Quasi tutti i lavoratori vivono con trepidante attesa il momento del loro pensionamento, magari sognando di trovare il giusto riposo su calde spiagge circondate dall’acqua cristallina. Niente di più facile! In questo articolo troverete la top ten dei paesi in cui godersi la pensione. Non vi resta che prenotare in app il volo e preparare i bagagli. 

Dopo una vita intera dedicata al lavoro, arriva finalmente il momento tanto atteso: quello della pensione. Questo fatidico traguardo, però, non deve essere vissuto con rassegnazione o con un senso di inutilità. Ma come un vero e proprio momento di meritato riposo, da affrontare senza preoccupazioni.  In cui potersi rilassare, con l’obiettivo di godersi ulteriori anni in serenità e in buona salute.

Certo, l’agognata pensione può essere un momento per spostarsi esplorando le mete imperdibili per i viaggiatori moderni.  Ma per alcuni, tuttavia, il pensionamento è diventato anche l’occasione per fare scelte radicali. Secondo il rapporto di Itinerari Previdenziali, infatti, nel 2022 i pensionati italiani residenti all’estero erano 371.585, di cui il 48% uomini e il 52% donne. Ma quali sono i paesi ideali per godersi la pensione?

Perché godersi la pensione all’estero? Ecco alcune ragioni

Negli ultimi anni un fenomeno è divenuto sempre più frequente: l’emigrazione dall’Italia verso altri Stati una volta raggiunta l’età pensionabile. Ma come mai i pensionati italiani scelgono di godersi la pensione all’estero? E, soprattutto, quali sono i paesi che preferiscono?

Il Global Retirement Index dà una risposta. Innanzitutto preferiscono località in cui il clima è più caldo per la vicinanza al mare e in cui il costo della vita è più basso. In più, alcuni paesi prevedono specifiche agevolazioni fiscali per i pensionati e consentono di accedere all’assistenza sanitaria senza sopportare costi eccessivi.

Infine, molti tengono presenti i costi degli alloggi e le proprie personali preferenze. Nella scelta del paese migliore per vivere la pensione entra in gioco infatti anche il sentimento. Se, come spesso accade, la preferenza è per le destinazioni al mare, allora probabilmente la decisione cadrà su alcune delle spiagge più belle al mondo. Se, invece, proprio non si riesce a rinunciare al fascino dei luoghi imperdibili in Europa, allora probabilmente la scelta andrà ad alcuni dei paesi inseriti in questa top ten delle mete per la pensione. Ecco le destinazioni in classifica.

La classifica dei 10 migliori paesi in cui godersi la pensione

Vediamo allora quali sono i 10 migliori paesi al mondo in cui godersi la pensione secondo l’Indice Globale Annuale delle Pensioni:

  1. Costa Rica: tra spiagge tropicali incontaminate e acque cristalline, questo paese è in cima alla classifica delle preferenze. Oltre alle biodiversità, sono molto apprezzati i due sistemi sanitari esistenti, quello pubblico e quello privato. Entrambi consentono assistenza qualificata senza spendere eccessivamente. Il costo della vita non è alto. In più, dal 1948 il Costa Rica ha abolito l’esercito, impegnando molte risorse economiche sull’istruzione;
  2. Portogallo: primo tra le mete europee in classifica, il Portogallo è noto per la bellezza delle sue coste e per il regime fiscale particolarmente conveniente. I cosiddetti “residenti non abituali”, infatti, pagano solo il 10% di tasse sulla pensione. Particolarmente apprezzate sono la sua capitale Lisbona e Obidos, la perla medievale del Portogallo;
  3. Messico: la maggior parte delle scelte dei pensionati ricade soprattutto sui Caraibi. Il costo della vita vantaggioso, la capacità dei messicani di mettere a proprio agio i visitatori e il buon cibo collocano questo paese al terzo posto;
  4. Panamà: conosciuta soprattutto some paradiso fiscale, Panamà offre in realtà un’ottima assistenza sanitaria e un clima caldo tutto l’anno. La vicinanza a Stati Uniti e Canada, poi, la rendono ideale per muoversi liberamente senza impiegare troppo tempo;
  5. Spagna: seconda destinazione nella classifica dei paesi migliori per la pensione, la Spagna ha tutte le carte in regola per restare la meta ideale. Nella valutazione del punto in cui stabilirsi, però, è molto importante evitare i grandi centri come Madrid o Barcellona dove gli affitti sono decisamente più onerosi;
  6. Ecuador: a colpire, oltre il clima mite, è il costo della vita: basti pensare che viaggiare con i trasporti pubblici costa solo 30 centesimi, mentre una corsa in taxi non supera mai i 3 dollari. Il sistema sanitario pubblico per una coppia costa solo 95 dollari al mese e l’assistenza è davvero all’avanguardia;
  7. Grecia: terza destinazione europea, la Grecia viene scelta per il suo microclima variabile. Si stima che il costo degli affitti sia inferiore del 75% rispetto a quello statunitense. L’assistenza sanitaria, però, va selezionata con accuratezza;
  8. Malesia: è una meta affascinante per chi ama il fascino esotico. Il costo della vita e le sue influenze multiculturali la rendono il luogo ideale per chi ama sì il relax, ma anche l’avventura;
  9. Francia: per una pensione senza stress la Francia è davvero una destinazione da sogno. Oltre la cucina di livello mondiale e il culto del buon vino, questo paese è dotato di un’assistenza sanitaria di prim’ordine;
  10. Colombia: forse questa scelta potrà stupire. Eppure la Colombia, con le sue spiagge mozzafiato e il costo della vita vantaggioso, entra di diritto nella classifica. Meta ideale anche per i nomadi digitali, oggi è sicuramente tra i paesi più affascinanti e avventurosi in cui pensare di trascorrere la pensione.

In quali Stati le pensioni non sono tassate?

Vi abbiamo elencato i paesi ideali in cui trascorrere la pensione, menzionando anche quelli che offrono notevoli vantaggi per quanto riguarda la tassazione pensionistica.

Anche altri Stati sono andati in questa direzione, prevedendo addirittura che in caso di trasferimento della residenza fiscale il reddito pensionistico sia esente da tassazione. Possibile? Sembrerebbe proprio di sì. Nello specifico, stiamo parlando di Slovacchia, Albania e Bulgaria. Che siano queste le prossime mete ideali in cui trascorrere la pensione?