Per i mezzi pubblici di Milano, come ogni anno, si avvicina l’entrata in vigore dell’orario estivo di ATM, l’azienda partecipata del Comune che gestisce il TPL nel capoluogo lombardo e in altri 95 centri dell’hinterland. Scopriamo quali novità ci saranno.

A partire da martedì 1° luglio 2024, presso le fermate di metro, tram e bus oltre che sul sito istituzionale della società, i nuovi orari saranno resi disponibili per essere consultati dagli utenti. Rispetto al passato, sono stati posticipati per venire incontro alle esigenze di chi rimane in città, facilitando il più possibile l’utilizzo del TPL.

Orario estivo ATM: quando inizia e quando finisce

Nel nuovo orario estivo di ATM, è necessario fare una distinzione tra linee di superficie e metropolitana. Ci sono infatti alcune lievi differenze di data.

Per quanto riguarda tram, filobus e bus, l’orario è vigente dal 1° luglio fino a domenica 7 settembre. Il tutto il concomitanza con l’avvio dei cantieri relativi alla riqualificazione di Piazza XXIV Maggio e i lavori di prolungamento della M5 in Via Farini.

Nelle linee metro M1, M2 e M3, invece, l’orario estivo inizia venerdì 5 luglio per terminare domenica 31 agosto. Diverso il discorso per la M5. Questa linea effettua il servizio con gli orari ordinari fino al 4 agosto, per poi passare all’orario festivo fino al 29 agosto. Nessuna comunicazione riguardo alla metro M4, già interessata da periodiche chiusure per collaudo.

A cosa serve l’orario estivo ATM?

ATM, anche tenuto conto del minor numero di passeggeri da trasportare durante i mesi d’estate, sceglie di rimodulare il suo servizio in questo periodo. Tra le finalità c’è quella di creare maggior spazio e tempo da destinare ai lavori di manutenzione annuale sui veicoli e sulle linee.

Le corse della metro sono già state ridotte dal 10 giugno, in seguito alla conclusione dell’anno scolastico. In questo caso le attese si allungano di due o tre minuti, rispetto a quanto avviene di consueto. Allo stesso modo, fino a settembre si sospendono le frequenze invernali aggiuntive delle linee suburbane dei bus, come la 708. Si tratta di percorsi che includono fermate nei pressi di scuole e istituti.

Muoversi a Milano: sempre meglio con i mezzi

Le persone che scelgono di utilizzare d’estate metro, tram o bus per muoversi a Milano, che resta sempre la soluzione più consigliata in un’ottica di mobilità sostenibile, sono quindi invitate a prestare attenzione a tali variazioni di orario e frequenza. Per ottimizzare ulteriormente i tempi, esiste la possibilità di acquistare digitalmente i biglietti ATM.

Spostarsi con la propria auto privata, infatti, oltre che cattiva pratica dal punto di vista delle emissioni inquinanti e delle finanze personali, incontra ostacoli come le restrizioni di accesso alle aree B e C e la difficoltà di trovare parcheggio a Milano, soprattutto nelle zone più centrali.

ATM: la rete del trasporto pubblico milanese

Interamente controllata dal Comune di Milano, ATM copre il servizio di trasporto pubblico su un’area popolata da oltre 3,3 milioni di abitanti. Gestisce le attuali cinque linee della metropolitana, 17 linee dei tram (una vera e propria icona della città), 4 di filobus e 120 di autobus urbani.

ATM si occupa anche del bike sharing, cioè uno dei servizi di micromobilità elettrica presenti in città, della gestione della sosta a pagamento sulle strisce blu e dei parcheggi di interscambio e di altre infrastrutture come la funicolare Como-Brunate e quella del Sacro Monte di Varese.