Presentata a Parigi lo scorso anno, la Citroen Oli  rappresenta appieno il nuovo concept sui veicoli elettrici sviluppato dalla celebre casa automobilistica francese. A giudicare dalle premesse, sarà in vendita non prima del 2030.

Mentre l’Ue rinvia ancora lo stop alle auto a diesel e benzina, le principali case automobilistiche del Vecchio Continente puntano sulla transizione elettrica. La nuova Citroen Oli è stata pensata per migliorare prestazioni e autonomia reale dei modelli di auto elettrica presentati finora dalla casa automobilistica francese. Che punta evidentemente a sorprendere, proponendo un veicolo dal design unico: con la sua forma angolare e il parabrezza verticale, questa auto elettrica non passa di certo inosservata!

La scheda tecnica della Citroen Oli: tutti i dettagli  

Si legge e si pronuncia, all’inglese, “all-e”: a indicare, in modo indiscutibile, che questo nuovo Suv è un veicolo full-electric. Mentre il concept si fonda su un altro principio, altrettanto semplice e immediato: la riduzione del peso.

Con i suoi “soli” 1000 Kg di peso, infatti, la Citroen Oli è stata progettata per favorire la mobilità elettrica in città. Come? Con caratteristiche specifiche che le consentono di abbattere le emissioni di CO2 “al prezzo” di un’autonomia stimata di circa 400 Km. Eccole in dettaglio:

  • Batteria elettrica: 40 kWh;
  • Velocità massima: 110 km/h;
  • Consumo: 10 kWh/100Km;
  • Dimensioni: 420 cm di lunghezza×165 cm di altezza×190 cm di larghezza;
  • Peso: 1.000 Kg
  • Tempo di ricarica: dotata della tecnologia V2L (Vehicle to Load), è stato stimato che utilizzando i servizi di ricarica elettrica– in corrente continua, alla massima potenza- il tempo di ricarica è di circa 23 minuti per passare dal 20% di autonomia all’80%.

La rivoluzione del design: Citroen propone un’auto elettrica “futuristica”

Gli esperti in evoluzione dell’automobilismo con ogni probabilità non avevano ancora concepito un’auto dal design così “futurista”. Uno stile unico, quello della Citroen Oli, capace di renderla al tempo stesso un crossover, un Suv elettrico compatto e, persino, un pick-up: un veicolo utilizzabile, quindi, come city car o come un’auto adatta a scampagnate e ai viaggi in famiglia.

La carrozzeria è realizzata con materiali ultra leggeri e riciclati: i pannelli del cofano del tetto sono, per larga parte, in cartone alveolare riciclato disposto in una struttura a nido d’ape con pannelli di rinforzo in fibra di vetro. Gli pneumatici invece sono ibridi, in alluminio e acciaio. Mentre la forma del pianale di carico posteriore le conferisce effettivamente l’aspetto di un pick-up.

Anche gli interni della Citroen Oli sono concepiti nel rispetto della sostenibilità. Le superfici di parabrezza e lunotto sono ridotte. I sedili, dall’aspetto minimal, hanno lo schienale in materiale “a rete intelligente” e utilizzano complessivamente l’80% di parti in meno rispetto a un sedile tradizionale. Inoltre non è previsto– al momento- un sistema di infotainment: dunque effettivamente i comandi touch sono ridotti all’essenziale. In tal senso, è previsto un supporto per lo smartphone e due dock per altoparlanti bluetooth.

Infine, il pavimento interno è completamente lavabile e rivestito di uno strato di schiuma. L’obiettivo, anche in questo caso, è quello di ridurre il peso dell’auto persino nelle sue componentistiche.

Quanto costa questo Suv elettrico? Le previsioni

Come vi abbiamo anticipato, questo prototipo di “auto elettrica del futuro” vedrà la luce, secondo le stime, entro il 2030.

L’obiettivo della casa automobilistica francese è quello di ottimizzarne decisamente il rapporto qualità prezzo. Il costo di mercato, nelle previsioni, si aggira intorno ai 20mila dollari statunitensi. Pari a circa 18.500 euro, secondo il tasso di cambio attuale.

In attesa di scoprire se la Citroen Oli circolerà su strada entro il prossimo decennio, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale per tutte le novità e gli aggiornamenti.