A New York è attivo un servizio WhatsApp che mira a semplificare e potenziare la comunicazione diretta tra gli abitanti della città e l’ente comunale.

Quando parliamo di smart city, ci si può riferire a tanti strumenti che possono concorrere a far diventare una città “intelligente”. Secondo la Commissione Europea, si tratta di un luogo in cui le reti e i servizi tradizionali sono resi più efficienti grazie all’uso di soluzioni digitali a beneficio dei suoi abitanti. Stando a questa definizione, l’integrazione del servizio WhatsApp di New York, che consente di far interagire i cittadini con l’amministrazione di più e meglio, va proprio in quella direzione. Entriamo nel dettaglio.

L’uso di WhatsApp a New York per l’interazione tra cittadini ed ente comunale

Il 27 ottobre Eric Leroy Adams, il primo cittadino di New York, ha reso noto l’avvio del servizio WhatsApp del governo cittadino, disponibile in lingue inglese e spagnola. Questo canale mira a potenziare e semplificare la comunicazione diretta fra l’ente comunale e gli abitanti della città, attraverso una delle applicazioni più diffuse a livello globale. Esso offre ai suoi iscritti news dall’ufficio del sindaco Adams, dettagli riguardanti i servizi urbani e contenuti vari sulla vita sociale e iniziative culturali di New York.

Con 2,4 miliardi di utenti nel mondo e oltre 98 milioni negli USA, WhatsApp si rivela una piattaforma cruciale per le comunicazioni, specialmente tra le comunità immigrate e internazionali della Grande Mela, dove quasi il 40% della popolazione è nata fuori dagli Stati Uniti. Il canale dell’app di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo è però solo l’ultima iniziativa del sindaco Adams per realizzare il suo obiettivo. Ovvero, rendere la sua amministrazione la più accessibile nella storia di New York.

Tantissime le sue proposte in quest’ottica. Da quando si è insediato, Adamas ha lanciato:

  • Text With Eric“, una piattaforma SMS per interazioni personalizzate con i cittadini di New York;
  • Hear from the Mayor“, un format radiofonico che consente ai cittadini di interagire direttamente con il sindaco;
  • Ascolta Eric“, un sistema di comunicazione basato su email per affrontare questioni e priorità locali;
  • Get Stuff Done-Cast“, un podcast che evidenzia le iniziative degli abitanti di New York di varie estrazioni sociali;
  • Talk with Eric“, una continuazione della serie “Conversazioni comunitarie sulla sicurezza pubblica” dell’anno precedente.

Le smart city rappresentano una risorsa per il benessere della comunità

«Per creare legami più forti tra e con le persone, dobbiamo andare direttamente dove i newyorkesi rimangono in contatto con familiari e amici“, ha affermato Matthew Fraser, Chief Technology Officer. “Il nuovo canale WhatsApp del sindaco Adams rappresenta un altro passo importante nei nostri continui sforzi per democratizzare l’accesso alle informazioni e aumentare la consapevolezza di tutto il lavoro di grande impatto che questa amministrazione sta svolgendo per conto dei newyorkesi».

Grazie all’uso di app per l’accesso ai servizi cittadini, insieme ad altre caratteristiche come la flessibilità dei mezzi di trasporto (una rete attiva di bike sharing e altri mezzi di mobilità sostenibile è fondamentale in tal senso) e le infrastrutture progettate per persone con disabilità e per le necessità specifiche delle donne, la vita nelle grandi città può offrire un’esperienza unica e non standardizzata. Piuttosto, diventa estremamente personalizzata, rappresentando la soluzione ideale nel suo senso più ampio. Non solo aumenta il benessere individuale, ma promuove anche l’equità e la giustizia, offrendo in teoria uguali opportunità a tutti.