Il settore delle auto elettriche è in costante fermento e nuove case automobilistiche, per lo più cinesi, si affacciano sul mercato con modelli fortemente innovatici, ecologici e stilisticamente accattivanti. Come nel caso di Nio con il brand Onvo che debutta con il SUV elettrico L60 e si preannuncia già come nuova antagonista della Testa Model Y.

Tutta la tecnologia sulle batterie elettriche sviluppata da Nio, unita ad uno stile elegante e intrigante si esprime in questa nuova proposta destinata ad impressionare prima il mercato automobilistico cinese e, successivamente, quello europeo. Il suo arrivo in Occidente è previsto infatti entro fine anno e potrebbe rivoluzionare il modo di effettuare la ricarica elettrica.

Nio Onvo L60: un percorso verso la felicità

Il 15 maggio 2024 l’azienda cinese Nio ha presentato il marchio Onvo, brand di veicoli completamente elettrici, creato per il mercato europeo. Il nome Onvo deriva dall’espressione On Voyage e presenta un logo che raffigura, appunto, un sentiero in salita, inteso come un percorso verso la felicità. La strategia di Nio è creare uno sviluppo multibrand in grado di operare su più mercati: ecco quindi i marchi Onvo, che in cinese diventa Ledao, e gli altri Momentum e Xiangxiang. Dopo tre anni di studi e ricerche, Onvo è arrivato finalmente al debutto con il suo primo modello, il SUV L60.
In un intervento durante il lancio del brand, Alan Ai, vicepresidente senior di Nio e presidente di Onvo, ha espresso l’obiettivo dell’azienda di «creare una vita familiare migliore» e di come L60 contribuirà a questo scopo permettendo viaggi comodi e felici per tutti.

SUV elettrico Onvo L60: caratteristiche ed allestimenti

Onvo L60 si presenta come un SUV fastback compatto completamente elettrico, destinato alle attività di una famiglia, con un design che richiama molto quella della concorrente diretta americana, la Tesla Model Y. La sua lunghezza è di 4,82 metri, la larghezza di 1,93 metri e l’altezza di 1,61 metri, con un passo di 2,95 metri. Il SUV cinese ha solide promesse di offrire efficienza, comfort e design con un costo più accessibile rispetto agli altri veicoli della stessa categoria. L60 assicura infatti massima comodità per tutte le persone a bordo con interni eleganti e sofisticati, dotati di sedili anteriori completamente reclinabili.

Onvo L60 punta molto anche sulla tecnologia con numerosi display in dotazione: uno per la strumentazione da 13 pollici, uno centrale per l’infotainment da 17,2 pollici e due display posteriori da 8 pollici. Il SUV naturalmente disporrà degli ultimi sistemi di sicurezza e di assistenza alla guida, con un chip Nvidia Orin X e la presenza di telecamere e radar, pur se non sarà provvisto della tecnologia Lidar. Il SUV presenta un buon profilo aerodinamico e presenta un Cx, coefficiente di resistenza aerodinamica, molto basso di 0,22 a 120 Km/h e videocamere posteriori in sostituzione degli specchietti retrovisori.

Onvo L60 si presenta con tre differenti allestimenti:

  • Standard Range che offre una batteria da 60 kWh e un’autonomia di 555 km, secondo le informazioni rilasciate dalla casa madre;
  • Long Range che monta una batteria da 90 kWh e una durata utile a percorrere 730 km;
  • Extra Long Range dotata di una batteria da 150 kWh e un sistema da 900 V, che, sfruttando la tecnologia delle Swap Station per il cambio delle batterie, potrebbe arrivare a superare i 1.000 km di autonomia.

SUV elettrico Onvo L60: tecnologia e prezzi

I consumi dichiarati di 12,1 kWh per 100 km percorsi sono molto prometti e lo sviluppo di batterie a ricarica rapida portano ad una buona autonomia della vettura, sfruttando anche il sistema dello swapping battery, con il quale le batterie estraibili esauste vengono sostituite con quelle ricaricate. Onvo L60, infatti, utilizzerà il sistema di NIO “Battery-as-a-service”, che prevede un abbonamento per il servizio di ricarica e che può contare su una rete di circa 1.000 stazioni di scambio e 25.000 caricabatterie pubblici distribuiti sul territorio cinese. Inoltre, viene assicurato un cambio ultrarapido con la sostituzione dell’accumulatore alla velocità record di 3 minuti.

Il prezzo dovrebbe essere più accessibile rispetto ad altri SUV elettrici partendo da 33.000 euro fino ad arrivare a 46.000 euro, circa il 12% in meno rispetto alla Tesla Model Y.

Nio, che è già presente in Norvegia, Germania, Paesi Bassi, Svezia e Danimarca, ha obiettivi espansionistici molto ambiziosi, determinata a portare in Europa non solo i suoi modelli, come ONVO L60, ma tutta la sua conoscenza tecnologica sulla ricarica e la gestione delle batterie elettriche.