Conoscere dove parcheggiare a Torino è essenziale, se si arriva in auto in una delle principali aree metropolitane italiane. Il capoluogo del Piemonte è il quarto comune del paese per popolazione.

Torino è un grande centro urbano di respiro internazionale che attira persone mosse da molteplici interessi: dai turisti in visita alla Mole Antonelliana (il simbolo della città), al Museo Egizio, alla Basilica di Superga e alle antiche residenze sabaude, fino agli eventi sportivi e fieristici; dalle istituzioni scientifiche e culturali alla sua tradizione industriale. Quindi, per un residente, un pendolare o un visitatore, trovare parcheggio a Torino, soprattutto in centro, richiede di essere informati sul funzionamento del sistema della mobilità locale e sulla disciplina della sosta.

Spostarsi a Torino con i mezzi pubblici, in realtà, è la soluzione migliore dal punto di vista della sostenibilità, ma se si decide di andare qui in auto bisogna fare attenzione ai parcheggi e alle restrizioni al traffico, come ad esempio la ZTL Centrale presidiata da varchi elettronici.
A Torino sono presenti diverse tipologie di parcheggi, che si possono suddividere tra quelli in struttura e quelli a bordo strada (strisce blu se a pagamento, bianche se gratuiti). Pressoché tutti sono ben connessi alla rete del trasporto pubblico locale, per facilitare l’interscambio.

Scopriamo ora le soluzioni per parcheggiare a Torino e come farlo nelle zone nevralgiche della metropoli piemontese.

Parcheggi in struttura a Torino: quali sono

Per gli automobilisti che hanno esigenza di sostare a Torino per una durata di una certa lunghezza, la soluzione più indicata è quella di lasciare l’auto in uno dei numerosi parcheggi in struttura, oppure in quelli in aree perimetrate accessibili tramite sbarra automatica. Tali parcheggi, pubblici o privati, coperti o scoperti, si trovano sia in pieno centro sia nei pressi di grandi infrastrutture quali stazioni ferroviarie, aeroporti, caselli autostradali, ospedali o altri snodi della città. Hanno una tariffa oraria in genere variabile, sono aperti 24 ore o quasi e propongono agevolazioni per la sosta giornaliera e abbonamenti di durata settimanale e mensile.

Molti sono convenzionati con il servizio Parcheggi di Telepass, incluso in tutte le offerte. In essi l’accesso e l’uscita funzionano esattamente come il telepedaggio in autostrada.

Questi sono i parcheggi convenzionati Telepass a Torino:

  • CTO Torino;
  • Galileo Ferraris;
  • Palestro;
  • Multipiano Aeroporto Torino Caselle;
  • Multipiano Corso Stati Uniti;
  • Multipiano Piazza Emanuele Filiberto;
  • Torino Centro Palatino;
  • Torino Porta Nuova;
  • Vittorio Park.

Parcheggi in strada a Torino: strisce blu

Se ci si trova a Torino per una sola giornata o per poche ore, la sosta a pagamento sulle strisce blu può essere la soluzione più indicata. Da ricordare che il costo e la modalità di parcheggio possono variare in base alla zona, al giorno e all’orario, quindi è opportuno controllare sempre la segnaletica verticale più vicina al punto in cui lasci l’auto. Non solo: soprattutto se si parcheggia lontano dal centro, è indicato verificare che il proprio luogo di sosta sia a breve distanza da una fermata di metro, bus o tram.

Le strisce blu a Torino sono in vigore dal lunedì al sabato dalle ore 8:00 alle 19:30 e propongono quattro differenti tariffe:

  • ZTL Centrale: 2,80 € all’ora;
  • Tariffa ordinaria: 1,70 € all’ora
  • Tariffa ridotta: 1,50 € all’ora;
  • Tariffa smart: 1,20 € all’ora.

Nelle aree ospedaliere di Torino (Oftalmico, Valdese, Maria Vittoria, Molinette, Mauriziano, San Giovanni Vecchio, Gradenigo) il termine della sosta a pagamento è anticipato alle ore 18:30.

Le strisce blu sono gratuite la domenica e nei giorni festivi, salvo se diversamente indicato sulla segnaletica. Inoltre, lo sono sempre per disabili con contrassegno, medici di base con almeno 30 pazienti residenti nella zona a pagamento e ASL per visite ed esami domiciliari, persone sottoposte a particolari trattamenti sanitari. Normalmente, durante le due settimane centrali di agosto il pagamento delle strisce blu viene sospeso, con giorni e modalità che cambiano di anno in anno.

