi due alti campanili sormontati da cupole di ottone, che donano un tocco orientale all’edificio. Tra i tesori custoditi al suo interno è da menzionare il monumento funebre di Ludovico il Bavaro.

Vi è poi la parrocchiale della città vecchia, conosciuta con il nome di Peterskirche. Si tratta della chiesa cattolica più antica della Germania. Situata nei pressi di Marienplatz, la sua architettura è un miscuglio di stili che vanno dal gotico al rococò, che la rendono affascinante e unica.

Da menzionare infine l’Asamkirche, la chiesa del XVIII secolo che presenta un maestoso interno barocco e un prezioso affresco raffigurante alcuni episodi della vita di San Giovanni Nepomuceno.

Trascorri un pomeriggio all’aria aperta presso i giardini di Monaco

Prima di raggiungere lo stadio, approfittando del clima estivo puoi trascorrere qualche ora nelle incantevoli aree verdi della città.

Considerato tra i parchi urbani più ampi al mondo- più grande anche del Central Park di New York– il Giardino all’Inglese di Monaco è una raffinata zona di relax dove poter passeggiare, correre o andare in bici lungo le ciclovie.

Realizzato alla fine del XVIII secolo dal conte di Rumford, il parco accoglie un lago artificiale e alcuni curiosi monumenti come la Torre Cinese, il tempietto neoclassico Monopteros e la Japanisches Teehaus, realizzata appositamente per le Olimpiadi del 1972, dove attualmente si tengono lezioni di cerimonia del tè.

Come arrivare a Monaco per gli Europei 2024?

Dotata di uno degli aeroporti considerati tra i migliori al mondo, puoi raggiungere lo scalo “Franz Josef Strauss” di Monaco di Baviera prenotando in app un volo diretto di poco più di un’ora. Sono diverse le compagnie che partono da Milano, Roma e da altre grandi città italiane, e tra esse ve ne sono anche alcune low cost.

Chi desidera fare un viaggio in treno di notte, può invece partire da Roma, Milano o Venezia con Trenitalia. I treni giorno invece partono anche da Bologna e da Verona, nonché da diverse località tedesche.

Una volta arrivato puoi muoverti in città con i trasporti pubblici che sono molto efficienti. Puoi fare affidamento alla MVG e spostarti con la metropolitana U-Bahn, le 13 linee dei tram o con i treni S-Bahn.