Durante la Notte Bianca di Parigi, la capitale francese si trasforma in un enorme palcoscenico a cielo aperto, dedicato all’arte in ogni sua forma

Parigi, città ricca di meraviglie turistiche e di angoli insoliti, metropoli che ha detto no ai SUV e che mostra eccellenti esempi di recupero urbano sostenibile. Ad un passo dalle Olimpiadi 2024, la Ville Lumiere ha sempre qualcosa da offrire, tanto di giorno quanto di notte. E a proposito di notte, uno degli eventi più interessanti è la Nuit Blanche, la Notte Bianca di Parigi.

Cos’è la Notte Bianca di Parigi

La Nuit Blanche è un evento culturale dedicato interamente all’arte contemporanea che si tiene ogni anno a Parigi. 

Durante questa straordinaria notte, musei, gallerie, monumenti storici e spazi pubblici rimangono aperti al pubblico, offrendo una vasta gamma di eventi, performance artistiche, concerti,  installazioni e altro che possa essere collegato all’arte.

È un evento relativamente recente, istituito nel 2002 dall’allora sindaco Bertrand Delanoë con l’obiettivo di promuovere l’arte contemporanea e la cultura nella città. La sua visione era quella di offrire ai cittadini e ai visitatori l’opportunità di vivere Parigi in modo diverso, scoprendo nuove forme di espressione artistica e celebrando la ricchezza culturale della città. Questa manifestazione è stata concepita come un’occasione per trasformare la città in un’enorme galleria d’arte. Un modo per promuovere la cultura, ma anche per rafforzare il senso di comunità e l’identità della città, offrendo a tutti la possibilità di partecipare a un’esperienza condivisa e stimolante.

In vent’anni, la Notte Bianca di Parigi è diventata un appuntamento fisso, uno degli eventi più popolari della città grazie all’atmosfera vibrante e coinvolgente che riesce a creare.

Cosa succede durante la Nuit Blanche di Parigi?

La Notte Bianca di Parigi è dunque l’occasione giusta per ammirare i luoghi d’arte della capitale francese sotto il chiarore della luna.

In più, ogni edizione della Notte Bianca Parigina è costruita attorno a un tema che fa da filo conduttore lungo i diversi percorsi artistici che si snodano tra parchi e musei, piazze e monumenti, celebrando l’arte in ogni sua forma: dalla pittura alla danza, dalla musica alla scultura…ogni angolo della città ha qualcosa da offrire. Ed tutto gratuito!

E se Parigi non vi basta, sappiate che la Notte Bianca coinvolge tutta l’Ile-de-France. Anzi, quest’anno andrà ben oltre…

La Notte Bianca di Parigi 2024

L’edizione 2024 della Nuit Blanche di Parigi e dell’Ile-de-France si terrà sabato 1° giugno. Quest’anno l’evento è curato da Claire Tancons e rende omaggio ai territori francesi d’oltremare. Quest’anno, infatti, la Notte Banca si terrà non solo a Parigi, ma anche nelle Antille e in Polinesia.

Dopo “La Seine”, “Corps en mouvement” e “Jardin des délices”, il tema di quest’anno è stato scelto, come spiega Tancons stessa, per «decentrare la nostra visione e riequilibrare il modo in cui percepiamo la Francia e tutte le regioni che la compongono». Jacques Martial, vicesindaco di Parigi per l’Oltremare, ha avuto modo di aggiungere che l’obiettivo è «raccontare la storia di questa Francia plurale, che si estende su quattro continenti e vanta una cultura e una diversità assolutamente uniche» Una diversità culturale che sarà raccontata attraverso opere di artisti nazionali e internazionali e più di cento appuntamenti in una sola notte.

Ma c’è di più. L’edizione di quest’anno segnerà anche l’inizio delle celebrazioni culturali legate i Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024. Il direttore artistico ha incorporato dunque una forte dimensione atletica, che sarà rappresentata tramite performance individuali e collettive in luoghi inediti.

Piccola curiosità: quella del 2024 sarà la terza edizione estiva della Notte Bianca di Parigi. Fino al 2021 infatti l’evento si teneva a ottobre, ma l’edizione di quell’anno fu rovinata dal maltempo, così si decise di chiedere ai parigini quale data alternativa avrebbero preferito e fu scelto giugno.

Alcuni appuntamenti della Notte Bianca di Parigi 2024

Ecco alcuni degli spettacoli a cui partecipare durante la Notte Bianca di Parigi 2024

  • Hôtel de la Marine, 1° arrondissement: Sotto il tetto di vetro dell’Hôtel de la Marine, avrà luogo una serata dedicata al jazz suonato con strumenti d’epoca, ideata dal violoncellista Atsuski Sakaï insieme ad altri sette musicisti. Dalle 19.00 alle 24.00.
  • Dal piazzale dell’Hôtel de Ville (Centro di Parigi) a Place de la République (10° arrondissement): Kenny Dunkan in “WÉLÉLÉ!!!”, performance il cui titolo riprende un’espressione creola che evoca gioia e festosità condivisa. Decine di skateboarder si trasformeranno in beatbox umani: ognuno emetterà il suono per formare un ensemble sonoro mobile.
  • Memoriale della Shoah, 4° arrondissement: il Memoriale della Shoah propone un programma a più ingressi, che permette di visitare l’interno della struttura e scoprire varie opere artistiche sotto forma di video o performance. I video verranno proiettati in loop presso l’auditorium e sulla facciata del Memoriale. Le performance si terranno sul sagrato e nella cripta.
  • Centro Culturale Irlandese, 5° arrondissement: Durante la serata sarà presentato DANSE(S), un programma originale di otto cortometraggi di danza organizzato dal FICEP e da alcuni centri e istituti culturali stranieri della capitale. L’Irlanda sarà rappresentata dalla danzatrice e coreografa Emma Martin.
    Dalle 17, si terranno una partita di calcio e l’apertura del Project Space #4 con la mostra Crossing the Park di Michael Hanna.
    Inoltre, alle 21:00 si terrà un concerto dell’artista indie pop nordirlandese ROE.
  • Centro Culturale Coreano, 8° arrondissement: Per la Notte Buanca di Parigi, il Centro Culturale Coreano presenterà un noraebang gigante, un karaoke alla coreana che darà a tutti la possibilità di diventare una vera star per la durata di una canzone, preferibilmente K-Pop.
  • Musée Guimet, 16° arrondissement: Li Chevalier, artista visiva francese di origine cinese ed ex-soprano, condivide con l’artista T’ang Haywen l’amore per la musica e l’inchiostro. Il Musée Guimet ospita la sua installazione multimediale immersiva Rêve des âmes flottantes (Sogno di anime fluttuanti). Strumenti a corda, ornati da dipinti e calligrafie, sono installati sul palco tra le immagini di una città in rovina.

Come arrivare a Parigi per la Notte Bianca

Luoghi famosi come il Moulin Rouge, catacombe misteriose, Disneyland e shopping di lusso: possono bastare 3 giorni a Parigi per vedere questo e altro? Forse no!

In ogni caso, il modo migliore per raggiungere la capitale francese è certamente prenotando un volo e atterrando all’Aeroporto di Charles de Gaulle (CDG) o all’Aeroporto di Orly (ORY), ben collegati con le città italiane.

In alternativa, chi ama viaggiare in treno può sfruttare le linee ad alta velocità. Ci sono servizi ferroviari diretti che collegano Milano e Torino a Parigi.

Infine, si può raggiungere Parigi in auto. Trattandosi di un’opzione più lunga, richiede una pianificazione accurata sia del tragitto che dei costi, compresi carburante, pedaggi ed eventuali vignette.