La capitale della Francia si prepara a vivere uno degli eventi più grandi di sempre: ecco come immergersi nella magica atmosfera delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi. 

Preparati a scoprire una Parigi davvero inedita: in concomitanza con i Giochi Olimpici (dal 26 luglio all’11 agosto 2024) e le Paralimpiadi (dal 28 agosto all’8 settembre 2024), la Ville Lumière cambia volto e si appresta ad accogliere l’arrivo di 16 milioni di persone in appena 17 giorni.
Un evento epocale che anche i turisti e gli appassionati aspettano con impazienza, visto che i primi biglietti aerei sono stati prenotati con 8 mesi di anticipo rispetto all’inizio della manifestazione.
In questa guida trovi qualche spunto per vivere pienamente questi giorni di grande entusiasmo, mettendo in conto che, inevitabilmente, saranno anche di grande caos.

Dove si svolgono i Giochi Olimpici: protagonista tutta Parigi

Le Olimpiadi sono un’occasione imperdibile per respirare un’atmosfera che vede come primo evento rivoluzionario proprio la cerimonia di apertura del 26 luglio 2024 (ore 19.30), che non si terrà all’interno di uno stadio, ma lungo la Senna, con gli atleti e le loro delegazioni che sfileranno a bordo di barche customizzate per 6 chilometri dal Pont d’Austerlitz fino al Trocadéro, accompagnati da ali di folla sulle banchine (gratuite le superiori, sold out le inferiori) e 80 maxischermi distribuiti lungo il percorso: si prevedono più di 600.000 spettatori per quella che viene definita l’inaugurazione Olimpica più grande mai tenuta.
La parata sarà il preludio a dei Giochi completamente inseriti nel contesto urbano, con le competizioni che si svolgeranno nelle aree dove si trovano alcune delle più celebri attrazioni della città. Essere a Parigi questo agosto significherà vedere incontri di scherma e taekwondo all’interno del rinnovato Grand Palais, di tiro con l’arco nel verde parco davanti all’Hôtel des Invalides o di ciclismo, triathlon e nuoto di fondo da Pont Alexandre III. Un’arena temporanea da 12.860 spettatori è stata installata nei giardini del Champ de Mars, con vista sulla Tour Eiffel, per ospitare le partite di beach volley e neppure la Reggia di Versailles è potuta sfuggire a questa sportivizzazione: grazie a strutture temporanee poste nei giardini, sarà il regno del pentathlon moderno e delle gare di equitazione.

Come vivere i Giochi anche senza biglietto: maxischermi e iniziative gratuite

Di biglietti per assistere alle competizioni, e alle gare degli Azzurri, ne sono già stati venduti più di 8 milioni. Quelli rimasti sono pochi e i prezzi esorbitanti (più di 400 euro per una partita di tennis), con il continuo proliferare di siti fake dove le truffe sono assicurate. Se non sei munito di ticket, quindi, il consiglio è quello di non provarci all’ultimo minuto: a Parigi lo spirito dei Giochi potrai respirarlo grazie alle tante attività pensate appositamente per cittadini e turisti. Durante tutta la durata delle Olimpiadi, infatti, grazie al programma di Paris fête les Jeux, la città sarà costellata di fan zones con maxischermi per tifare, impianti sportivi per sentirsi dei veri atleti (ci si potrà cimentare praticamente in tutte le discipline olimpiche) e punti di ristorazione, dove poter bere e mangiare. Tre sono le location iconiche, che saranno dei veri e propri centri di festeggiamenti e celebrazioni:

Piazza dell’Hotel de Ville

Piazza dell’Hotel de Ville, Parigi

Con la sua Terrace de Jeux, la piazza dell’Hotel de Ville è il cuore dei Giochi dal 14 luglio all’8 settembre 2024. Qui verranno installati 2 maxischermi, sei aree sportive, ci saranno proposte per bambini, anziani e disabili, laboratori su tematiche ambientali e sociali e un’offerta di cibo per tutti i gusti e le necessità, come vegan e gluten free. Da non perdere le partenze delle maratone, il 10 e l’11 agosto, ma soprattutto l’arrivo della Fiamma Olimpica il 14 luglio, con l’apertura speciale del Municipio per poterla ammirare.

Champions Park al Trocadéro

Champions Park al Trocadéro, Parigi

Dal 29 luglio al 10 agosto 2024 (con chiusura il 2 e il 4), i giardini davanti alla Tour Eiffel si trasformeranno nell’area dove vengono premiati gli atleti, così il pubblico potrà assistere all’assegnazione delle medaglie e condividere le emozioni proprio con i diretti protagonisti. In più, ci saranno attività sportive e culturali, e verranno proiettate le finali delle gare. L’area può accogliere fino a 13 mila persone al giorno.

