I dintorni di Milano accolgono tante località perfette per un’allegra gita fuori porta. Se molti milanesi decidono di trascorrere le ferie pasquali nel capoluogo lombardo, tanti altri preferiscono passare la Pasquetta in campagna o al lago, senza allontanarsi troppo.

Dopo una giornata di celebrazioni religiose e di pranzi luculliani è liberatorio allontanarsi dalla città per fare un’escursione rilassante insieme alla famiglia o agli amici.

Nonostante le previsioni meteo per il weekend di Pasqua segnalino nubi e rovesci sparsi al Nord, ciò non impedisce agli amanti delle scampagnate di programmare un Lunedì dell’Angelo lontano dal grigiore e dalla confusione dei centri urbani.

Chi non ha idee per festeggiare la Pasquetta, può lasciarsi ispirare da queste 5 attività mordi e fuggi che si possono fare in una giornata.

Cosa fare vicino Milano per Pasquetta?

La Lombardia è una Regione ricca di bellezze paesaggistiche, culturali e artistiche. Partendo da Milano è veramente semplice raggiungere diverse località rinomate in poco meno di un’ora. Soprattutto grazie all’efficienza dei collegamenti ferroviari impiegati per il turismo di prossimità.

Le cose da fare nei dintorni della città meneghina sono tante e capaci di soddisfare ogni gusto. Dalle gite in montagna in Lombardia, fino alle visite dei più bei borghi della regione, puoi rendere il tuo Lunedì dell’Angelo 2024 ricco di esperienze uniche ed entusiasmanti.

Gita al Lago Maggiore per passare la Pasquetta, circondati da un paesaggio mozzafiato

Una delle più classiche gite di Pasquetta dei milanesi è quella al Lago Maggiore. Le Isole Borromee custodite al suo interno sono dei piccoli gioielli che attirano ogni anno centinaia di visitatori, soprattutto durante la stagione primaverile.

Con le sue sponde che toccano la Lombardia, il Piemonte e la Svizzera, il Lago Maggiore dista circa 88 Km dal capoluogo lombardo e, in auto, è raggiungibile in poco meno di 2 ore.

Con ben 11 isole- di cui una in Lombardia- questo luogo accoglie diverse bellezze paesaggistiche, come gli scogli chiamati Castelli di Cannero, e architettoniche, come la Rocca di Arona, il Castello Visconteo di Locarno e il celebre Palazzo Borromeo, quest’ultimo situato sull’Isola Bella.

Pasquetta culturale scoprendo le città d’arte vicino Milano

Le vacanze pasquali nelle città d’arte sono sempre più apprezzate e Milano ha la fortuna trovarsi a pochi passi da diverse località di grande pregio artistico e culturale.

Chi ha voglia di spostarsi e approfondire la conoscenza della Lombardia, può recarsi a:

  • Bergamo (circa 51 Km di distanza da Milano), per vedere il Palazzo del Podestà, le Mura veneziane, i Castelli di Bergamo e la splendida Accademia Carrara, considerata una delle 10 migliori pinacoteche italiane;
  • Monza (circa 21 Km di distanza da Milano), per visitare la raffinata Reggia, il maestoso Duomo, che custodisce al suo interno la Corona Ferrea, e per fare una passeggiata lungo il monumentale Ponte dei Leoni;
  • Pavia (circa 46 Km di distanza da Milano), per ammirare la splendida Certosa, il Castello Visconteo e fermarsi per una merenda presso la Piazza della Vittoria;
  • Lodi (circa 40 Km di distanza da Milano), per vedere il curioso Museo della Stampa, il Tempio dell’Incoronata e per assaggiare le specialità gastronomiche locali, come il formaggio Pannerone.

Esplorando i dintorni di Milano in bici, lungo affascinanti ciclovie

Gli appassionati di cicloturismo possono smaltire il pranzo di Pasqua lungo alcuni dei più bei itinerari ciclabili nei pressi di Milano.

Da menzionare, in particolare:

  • Ciclabile Naviglio Martesana: lunga 35 Km, parte dal centro città e arriva a Trezzo sull’Adda. Segue in parallelo il vecchio Naviglio Martesana e attraversa alcuni quartieri milanesi, come Ponte Nuovo e Cascina Gobba, per poi inoltrarsi nella campagna in prossimità di Cernusco sul Naviglio;
  • Ciclabile da Lainate a Panperduto: lunga circa 40 Km, consente di pedalare circondati da un paesaggio pastorale partendo dall’elegante Villa Litta di Lainate e attraversando Arconate e Tornavento, fino ad arrivare alla diga di Panperduto;
  • Ciclabile da Milano a Sesto Calende: si tratta di un percorso che parte dalla Darsena e che è lungo 73 Km. Si può comunque decidere di farne solo una parte, scegliendo Porta Ticinese come prima tappa. Itinerario silenzioso e tranquillo, in primavera è circondato da un paesaggio fiorito e permette di ammirare scorci meravigliosi.

Una passeggiata tra le vie dei borghi più belli nei dintorni di Milano

Chi ha deciso di esplorare antichi borghi per Pasqua e Pasquetta, nei pressi del capoluogo lombardo potrà trovare diversi centri abitati dalla ricca storia.

Ecco alcuni dei più visitati:

  • Morimondo, a 30 Km da Milano, è una caratteristica località che ha mantenuto l’aspetto medievale. Accoglie al suo interno la prima abbazia cistercense eretta in Lombardia;
  • Chiavenna, situato nell’omonima Valle, questo centro abitato è perfetto per trascorrere un Lunedì dell’Angelo immersi nella natura. Da visitare la Collegiata di San Lorenzo, edificio del V secolo di particolare pregio;
  • Cassinetta di Lugagnano, situato alle porte di Milano, è entrato nella classifica dei borghi più belli d’Italia e offre diverse attrattive, dalle “ville di delizia” alla Chiesa di Santa Maria Nascente e Sant’Antonio Abate.

Una gita con la famiglia alle oasi faunistiche nei pressi di Milano

Una gita a Pasquetta alle oasi faunistiche può essere un ottimo modo per praticare il turismo sostenibile e per imparare ad approcciarsi correttamente alla natura e alle biodiversità locali.

La Lombardia accoglie diverse oasi e, chi non vuole fare lunghi spostamenti, può trovare dei posti meravigliosi a pochi passi da Milano.

Le famiglie con bambini, ad esempio, possono recarsi nell’Oasi Le Foppe, che si trova nella campagna a ovest di Trezzo sull’Adda. Il sito comprende 11 ettari di territorio ed è caratterizzato da sedimenti argillosi e da “foppe”, cioè buche artificiali piene d’acqua. La zona è quindi ricca di piante acquatiche, di specie botaniche interessanti e anche di una variegata fauna. Da menzionare il falco pecchiaiolo, il martin pescatore, la volpe, la donnola e la faina.

Un’altra oasi molto bella è La Fornace, area protetta a Trezzo sull’Adda dal 2022. Attualmente in corso di rinaturalizzazione, si presenta come una zona capace di accogliere una ricca biodiversità.