Affacciata sulla suggestiva Val d’Orcia, in Toscana, Montepulciano è una meta ideale da visitare in un week end. Ecco spunti, suggerimenti e informazioni su cosa fare e cosa vedere nel celebre borgo toscano.

Arte, cultura, acque termali e proposte enogastronomiche gustose: Montepulciano racchiude tutto il necessario per una breve vacanza all’insegna del relax e della scoperta del territorio. Patria del Vino Nobile cui dà il nome, il piccolo comune della provincia di Siena è incastonato tra rigogliose colline e ampi vigneti, e offre un paesaggio naturale e artistico che nulla ha da invidiare alle città medievali più belle d’Italia.

Organizzare un week end a Montepulciano

I 3 giorni di un week end sono il tempo perfetto da dedicare ad una visita della cittadina senese per scoprirne gli angoli più suggestivi, i monumenti, la cultura e la cucina locali. Tante le strutture in cui è possibile alloggiare, da scegliere sia nel centro del borgo, che nelle immediate vicinanze. Piccoli hotel nel centro storico o appena fuori le mura, rilassanti agriturismo nella romantica campagna toscana, offrono un ventaglio di soluzioni per dormire a Montepulciano seguendo le esigenze di ciascun visitatore.

Comodo e piacevole anche il viaggio per raggiungere Montepulciano. Chi vuole muoversi in autonomia può arrivarci in macchina, percorrendo l’Autostrada A1 e uscendo a Chiusi Chianciano Terme se si arriva da Sud, oppure a Valdichiana Bettolle se si proviene da Nord. Per rendere il viaggio ancor più piacevole e veloce, è bene evitare eventuali code ai caselli autostradali grazie ai servizi di telepedaggio.

In alternativa, si può arrivare a Montepulciano anche in treno, partendo da Roma o da Firenze, e scendendo alla stazione ferroviaria di Chiusi. Da qui partono gli autobus per raggiungere il borgo, disponibili anche con partenza da Siena e da Pienza.

Cosa vedere a Montepulciano

Un giro in centro

Il centro storico di Montepulciano è dominato dalla celebre Piazza Grande. Posta nella parte alta della città e dalla caratteristica forma a L, è contornata da importanti opere architettoniche, tra cui il trecentesco Palazzo Comunale, il Duomo, Palazzo Nobili Targhi e Palazzo Cantucci. Da visitare, nella Piazza, anche il Pozzo de’ Grifi e Leoni e, poco distante, appena fuori le mura, la Chiesa di San Biagio.

Imperdibile nel centro del piccolo borgo medievale anche una bella passeggiata lungo il Corso cittadino. Qui negozi, locali, ristorantini e cantine brulicano all’ombra della Torre di Pulcinella, delle Chiese di Sant’Agostino e di Gesù, e di Palazzo Neri Orselli, uno tra i più antichi edifici di Montepulciano e oggi sede del Museo Civico e Pinacoteca Crociani.

Cosa fare a Montepulciano in un week end

Una giornata alle Terme

Il complesso termale di Montepulciano è una meta rinomata in tutto il mondo per la bellezza del sito e per la qualità dei trattamenti eseguiti. Le Terme sono immerse nel rilassante paesaggio della campagna Toscana, in un’area verde densa di alberi e aria pulita. Offrono, a chi le visita, percorsi relax, massaggi e bagni di vapore, per rigenerare corpo e mente grazie alle proprietà delle acquee ricche di zolfo, magnesio, bicarbonato e anidride carbonica, che sgorgano dalla falda naturale posta nel sottosuolo.

Una passeggiata in bicicletta

Gli amanti del cicloturismo e del buon vino non potranno rinunciare allo speciale percorso che attraversa le colline senesi alla scoperta dei vigneti in cui nasce il Montepulciano DOCG. Si tratta del Sentiero del Nobile e si parte, in sella alle 2 ruote, dal Santuario di Sant’Agnese.

Pedalando per circa 18 km, si procede tra terreni coltivati e aree naturali, esplorando luoghi sorprendenti come il Tempio di San Biagio e il Bosco della Madonna del Cerro, fino alla Riserva Naturale del Lago di Montepulciano. Il tragitto, censito nei percorsi ufficiali della Toscana, sfida per interesse paesaggistico e culturale i noti percorsi di cicloturismo della vicina Val di Chiana.

Scoprire i sapori del territorio, tra calici e piatti tipici

Una visita di 3 giorni nel borgo senese è perfetta per assaggiare le prelibatezze del luogo. Di certo non può mancare una visita alle cantine storiche di Montepulciano, per degustare il celebre vino autoctono, ma anche per assaporare salumi e formaggi locali.

Notevole, tra il cento storico e i dintorni del borgo, la possibilità di scelta tra cantine, tenute e aziende vinicole. Tra i nomi più celebri segnaliamo la storica Cantina De Ricci, ma anche Crociani, Contucci e le sotterranee Cantine Ercolani. Un’alternativa interessante sono anche i Wine Tour organizzati da viticoltori indipendenti, tenute agricole, fattorie e agriturismi nella Val d’Orcia, sfondo anche del famoso evento motociclistico dell’Eroica.

Sorprendente, infine, la proposta culinaria che stupisce il palato con la carne chianina e la cinta senese, con i celebri Pici, il pane toscano e la panzanella, ed anche con dolci come cantucci, pan forte e castagnaccio.