Parcheggi in strada a Torino: strisce bianche

In varie zone di Torino esiste la possibilità di parcheggiare gratuitamente in aree dove gli stalli di sosta sono identificati dal colore bianco. A sud del centro, presso lo Stadio Olimpico Grande Torino, sono disponibili i parcheggi gratuiti di Corso Montelungo (300 posti nel tratto tra Corso IV Novembre e Piazzale Costantino il Grande) e dell’ex area Giostrai (500 posti, sempre con accesso da Corso Montelungo). Non lontano, altri posti sono ubicati intorno alla stazione ferroviaria Lingotto e nel quartiere residenziale di San Paolo (zona Corso Lione e Parco Ruffini).

Spostandosi nel quadrante ovest, parcheggi gratuiti non mancano nelle zone residenziali di Pozzo Strada (vie interne tra Via Monginevro e Corso Peschiera) e Parella (Via Pacchiotti, Via Carrera). A nord, stalli di sosta liberi si trovano lungo Corso Cincinnato e Corso Lombardia e in generale a nord del fiume Dora, come nell’area di Corso Palermo.

Quanto costa parcheggiare a Torino

Le tariffe dei parcheggi a Torino sono variabili a seconda della tipologia e della zona. Sulle strisce blu, i costi vanno da un minimo di 1,20 € a un massimo di 2,50 € all’ora (il prezzo più alto è quello della ZTL Centrale).

Anche nei parcheggi in struttura i costi non sono molto differenti. Se i più economici partono da prezzo ancor più convenienti delle strisce blu (se ne trovano da 0,50 €, 0,80 € o 0,90 € all’ora), quelli più dispendiosi invece salgono fino a 3,00 € all’ora. In ogni caso, sono previste tariffe giornaliere agevolate.
I turisti che alloggiano in hotel o bed & breakfast in città, spesso possono usufruire di spazi riservati o parcheggi convenzionati con tariffe speciali riservate ai clienti.

All’Aeroporto di Torino Caselle la sosta breve va dai 2,50 € per i primi 20 minuti ai 42,00 € giornalieri, con primi 10 minuti gratuiti, mentre nei parcheggi lunga sosta i costi spaziano da 13,00 € per 1 giorno ai 91,00 € per 7 giorni, a seconda del regolamento di ogni struttura.

Come pagare il parcheggio a Torino

Ci sono vari metodi per pagare il parcheggio a Torino. La prima distinzione da fare è se si deve pagare la sosta in struttura (o nelle aree con sbarra di accesso) o quella a bordo strada.

Nel primo caso, sono disponibili in genere le seguenti modalità:

  • Parcometri: presenti soprattutto nelle aree con sbarra, di norma accettano contanti e carte;
  • Casse automatiche: è utile controllare se accettano contanti (banconote o monete) o soltanto carte;
  • Casse manuali: qui si paga direttamente a un operatore;
  • Online: alcune strutture consentono di prenotare e pagare in anticipo il parcheggio attraverso il loro sito;
  • Telepass: come in autostrada, nei parcheggi convenzionati si può entrare e uscire più rapidamente, grazie al dispositivo Telepass. All’ingresso bisogna cercare le colonnine con il logo e prendere la corsia riservata, quindi rallentare quando si è vicino alla sbarra e transitare dopo il segnale acustico del dispositivo. L’addebito sul proprio conto avviene ogni tre mesi: dall’App Telepass è possibile controllare soste e spese.

Per la sosta a bordo strada (strisce blu), le opzioni sono tre:

  • Utilizzando i parcometri (si può pagare con i contanti o con la carta);
  • Direttamente tramite gli addetti al controllo della sosta;
  • Attraverso i voucher;
  • Usando l’App Telepass.

Torino centro, consigli su dove e come parcheggiare

Oltre alle strisce blu, per parcheggiare in centro a Torino sono disponibili diverse strutture. Tuttavia è necessario, in primis, prestare attenzione alla ZTL: alcuni parcheggi sono interni ad essa e richiedono di comunicare il numero di targa al personale della struttura, per evitare la sanzione.

Nel cuore della città, il principale parcheggio è Roma-San Carlo-Castello, grande struttura dotata di 802 posti. Gli ingressi veicolari sono in Piazza Castello (angolo Via Viotti), Piazza Carlo Felice e Via Gobetti e le uscite in Piazza Carlo Felice, Via XX Settembre e Via Viotti.

