Il Parco Nazionale Banff è la meta perfetta per scoprire la bellezza selvaggia e incontaminata della natura canadese. Il parco offre montagne imponenti perfette per il trekking, vallate remote, fiumi e un lago dalle acque verdi smeraldo. Mentre la fauna e la flora locali sono uno splendido esempio di biodiversità.

La storia del Parco Nazionale Banff inizia nel 1885, quando su una superficie di appena 26 km quadrati- a ridosso di una delle sorgenti termali- viene istituito quello che è il primo parco nazionale del Canada. Da allora, si è espanso fino a coprire 6.641 km quadrati di area protetta nelle Montagne Rocciose Canadesi.

Oltre a panorami davvero mozzafiato, a colpire i visitatori ci pensano anche le acque smeraldine del Lake Louise site nei pressi dell’omonima cittadina, così come le incantevoli distese floreali dei prati a Sunshine Meadows.

I più avventurosi possono invece esplorare i tanti laghi lungo la Icefields Parkway, mentre i mesi invernali sono perfetti per scalare cascate di ghiaccio e scoprire gli impressionanti ghiacciai di questo territorio selvaggio.

Parco Nazionale Banff: i luoghi e gli itinerari più belli

Banff è sicuramente tra le destinazioni più amate da chi è in cerca degli itinerari più selvaggi che la natura ha da offrire. Tuttavia, questo parco nazionale ha molto da offrire anche a coloro che vogliono semplicemente ritagliarsi un momento di pace e relax fuori dalle grandi città. Oltre alle già citate cascate di ghiaccio, l’inverno è perfetto anche per sciare e fare eliski ad alta quota.

Al contrario, l’estate è il momento ideale per praticare sport acquatici come canoeing o rafting nei fiumi e laghi della zona, ma anche arrampicata e birdwatching. Cosa aspetti a prenotare il volo? Basta scendere al vicino aeroporto di Calgary, noleggiare un’auto e iniziare ad esplorare!

Ma vediamo quali sono le mete e gli itinerari assolutamente da non perdere.

Lake Louise – Escursione attorno al lago

Un giro intorno a Lake Louise è praticamente d’obbligo. Il lago offre scorci meravigliosi sulle sue acque color smeraldo e sulle vette che lo circondano. Da qui partono anche diversi sentieri escursionistici adatti anche ai meno esperti. Un percorso molto battuto è quello ad anello seguendo la riva del lago: dura poco più di due ore e parte dalla stazione dei treni di Lake Louise, dove è presente anche un parcheggio.

Monte Assiniboine – Ghiacciai e cascate di ghiaccio

Per un’esperienza un po’ diversa ma indimenticabile, si consiglia di partecipare a un tour in elicottero sorvolando i pendii del Monte Assiniboine, noto come il “Cervino canadese”. La vista sui ghiacciai e le cascate di ghiaccio della zona si presta bene a essere immortalata in incredibili fotografie.

Altrimenti, durante la bella stagione si può esplorare Assiniboine anche attraverso i tanti sentieri escursionistici segnalati. Tra i più consigliati c’è un percorso ad anello di 4,5 km situato vicino a Radium Hot Springs. È un itinerario abbastanza facile, con un tempo medio di completamento di un’ora mezza circa. Si tratta di un’area molto popolare tra i campeggiatori, quindi è probabile che sia piuttosto trafficata.

Sunshine Meadows – Passeggiare tra i laghi

Un altro itinerario imperdibile è quello che porta i turisti alla scoperta di tre laghi alpini incontaminati: Larx, Grizzly e Rocky Isle. Lungo il percorso ci sono diverse piattaforme panoramiche che offrono una vista a 360 gradi sul paesaggio e le montagne circostanti. Il percorso inizia dal Sunshine Ski Hill, dove partono delle ovovie che salgono fino a 2.400 metri.

Da qui si passa attraverso boschi di larici e campi fioriti, in un percorso a otto che circonda i tre laghi. Al ritorno, basta riprendere l’ovovia e riscendere a valle.