Riapre la Argegno-Pigra, famosa e ripida funivia sul Lago di Como chiusa da tempo per lavori di revisione. Vediamo tutti i dettagli riguardanti questa struttura che sembra quasi scendere direttamente a picco sulle acque lariane.

Dopo un fermo di quasi due anni per lavori straordinari, riapre la più famosa funivia sul lago di Como: quella di Argegno-Pigra. Sarà Atm ad occuparsi del nuovo e più moderno impianto per il quale è previsto il riavvio entro qualche giorno. Scopriamo quindi tutti i dettagli tecnici a riguardo.

Funivia sul Lago di Como: una grande riapertura

Questa suggestiva funivia bifune, detta anche “va e vieni”, venne inaugurata nel 1971 ed è stata sempre in funzione fino al 2010, quando ci fu il primo fermo per revisione strutturale. Le corse ripresero poi nel giugno del 2011 per avere un secondo fermo nell’ottobre 2022. Dopo quasi due anni, a giugno 2024, la funivia è pronta per la sua grande riapertura con un impianto moderno e ancora più sicuro.
A tal proposito, l’Agenzia del trasporto pubblico Como-Lecco-Varese ha rilasciato una nota. «Dopo un anno e mezzo, grazie alla procedura per l’affidamento della gestione curato dall’Agenzia per il trasporto pubblico locale del bacino di Como, Lecco e Varese, è stato individuato l’operatore che gestirà l’impianto a cui era già stato consegnato l’impianto per la messa in esercizio. La ripartenza della funivia di Pigra, tanto attesa sia dai cittadini che dai turisti, rappresenta una ulteriore testimonianza del lavoro di programmazione dei trasporti pubblici svolto dall’Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale di Como, Lecco e Varese in collaborazione con la Provincia di Como e i comuni di Argegno e Pigra e si inserisce nel progetto di messa in rete per il pieno sviluppo delle potenzialità turistiche dei territori interessati».

Argegno-Pigra: la funivia più ripida d’Italia

Avete letto bene, quella di Argegno-Pigra è la funivia più ripida d’Italia. La struttura copre, infatti, un dislivello di ben 653 metri con una pendenza del 71%. Si stima che il tempo di scorrimento della cabina sia di appena 4 minuti. Un mezzo, quindi, non solo suggestivo per i turisti ma anche molto comodo per gli abitanti di Pigra che potranno raggiungere la costa del lago molto più velocemente che prendendo la Statale alternativa. Impareggiabile è la splendida vista mozzafiato che si ha direttamente su gran parte del lago.

Cosa vedere nei pressi della funivia

Il Lago di Como presenta una serie di piccoli borghi ed attrazioni imperdibili che vogliamo consigliarvi.

Pigra

Cominciamo con uno dei due comuni collegati dalla funivia sul Lago di Como: Pigra. Si tratta di un paese montano, particolarmente bello per una passeggiata invernale, con un suggestivo affaccio sulla vallata sottostante. Pur essendo un comune molto piccolo – appena 241 abitanti –, Pigra ha origini medievali, con notizie riguardanti la Guerra decennale, conflitto combattuto tra Como e Milano. Oggi è possibile visitare Al Cason, edificio dove ha sede la Società Operaia di Pigra di cui era socio onorario Giuseppe Garibaldi.

Argegno

Secondo comune collegato dalla funivia. Il borgo, affacciato sul Lago di Como, dista circa 30 minuti d’auto dal capoluogo. Possiamo trovarne tracce già in epoca romana, infatti, la famosa statale Regina che lo attraversa è il tracciato odierno dell’antica via Regina. Da visitare sono il settecentesco santuario di sant’Anna e la chiesa di San Sisinnio. Ad Argegno, inoltre, si possono trovare numerosi sentieri e piste ciclabili per escursioni all’insegna dell’avventura.

Villa Olmo

Da Argegno ci si deve spostare fino a Como per poter ammirare una delle sue più belle attrazioni: Villa Olmo. Si tratta di un imponente edificio neoclassico commissionato dalla famiglia Odescalchi nel XVIII secolo. Il nome deriva dall’albero omonimo che un tempo sorgeva nei suoi splendidi giardini. Un tempo, inoltre, fu meta di soggiorno di nomi altisonanti come: gli imperatori d’Austria, Ugo Foscolo, Garibaldi e Giuseppina Bonaparte. Oggi la villa è di proprietà del comune ed è visitabile da martedì a domenica dalle 10:00 alle 18:00 gratuitamente. I giardini sono invece aperti dalle 7:00 alle 19:00 in inverno e dalle 7:00 alle 23:00 in estate.

Tremezzo

Proseguendo da Argegno lungo la costa, si arriva a Tremezzo, elegante municipio che fino al 2014 costituiva un comune autonomo. Fa parte del comune di Tremezzina che presenta delle ville e degli edifici da visitare almeno una volta nella vita. Una di queste è la bellissima Villa Carlotta, palazzo della fine del 1600 in architettura neoclassica che oggi ospita opere di una certa rilevanza. Da menzionare anche il suo giardino botanico con le sue oltre 500 specie di piante. La villa è visitabile al costo di 15 euro tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00. Ricordiamo ancora Villa Sola Busca, Villa Meier e la chiesa neogotica di San Lorenzo. Una curiosità: Tremezzo fa parte delle 7 tappe dell’antica via Regina che porta al Sacro Monte di Ossuccio, un suggestivo santuario affacciato sul lago.

Bellagio

Menzioniamo infine, seppur non vicinissimo alla funivia, Bellagio, quello che viene considerato come probabilmente il borgo più bello sul lago di Como. Essendo sulla sponda opposta rispetto ad Argegno, Bellagio è raggiungibile con il traghetto. Difficilmente possiamo descrivervi in un solo paragrafo la bellezza di Bellagio ma sappiate che presenta tra i più bei paesaggi d’Italia ed è meta vacanziera di personalità dello spettacolo internazionali. Da visitare, sicuramente, l’imponente Villa Serbelloni e Villa Melzi d’Eril, che si affaccia direttamente sul lago.

Come arrivare alla nuova funivia sul lago di Como

Raggiungere Argegno è possibile grazie a diverse soluzioni, tutte fruibili grazie ai servizi di mobilità in app.

Auto: se si arriva da Milano, è necessario percorrere l’autostrada A9 – uscita “Lago di Como”. Si prosegue poi percorrendo la Strada Statale 340 Regina in direzione Argegno / Menaggio per circa 15 minuti. Dalla Valtellina e Valchiavenna percorrere la Strada Statale 340dir Regina in direzione Menaggio e proseguire poi in direzione Argegno / Como.
Treno: dalla Stazione Centrale di Milano bisogna prendere il treno direzione Chiasso fino alla Stazione di Como San Giovanni. Direttamente dal piazzale di fronte alla stazione partono numerosi autobus della linea C10 direttamente per Argegno.
Aereo: l’aeroporto più vicino è quello di Milano Malpensa. Una volta atterrati si può decidere se spostarsi con il treno oppure noleggiare comodamente un’auto.