A breve distanza, con ingresso e uscita su Via Porta Palatina, c’è il Parcheggio Santo Stefano che contiene 377 posti, mentre il Multipiano Porta Palazzo, che si affaccia sul mercato all’aperto più grande d’Europa, contiene 870 posti e il Parcheggio Emanuele Filiberto ne dispone di 210. Altri 110 posti sono ubicati nel parcheggio di Piazza della Repubblica.

Più distante, nelle vicinanze dell’ospedale Gradenigo, è il Parcheggio Fontanesi con 362 posti.

Dove parcheggiare a Torino vicino al Museo Egizio

Il Museo Egizio, il più importante al mondo dopo quello del Cairo tra quelli dedicati all’Antico Egitto, è uno dei principali poli di attrazione di Torino. Trovandosi in centro, l’ideale è raggiungerlo a piedi e con i mezzi pubblici: tuttavia la zona è ricca di parcheggi. Per quanto riguarda quelli in struttura, il più vicino è il Parcheggio Giolitti, dotato di 280 posti. Poco distante, in Via San Francesco da Paola, si trova il Parcheggio Valdo Fusi, con 458 posti.

Leggermente più lontano è il Vittorio Park in Piazza Vittorio Veneto, con 618 posti auto, ideale per raggiungere in breve tempo anche la Mole Antonelliana.

Anche in questo caso alcuni parcheggi, situati all’interno della ZTL, richiedono di comunicare il numero di targa al personale della struttura per evitare la sanzione.

Torino Porta Nuova, dove parcheggiare

Nel caso ci sia esigenza di parcheggiare vicino alla stazione ferroviaria di Torino Porta Nuova, oltre alle strisce blu nelle vie e piazze adiacenti si può fare affidamento su varie soluzioni in struttura.

Il principale parcheggio a servizio dello scalo è il Torino Porta Nuova-FS Park, che mette a disposizione 232 posti. A pochi metri il Parcheggio Re Umberto con 126 posti. Allontanandosi un po’ si raggiunge il parcheggio interrato di Corso Stati Uniti. In Corso Giacomo Matteotti è il Parcheggio Galileo Ferraris, 305 posti.

Ulteriori soluzioni sono i parcheggi Bodoni (475 posti), Cernaia (94 posti), Rattazzi (60 posti) e San Salvario (100 posti).

Torino Porta Susa, dove parcheggiare

Se c’è bisogno di parcheggiare vicino alla stazione ferroviaria di Torino Porta Susa, la seconda della città e servita anche dai treni ad alta velocità, sono presenti in zona almeno tre strutture per la sosta.
Il parcheggio Palestro in Via Antonio Bertola mette a disposizione un totale di 121 posti auto. Si trova esternamente alla ZTL e la stazione dista 5 minuti a piedi. Il parcheggio del Palagiustizia, con ingresso in Corso Vittorio Emanuele II e uscita in Via Cavalli 15/A, consta di 506 posti. A breve distanza è posizionato il parcheggio Bixio, con 266 posti.

Dove parcheggiare in zona Lingotto a Torino

A sud del centro di Torino e della stazione di Porta Nuova si estende il comprensorio del Lingotto, ex stabilimento industriale FIAT riconvertito a struttura polifunzionale per eventi e congressi. Nella zona ci sono anche vari ospedali ed è raggiungibile tramite la stazione Lingotto della metropolitana di Torino e da varie linee di autobus. In ogni caso, c’è ampia disponibilità di parcheggi.

Le principali strutture sono il parcheggio all’aperto Caio Mario da 430 posti, Ventimiglia da 312 posti, Molinette da 575 posti, Bacigalupo da 329 e Nizza-Carducci da 379.

Aeroporto Torino Caselle, dove parcheggiare

I parcheggi dell’Aeroporto di Torino Caselle, aperti tutti i giorni 24 ore, si suddividono in parcheggi per sosta breve e lunga. Quello per la sosta breve (Bye&Fly) è consigliato per soste fino a 1 ora e il pagamento può avvenire direttamente alla sbarra di uscita con Telepass, oppure alle casse automatiche con contanti, bancomat o carta di credito.

I parcheggi lunga sosta a Torino Caselle sono i seguenti:

  • P-A Lunga Sosta (135 posti);
  • P-B Comfort (180 posti scoperti);
  • P-C Low Cost (242 posti);
  • P-Multipiano Scoperto (479 posti al 5° piano).
  • P-Multipiano Coperto (1755 posti);
  • P-E Smart (75 posti scoperti).