Peccioli si aggiudica il titolo di Borgo dei Borghi 2024. Batte al fotofinish Badolato e Grazie. Il piccolo borgo in provincia di Pisa da stasera è ufficialmente il più bello d’Italia. 

Anche quest’edizione del Borgo dei Borghi ha regalato emozioni uniche. Nata come una “sana competizione tra territori”, questa manifestazione – promossa da Rai-Radiotelevisione italiana nell’ambito del programma tv di RaiTre “Il Kilimangiaro” – si è trasformata in un vero e proprio tributo all’autenticità, alla bellezza e all’eccellenza del patrimonio culturale italiano.
Da Nord a Sud, da Est a Ovest, accompagnati dalla conduttrice Camila Raznovich, abbiamo attraversato 20 regioni d’Italia, 20 piccoli borghi, 20 realtà diverse che hanno in comune la voglia di raccontarsi. E di lasciarsi scoprire.

Scopri tutto su Peccioli, il borgo che ha reinventato l’arte contemporanea

In questa magica sera di Pasqua, Peccioli ha vinto il titolo di Borgo dei Borghi 2024. Questo gioiello nel cuore della provincia di Pisa è stato appena incoronato in diretta tv, in prima serata su RaiTre. Nel corso di una rassegna che, mai come quest’anno, ha tenuto tutti col fiato sospeso fino all’ultimo minuto. Peccioli raccoglie il testimone di Ronciglione, borgo più bello del 2023.

La classifica finale del Borgo dei Borghi 2024

  1. Peccioli (Toscana)
  2. Badolato (Calabria)
  3. Grazie (Lombardia)
  4. Isola del Liri (Lazio)
  5. Montesano sulla Marcellana (Campania)
  6. Leporano (Puglia)
  7. Maratea (Basilicata)
  8. Arbatax (Sardegna)
  9. Castelvetro di Modena (Emilia-Romagna)
  10. Naro (Sicilia)
  11. Muggia (Friuli-Venezia Giulia)
  12. Guarene (Piemonte)
  13. Celle Ligure (Liguria)
  14. Petacciato (Molise)
  15. Torreglia (Veneto)
  16. Genga (Marche)
  17. Crecchio (Abruzzo)
  18. Stroncone (Umbria)
  19. Fontainemore (Valle d’Aosta)
  20. Caldes (Trentino-Alto Adige

Il regolamento del concorso

La Rai-Radiotelevisione italiana Spa trasmette su RaiTre tutte le domeniche, dalle 17.15 alle 18.55 il programma “Il Kilimangiaro”. A questo programma tv è stata abbinata, a partire dal 24 dicembre 2023, la manifestazione nella quale 20 borghi italiani – sottoposti al voto degli utenti web e di una giuria di esperti –  hanno gareggiato per aggiudicarsi il titolo di “Borgo dei Borghi 2024”.

Ogni borgo è stato presentato sul sito web dedicato alla rassegna attraverso un video, visibile in versione ridotta rispetto ai filmati andati in onda nelle puntate de “Il Kilimangiaro”.

È stato possibile votare il borgo più bello via web nel periodo compreso tra il 25 febbraio scorso e il 17 marzo.

Il “web-voting”: come si è votato online

Ecco come era possibile esprimere la propria preferenza via web:

  • Registrazione: per votare il Borgo dei borghi era necessario essere maggiorenni ed essere iscritti a RaiPlay. Gli utenti già in possesso delle credenziali potevano esprimere il voto dopo aver effettuato il login al sito e l’autenticazione. Quelli non ancora registrati, invece, hanno dovuto creare un’apposita utenza RaiPlay;
  • Modalità: era possibile votare una sola volta al giorno, esprimendo una sola preferenza sulle 20 diverse opzioni disponibili. Il sistema informatico non ha consentito agli utenti di esprimere più di un voto al giorno. Al termine della procedura di voto, gli utenti hanno ricevuto un messaggio di conferma inviato dal sistema. Il voto era gratuito;
  • Tempistiche: i voti validi sono stati espressi dalle 17.15 del 25 febbraio 2024 alle 23.59 del 17 marzo 2024. La classifica finale e la proclamazione del borgo vincitore è stata svelata nel corso della “prima serata speciale”, quest’anno in onda su RaiTre la domenica di Pasqua.

Chi sono i “giurati esperti”? Scopriamo per chi hanno votato

La “Giuria di esperti” è composta da tre personalità di chiara fama individuate dalla Rai a propria discrezione. Ciascun esperto può esprimere una sola preferenza nell’arco dell’intera durata della gara. Questa preferenza corrisponde a un bonus del 5%. Sono esclusi dalla Giuria tutti i soggetti che, a vario titolo, hanno intrattenuto rapporti o hanno ricevuto onorificenze da uno dei borghi in gara. Così come sono esclusi coloro i quali in passato e fino allo svolgimento della manifestazione sono stati candidati o espressione di un partito politico o di un movimento in uno dei territori in gara.

Il voto percentuale è ripartito in:

  • Giuria: 15% (5%+5%+5%) corrispondente alla somma dei voti di ciascun giurato;
  • Utenti web: 85%.

Viene proclamato “Borgo dei borghi” il territorio che all’esito delle votazioni raccoglie il maggior numero di voti in percentuale, nella somma tra quelli espressi via web e quelli della Giuria di esperti.

La Giuria di esperti di questa undicesima edizione era composta dalla chef Isabella Potì, dalla campionessa olimpica Manuela Di Centa e dal matematico, logico e saggista Piergiorgio Odifreddi, presidente della giuria di quest’anno.

La chef salentina Isabella Potì ha votato per Leporano. La sua scelta si è basata sul «connubio tra costa e beni culturali che caratterizzano il borgo,» così come ha rivelato nel corso della trasmissione. La campionessa Manuela Di Centa ha invece fatto leva sulla valenza culturale di Muggia, descrivendolo come «un borgo attraversato dalla storia.» Il Presidente della Giuria di quest’anno, Piergiorgio Odifreddi, ha espresso la propria preferenza per Maratea, «per il suo legame con la scienza.»

I borghi in gara quest’anno

Curiosi di scoprire tutti i borghi in gara quest’anno?

Eccoli, da Nord a Sud:

Tutti i vincitori delle edizioni precedenti

Ecco tutti i borghi che hanno vinto nelle edizioni precedenti:

  • 2023: Ronciglione (Viterbo);
  • 2022: Soave (Verona);
  • 2021: Tropea (Vibo Valentia);
  • 2019: Bobbio (Piacenza);
  • 2018: Gradara (PesaroUrbino);
  • 2018: Petralia Soprana (Palermo);
  • 2017: Venzone (Udine);
  • 2016: Sambuca di Sicilia (Agrigento);
  • 2015: Montalbano Elicona (Messina);
  • 2014: Gangi (Palermo).