L’Olympiastadion di Berlino è il principale stadio della capitale tedesca: ospiterà diverse partite di Euro 2024, compresa la finale. Ecco tutte le informazioni per programmare una visita nell’impianto.

Tra gli stadi di Euro 2024 in cui si disputeranno i match del torneo- che si svolgerà in Germania dal 14 giugno al 14 luglio- non poteva certo mancare l’Olympiastadion di Berlino.

Le 24 squadre qualificate per la manifestazione giocheranno diverse partite nell’impianto della capitale- che è ovviamente tra le dieci città che ospiteranno gli Europei di calcio– tra cui anche la finale che consegnerà l’ambita coppa.

In questo approfondimento andiamo alla scoperta di questo affascinante stadio, dalla sua storia alle informazioni pratiche su come raggiungerlo e organizzare una visita al suo interno.

La storia dell’Olympiastadion di Berlino

Edificato per i giochi olimpici del 1936 nella parte occidentale della città, l’Olympiastadion rimane il principale stadio di Berlino. Fu lo scenario delle straordinarie prestazioni dell’atleta americano Jesse Owens, che vinse quattro medaglie olimpiche sotto lo sguardo incredulo degli ufficiali nazisti assertori della supremazia della razza bianca. Ospitò anche la finale del Mondiale di Calcio del 1974, dove l’Italia guidata da Pozzo ottenne una sola vittoria risicata sull’Austria.

Lo stadio non ha subito interventi significativi fino al 2000. I lavori di rinnovamento si sono conclusi nel 2004. Hanno preservato il valore storico dell’edificio e, allo stesso tempo, hanno dato spazio alle concezioni più moderne tipiche dell’architettura tedesca dell’ultimo decennio. Nel 2006 è stato il palcoscenico della memorabile finale dei Mondiali di calcio tra Italia e Francia, conclusasi con la vittoria della Nazionale azzurra ai calci di rigore: un evento che resta tra i più seguiti di sempre in televisione.

L’Olympiastadion ha ospitato una serie di eventi di spicco, tra cui il concerto di Madonna, i campionati mondiali di atletica leggera del 2009- durante i quali il velocista giamaicano Usain Bolt ha infranto i record mondiali nei 100 e nei 200 metri- e il concerto del 2015 della leggendaria band australiana AC/DC.

Visita all’Olympiastadion: orari e biglietti

Dal suo rilancio- nell’agosto 2004- l’Olympiastadion attrae annualmente oltre 300.000 visitatori da tutto il mondo: può essere considerato, di diritto, uno dei luoghi più frequentati di Berlino. Dal 1° agosto 2011 è anche possibile esplorare l’Olympiapark e visitare le esposizioni presso la Langemarckhalle. O godersi la vista panoramica dalla sommità della torre Glockenturm.

I visitatori possono scoprire lo stadio autonomamente o partecipare a un tour guidato. Le guide esperte raccontano la storia dello sport tedesco, dello stadio e dell’Olympiapark. Durante i tour guidati è possibile accedere ad aree normalmente non aperte al pubblico, inclusi gli spogliatoi dell’Hertha Berlino, squadra che gioca nello stadio dal 1963.

Per quanto riguarda orari e biglietti, il consiglio è di consultare il sito ufficiale dell’Olympiastadion, dove è possibile trovare tutte le informazioni precise per pianificare il tour.

Come raggiungere l’Olympiastadion di Berlino

Esistono diverse modalità per raggiungere Berlino. La via più rapida è sicuramente l’aereo, soprattutto se si parte dall’Italia. Optando per una compagnia aerea low cost è possibile prenotare un volo in app e atterrare all’Aeroporto di Brandeburgo, situato a circa 40 km a Sud della capitale tedesca.

Chi preferisce viaggiare in treno può scendere alla stazione di Monaco di Baviera e da lì prendere un convoglio diretto per Berlino. Infine, chi vuole spostarsi in auto deve considerare che- per citare un esempio- il tragitto da Roma a Berlino può durare circa 14 ore.

Per raggiungere l’Olympiastadion di Berlino è possibile utilizzare diversi mezzi pubblici. La capitale tedesca è infatti annoverata tra le città con il miglior trasporto pubblico al mondo. Tra le soluzioni, si possono considerare:

  • Metro: fermata U Olympia-Stadion, distante dieci minuti scarsi a piedi dallo stadio;
  • Bus: fermate Flatowallee Olympiastadion, Ragniter Allee e Mohrunger Allen, tutte sempre a circa dieci minuti di camminata.

In alternativa per le strade della capitale tedesca sono disponibili anche altri servizi di mobilità: monopattini, scooter e mezzi in sharing.