Da oggi, lunedì 15 aprile, parte la riorganizzazione dei servizi in sharing dei monopattini a Torino. Dall’obbligo di targa al numero di mezzi e operatori, scopriamo tutte le novità. 

Cambia la politica sui monopattini in sharing a Torino. A partire dalla giornata di oggi, lunedì 15 aprile, l’amministrazione della città sabauda darà il via a una serie di provvedimenti per riorganizzare i servizi di mobilità in condivisione. Si tratta di modifiche strutturali che avranno dirette conseguenze nella fruizione dei monopattini da parte dell’utenza.

Ecco tutti i dettagli.

Monopattini in sharing a Torino: cosa cambia da oggi

I monopattini elettrici stanno guadagnando sempre più terreno come mezzo di trasporto sostenibile nelle aree urbane. E Torino è in prima linea in questa tendenza sulla mobilità. Questi veicoli ecologici, compatti e maneggevoli, rappresentano la soluzione ideale per spostarsi agilmente e senza emissioni attraverso le strade della città piemontese, dove il fascino dell’antico si fonde armoniosamente con elementi moderni, contribuendo a definire uno scenario distintivo e incantevole.

Ma quali sono le ultime novità per chi vuole noleggiare un monopattino elettrico a Torino?

  1. Il numero di operatori autorizzati sarà limitato a quattro: si tratta di Dott, Bird, Lime e Voi;
  2. Il numero totale di monopattini disponibili in città non supererà le 3.000 unità, con ciascun operatore che potrà gestire una flotta da 250 a 750 mezzi;
  3. Ogni monopattino sarà dotato di una “targa“, ossia un numero identificativo posizionato sullo stelo, sotto il manubrio, che permetterà di identificare l’utente responsabile in caso di infrazioni;
  4. È prevista una collaborazione tra la città e le aziende per sviluppare campagne di formazione mirate a promuovere un utilizzo responsabile dei monopattini, garantendo così la sicurezza stradale.

L’obiettivo della misura: incentivare un uso più responsabile dei monopattini

I dati sugli incidenti stradali che coinvolgono i monopattini ci dicono che, nel 2023, si sono verificati 268 incidenti con 231 feriti e due decessi. Dall’inizio del 2024, i sinistri sono stati 42, con 35 feriti.

Questo fenomeno non è limitato solo a Torino, ma è in crescita in tutta Italia. Solo l’anno scorso, nella città della Mole sono stati effettuati 800 controlli stradali: i numeri parlano di 1.152 violazioni, quasi tutte per sosta irregolare. Rispetto a tre anni fa, quando la diffusione di questi veicoli era ancora limitata, il numero è triplicato.

Queste nuove regole, specificatamente studiate per l’ambito locale, sono state introdotte in seguito all’aggiornamento delle linee guida per la selezione dei fornitori di noleggio dei monopattini elettrici introdotte nel settembre 2022, a due anni dal lancio del servizio. L’obiettivo è promuovere il servizio di mobilità sostenibile migliorandone l’organizzazione e incentivandone un uso più consapevole.