Si chiama SnowWorld Antwerp ed è una pista da sci coperta da migliaia di pannelli solari, usati per mantenere in funzione l’impianto stesso. Un esempio di architettura “green”.

Con la neve che fatica a imbiancare le nostre montagne, una possibile soluzione per continuare a sciare nel futuro potrebbe arrivare da strutture come lo SnowWorld Antwerp. Si trova ad Anversa, in Belgio, e rappresenta un esempio innovativo di sostenibilità nel settore sportivo, in particolare delle discipline invernali. Il suo tetto, esteso su una superficie di 12.500 metri quadrati, ospita 1.452 pannelli solari.

Optare per l’energia solare per sostenere le operazioni di questa struttura indoor rappresenta un passo importante e significativo nel rendere ecologicamente meno impattanti queste attività, e allo stesso tempo salvaguardare gli ambienti montani. Quest’ultimi sono infatti molto soggetti ai rischi dei cambiamenti climatici e lo sci stesso rischia di diventare un lusso accessibile a pochi.

Sci indoor: come renderlo più “green”

La pista da sci coperta di SnowWorld Antwerp è stata progettata con un evidente occhio di riguardo verso la sostenibilità. Una membrana impermeabile spessa 1,5 mm è stata applicata sotto i pannelli solari per garantirne la massima efficienza e durabilità. La Renolit Alkorplan, responsabile dell’installazione, ha condotto un’analisi approfondita del carico di vento sul tetto, alto 40 metri da terra, per assicurare una configurazione sicura e resistente.

L’impianto di Anversa non deve però essere visto come un caso isolato. Esistono infatti altri SnowWorld situati a Landgraaf e Zoetermeer, nei Paesi Bassi, che seguono un modello molto simile. Questi centri sportivi contano numeri ancora più imponenti: rispettivamente 10.000 e 3.000 pannelli solari e, insieme, generano circa 2,5 milioni di kWh di energia pulita all’anno.

Questi numeri non solo fungono da esempio per altre strutture che cercano di ridurre il proprio impatto ambientale, ma dimostrano anche l’efficacia dell’uso dell’energia solare in grandi strutture sportive. Il fotovoltaico è già ampiamente utilizzato nell’ambito della mobilità sostenibile e non solo, come dimostrano i tanti studi sulle città del futuro.

Sciare in Italia: dove andare?

In Italia, al momento, esistono diverse piste da sci coperte, ad esempio a Verbania, e anche tracciati “alternativi”, come la pista da sci composta da tappeti sintetici installata ad Arcore.

Tuttavia, il nostro paese ospita montagne bellissime, perfette per organizzare una settimana bianca. In particolare, l’arco alpino offre incantevoli borghi di montagnacomprensori sciistici di altissimo livello. Anche al sud non mancano comunque località adatte, con piste da sci panoramiche, alcune affacciate sul mare e altre direttamente sull’Etna. Qualsiasi sia la meta scelta, non può comunque mancare lo skipass e, se si vuole stare più sicuri, anche un’assicurazione infortuni.