Il Palio del Vecchio Mercato di Montebelluna, in provincia di Treviso, in Veneto, alla sua XXXIII edizione, dal 30 agosto al 4 settembre, anima la città con manifestazioni culturali e musicali.

Il Palio affonda le radici in un passato lontano e quest’anno celebra anche i 150 anni dall’istituzione del mercato in piano della città. Una festa ecosostenibile perché plastic free, orientata alla sensibilizzazione sul problema dell’inquinamento.

Le origini del Palio del Vecchio Mercato

La città di Montebelluna celebra in questi giorni la XXXIII edizione del Palio del Vecchio Mercato. Questa affascinante manifestazione, che termina oggi 4 settembre, nasce nel 1990 e richiama alla memoria quel percorso antico che ancora oggi congiunge il Nuovo Mercato con il Vecchio Mercato. In passato, quest’ultimo era situato sulla sommità del Colle di Mercato Vecchio, agendo come una sorta di torre di avvistamento per avvertire i castelli delle Diocesi di Treviso e di Asolo dell’arrivo di orde barbariche provenienti dalla Valle del Piave.

Sebbene il Mercato Vecchio sia stato istituito prima dell’anno Mille, è stato solo dopo il 1157 d.C. che ha acquisito maggiore rilevanza, quando l’imperatore Federico I divenne il feudatario di Montebelluna e lo aprì al commercio franco.

Nel lontano 1872, dopo molti secoli di storia, il Sindaco di Montebelluna, il conte Domenico Zuccareda, prese la decisione di spostare il tradizionale mercato che si teneva sul Colle, al piano, con l’obiettivo di agevolarne l’accesso ai carretti carichi di merci. Questa mossa segnò un momento di svolta, decretando l’avvento della Montebelluna moderna.

Il Palio coinvolge l’intera città e, ogni prima domenica di settembre, vede la partecipazione attiva delle undici Contrade di Montebelluna, le quali si sfidano trainando un carro carico di merci lungo il percorso prestabilito, partendo da piazza Colonna e dirigendosi verso il centro della città. Il giudizio di una giuria composta da esperti è determinante per attribuire il titolo alla migliore sfilata del Palio.
Alla fine della competizione, dopo la dichiarazione dei vincitori, le contrade partecipanti si scambiano i propri prodotti caratteristici in un gesto simbolico di fratellanza e chiusura delle rivalità competitive.

Ultimo giorno del Palio del Vecchio Mercato

Nei giorni scorsi, Montebelluna è stata il teatro di diversi eventi legati al Palio: la consegna delle chiavi della città al presidente dell’ente Palio, l’esibizione delle 11 damigelle delle contrade con dall’elezione della damigella della XXXIII edizione, la presentazione delle squadre, le qualifiche per il Palio e gli spettacoli musicali.

Ieri, 3 settembre, ha preso luogo la gara vera e propria, che ha visto la vittoria della contrada Centro-La Pieve (è possibile rivedere la gara sul sito ufficiale del Palio del Vecchio Mercato di Montebelluna).

Oggi, continuano gli eventi che si concluderanno alle 20.30 con la premiazione delle squadre maschili e femminili, e poi alle 23.30 con lo spettacolo pirotecnico.

Il Palio green e artistico

Oltre ad essere un momento di divertimento e condivisione, il Palio rappresenta anche un’opportunità per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema dell’inquinamento. Durante questi giorni di festa, il progetto “Plastic Free” ha permesso di ridurre considerevolmente l’uso della plastica nell’area gastronomica. Ad esempio, grazie all’installazione di appositi erogatori d’acqua, si è cercato di diminuire notevolmente l’utilizzo di bottigliette d’acqua.

Cosa Vedere a Montebelluna

Tanti sono i borghi del Veneto che meriterebbero una visita, ma questa regione è ricca anche di affascinanti città, grandi e piccole. Una di queste è Montebelluna. Questa località pittoresca, circondata dalle colline e abbracciata dalle Prealpi Venete, offre una combinazione unica di storia, cultura e bellezze naturali.

Uno dei luoghi più emblematici da visitare a Montebelluna è il suo centro storico, con le sue stradine acciottolate, gli edifici medievali ben conservati e la maestosa Piazza San Giovanni.

Per gli amanti della natura, Montebelluna offre anche molte opportunità di escursioni. Le colline circostanti sono ideali per passeggiate panoramiche e attività all’aria aperta. Potete visitare il Parco dei Monti e dei Colli di Asolo per godere di viste mozzafiato sulla campagna circostante.

Inoltre, Montebelluna è famosa per la sua tradizione calzaturiera, con numerose fabbriche di scarpe e negozi specializzati dove è possibile acquistare calzature di alta qualità a prezzi convenienti.

Come arrivare a Montebelluna

Le soluzioni per arrivare a Montebelluna, sono diverse:

  • In auto: prendere l’autostrada A4 in direzione di Venezia, quindi passare a A27 in direzione di Belluno e uscire a Montebelluna. In base alla provenienza, il viaggio può essere più o meno lungo, quindi è bene fare il pieno e, per velocizzare i tempi, pagare il carburante tramite app;
  • In treno: ci sono diversi treni regionali che collegano Montebelluna a Treviso e Venezia.

Se decidete di esplorare il Veneto in auto, potete rendere