Dopo un’attesa lunga 18 anni Napoli festeggia il nuovo ascensore di Monte Echia: un servizio che sarà offerto gratuitamente ai residenti e agli abbonati Anm.

Lunedì 8 aprile è stato inaugurato a Napoli l’ascensore di Monte Echia. Ci sono voluti 18 anni, ma alla fine l’opera ha preso il via ed è fruibile gratuitamente da tutti gli abbonati Anm, il servizio di trasporti pubblico locale. Collega via Santa Lucia con la splendida collina di Pizzofalcone, nella città che fu- si dice- della ninfa Partenope.

Il completamento di questo progetto è un momento davvero importante per tutta la città perché facilita i collegamenti tra aree nevralgiche. Andiamo a scoprire maggiori dettagli.

Noleggiare un monopattino nelle principali città italiane:
leggi le guide di Moveo


L’ascensore di Monte Echia: un mezzo di trasporto e un’attrazione turistica

Come annunciato dal Comune di Napoli questo ascensore non è solo un mezzo di trasporto ma un’attrazione turistica di primo piano. Collega una parte del lungomare, animata da alberghi e ristoranti, a un punto panoramico fino ad ora sconosciuto ma che offre viste mozzafiato. Da lì si possono ammirare il Vesuvio, Capri, Capodimonte, Sorrento, Castel dell’Ovo e Posillipo. Tutte mete che possono essere raggiunte anche noleggiando un monopattino elettrico o spostandosi con i trasporti pubblici.

«Con l’entrata in funzione dell’ascensore si potrà rapidamente raggiungere il belvedere del Monte Echia e vedere l’alba verso il Vesuvio mentre la sera si potrà vedere il tramonto verso Posillipo» ha sottolineato l’assessore alle Infrastrutture e alla mobilità, Professor Edoardo Cosenza. «Grazie all’impegno del sindaco Manfredi, che ha voluto che si completassero i lavori, offriamo una vista meravigliosa ai cittadini direttamente dal centro di Napoli. A portata di mano c’è questo belvedere meraviglioso in un luogo che ha 2500 anni di storia. Da qui si vedeva la Sirena Partenope e oggi si può ammirare tutta Napoli, e si possono vedere Sorrento e Capri

Il sito su cui sorge l’ascensore ha un valore storico inestimabile Poiché si trova nel luogo dove fu fondata la città, con i resti della Villa di Licinio Lucullo ben visibili.

Con una capacità di 34 persone e dotato delle più moderne tecnologie di sicurezza, rappresenta il primo passo verso una più ampia riqualificazione dell’area. Essa comprende progetti futuri come la ristrutturazione di Villa Ebe e l’Archivio di Stato, ma anche delle rampe di accesso dal Chiatamone e la resa panoramica del percorso di arrivo da Via Egiziaca.

Orari e prezzi per ammirare Napoli dall’alto

L’ascensore di Monte Echia è aperto tutti i giorni dalle 7:00 alle 22:30. Non costa nulla per i residenti della zona di Monte Echia- a cui basterà esibire un tesserino fornito da Anm- e per tutti gli abbonati ai servizi di trasporto locale, inclusi quelli con abbonamento settimanale.

Per gli altri, il costo è di 1,30 euro a corsa per circa un mese, periodo dopo il quale verrà introdotto un prezzo turistico. Quest’ultimo si baserà su una valutazione della fase sperimentale e su un confronto con altri ascensori panoramici a livello nazionale e internazionale.