Parc de La Villette

Parc de La Villette, Parigi

Il Parc de La Villette diventa il Parco delle Nazioni, ovvero la sede di tante federazioni sportive tra cui quella francese, che avrà il suo quartiere generale nella Grand Halle. All’interno dei padiglioni progettati appositamente dagli studenti delle scuole nazionali di architettura francesi, si potrà così fare la conoscenza, tra le altre, delle “case” del Messico, della Mongolia, del Brasile o della Cina, che organizzano entrate gratuite o a pagamento.

Cosa fare e vedere a Parigi durante le Olimpiadi: tra spiagge urbane e mostre a tema

Cosa fare e vedere a Parigi durante le Olimpiadi: tra spiagge urbane e mostre a tema

Essere un turista a Parigi durante le Olimpiadi e le Paralimpiadi significa cogliere occasioni che nel resto dell’anno potrebbero non ripresentarsi. Per esempio, è possibile seguire i Giochi in riva al “mare”, ovvero prendendo il sole sulle tre spiagge urbane dell’iniziativa Paris Plages 2024, che trasmettono gratuitamente le competizioni: scegli tra Rives de Seine (Parigi Centro), Canal Saint-Martin (10° arrondissement) e il Bassin de la Villette (19° arrondissement).
Un luogo emblematico della Ville Lumière è il suo giardino più antico, quello delle Tuileries (Jardin des Tuileries), un parco meraviglioso dove passeggiare rilassandosi tra fontane e viali alberati o sedersi sulle tante sedie a disposizione: dal 26 luglio all’11 agosto diventa ancora più bello con la Fiamma Olimpica, che verrà esposta proprio qui.
A tema sport olimpici, ti consigliamo di vedere due mostre in due location decisamente parigine. Al Louvre, fino al 16 settembre 2024, c’è Olympisme: une invention moderne, un héritage antique, un viaggio dalla Grecia Antica a Pierre de Coubertin, dove ammirare la Coppa Bréal, vinta dal primo trionfatore della maratona nel 1896, mai esposta a Parigi e in prestito dalla Fondazione Stavros Niarchos. Tra le mura del Pantheon, invece, puoi andare alla scoperta della storia dei Giochi Paralimpici con l’esposizione Histoires paralympiques: de l’intégration sportive à l’inclusion sociale (1948-2024).

Come muoversi a Parigi durante le Olimpiadi: la bicicletta al primo posto

Come muoversi a Parigi in occasione delle Olimpiadi

Dopo tutte queste good news, muoversi per la città potrebbe essere una nota dolente. Il suggerimento è quello di arrivare preparati, organizzando gli spostamenti a seconda del tempo di permanenza, per capire l’opzione più conveniente, soprattutto da un punto di vista economico.

Mezzi pubblici

I prezzi dei biglietti dei trasporti dal 20 luglio all’8 settembre aumentano. Il ticket singolo della metropolitana passa da 2,15 euro a 4, così come si alza quello del carnet 10 corse, che arriva a 32 euro. Per i Giochi è stato messo a punto il Pass Paris 2024, che consente di viaggiare sia a Parigi sia ovunque nell’Ile-de-France su tutti i mezzi di trasporto pubblico (no treni TGV) con un abbonamento da 1 a 7 giorni (costo base di 16 euro al giorno) che copre le zone 1-5 della città e permette di usufruire anche degli shuttle per l’aeroporto Charles de Gaulle (RoissyBus) e Orly (Orlybus). Il suggerimento, inoltre, è quello di affidarsi all’app del sito ufficiale della RATP, per vedere eventuali modifiche di orario e la chiusura di fermate in concomitanza delle attrazioni vicine a dove si svolgono le competizioni.

Auto

Chi arriva in automobile a Parigi dovrà fare i conti con molte strade chiuse e corsie dimezzate, in quanto preposte esclusivamente per gli atleti, il loro staff e per i servizi di sicurezza ed emergenza. La soluzione in questo caso è unanime: armarsi di pazienza. Per gli addetti ai lavori, ma anche per gli spettatori, Toyota fa scendere in campo una flotta di veicoli 100% elettrici, per contribuire all’obiettivo della carbon neutrality entro il 2040.

Bicicletta

L’opzione più snella (ed ecologica) è quella di pedalare con Velib’: l’amministrazione comunale, infatti, ha incentivato la mobilità sostenibile mettendo a disposizione 3000 bici elettriche in più a noleggio, implementando 60 km di piste ciclabili e aprendo alle biciclette tutti i siti olimpici.