Oggi è il National Sweden Day, o “Sveriges Nationaldag”, una festa celebrata ogni anno il 6 giugno per commemorare l’indipendenza della Svezia dalla Danimarca e dalla Norvegia.

Il 6 giugno è il giorno in cui gli svedesi celebrano la propria nazione, ma è anche quello in cui per tradizione gli stranieri ricevono la cittadinanza e vengono accolti dal re.

Il clima generale è più rilassato e sommesso rispetto al Constitution Day norvegese o al Konigsdad olandese, ma anche in Svezia non mancano festeggiamenti e bandiere sventolanti, tra danze popolari tradizionali, conferenze di storia, spettacoli e molto altro.

Cosa è il National Day of Sweden

La tradizione di celebrare il 6 giugno il Nationaldag era nata nel 1916 con il nome di Giorno della Bandiera, per commemorare l’anniversario della proclamazione di Gustavo I Vasa quale Re di Svezia nel 1523. Un evento che ha rappresentato la fine dell’Unione di Kalmar e di fatto l’inizio dell’indipendenza svedese da Danimarca e Norvegia. Nella stessa data, nel 1809, venne alla luce la nuova costituzione.
Nel 1983 il Riksdag, il parlamento, ha dichiarato il 6 giugno festa nazionale: dal momento che l’evento storico cui è legato questo giorno è molto lontano nel tempo, la festa non era particolarmente sentita dagli svedesi. Per coinvolgere di più la cittadinanza, dal 2005 il Nationaldag è entrato nei calendari svedesi come giorno festivo.

Come celebrare il National Day of Sweden

È tradizione che in questa giornata il Re e la Regina di Svezia prendano parte a una cerimonia ufficiale allo Skansen, il museo all’aperto di Stoccolma, dove è previsto un fitto programma di eventi per tutta la giornata tra giochi, musica, artigianato e cibo delizioso. Mentre la bandiera nazionale viene issata i bambini, in costume tradizionale, regalano alla coppia reale piccoli mazzi di fiori di stagione.

Un’altra tradizione prevede che proprio il 6 giugno gli stranieri ottengano la cittadinanza svedese, con le cerimonie speciali che si svolgono in tutto il Paese.

Il Nationaldag è anche l’occasione per gustare la cucina tradizionale svedese, come le polpette, ben conosciute anche in Italia grazie a un noto negozio di mobili: le köttbullar sono preparate con carne di maiale e manzo macinata, panna, uova e cipolla e servite con purè di patate, una salsa densa, marmellata di mirtilli rossi e cetrioli sottaceto.

Altri piatti da assaggiare nella patria degli Abba e di Bjorn Borg sono i pasticcini alla cannella, la semla, un panino dolce farcito con crema alle mandorle e panna (tipico di tutta la Scandinavia) e la surströmming, la famigerata aringa fermentata. Per mangiare queste aringhe like a local, devi aprire la latta in cui sono conservate all’aperto, lavarle, sventrarle e avvolgerle nel tunnbröd (una sorta di focaccia zuccherata) imburrata e con fette di patate alle mandorle e cipolla tagliata a dadini.

Come raggiungere la Svezia

Forse è un po’ tardi per prenotare un volo per la Svezia e partecipare alle celebrazioni del National Day of Sweden, ma potresti farlo per lo Sweden Rock Festival, che si svolgerà dal 5 all’8 giugno a Sölvesborg; oppure per il 21 e il 22 giugno, quando in tutto il Paese si festeggerà Midsommar, la festa di mezza estate che qui è considerata importante quasi quanto il Natale.

Per muoverti all’interno del Paese, il modo più comodo e sostenibile è il treno, mezzo di trasporto promosso dalla stessa Svezia, che non a caso è uno dei Paesi più green d’Europa, con Stoccolma capofila. Proprio la capitale svedese infatti è all’avanguardia in materia di transizione ecologica: chiuderà entro il 2025 il centro alle auto con motore a combustione, anticipando di fatto lo stop alla vendita dei veicoli a motore endotermico previsto in tutta Europa.