La Commissione Europea ha annunciato le città finaliste del premio Settimana Europea della Mobilità (EUROPEANMOBILITYWEEK) e del Mobility Action Award, che riconoscono i contributi per la promozione e la gestione della mobilità sostenibile urbana nel corso del 2023.

I vincitori di entrambi i premi saranno annunciati durante una cerimonia ufficiale che si terrà a Bruxelles il 14 marzo.

Cosa è la Settimana Europea della Mobilità

La Settimana Europea della Mobilità premia le città che si distinguono nel promuovere la mobilità urbana sostenibile durante la settimana principale della campagna, che si svolge ogni anno dal 16 al 22 settembre con una ricca serie di eventi anche in Italia, mentre il Mobility Action Award premia le soluzioni migliori nella pianificazione della gestione della mobilità.

I finalisti vengono selezionati da un gruppo indipendente di esperti di mobilità e trasporti e le città vincitrici saranno annunciate durante una cerimonia di premiazione a Bruxelles il prossimo 14 marzo.

Spazio Pubblico Condiviso

Le candidature sono già aperte per la Settimana Europea della Mobilità del 2024: il tema scelto è “Spazio Pubblico Condiviso”: l’uso condiviso dello spazio pubblico porta numerosi vantaggi alla società. Un ambiente in cui le persone, i mezzi di trasporto e le attività coesistono in armonia promuove l’equità sociale, aumenta la sicurezza stradale, riduce l’inquinamento atmosferico e acustico e migliora complessivamente la qualità della vita.

Durante la Settimana Europea della Mobilità siamo incoraggiati a prendere decisioni collettive su come gestire il nostro spazio pubblico, facendo in modo che tutti, soprattutto pedoni e ciclisti, possano muoversi in modo sicuro e confortevole in un ambiente accogliente.

Le città finaliste del Premio Settimana Europea della Mobilità

Ecco le città finaliste del Premio Settimana Europea della Mobilità:

  • Amadora (Portogallo), per la sua collaborazione con enti locali e regionali, nell’area metropolitana di Lisbona, e con marchi di richiamo come Ikea e Decathlon. La città ha condotto campagne a livello europeo, come Kidical Mass, per promuovere la mobilità pedonale, ciclistica e il trasporto pubblico. Le loro attività, tra cui l’istituzione di una rete ciclabile interurbana, sono state proficuamente diffuse attraverso emittenti televisive e radiofoniche locali e sui social media. Il Portogallo, tra l’altro, ha tagliato l’Iva su biciclette ed e-bike per promuoverne l’acquisto ed essere proattiva verso la mobilità sostenibile;
  • Budapest (Ungheria), per l’organizzazione di un ambizioso fine settimana senza auto (16/17 settembre) che ha coinvolto 10.000 partecipanti e per aver annunciato il programma per la creazione di una nuova zona pedonale sulle rive del Danubio durante la Giornata senza auto (22 settembre). La città ha anche promosso una serie di eventi sul risparmio energetico nei trasporti e ha collaborato con la città di Vienna per condividere le migliori pratiche nelle politiche a favore degli spostamenti a piedi e in bicicletta;
  • Innsbruck (Austria), per l’approccio a 360 gradi al tema del 2023, “Risparmiare energia”, promuovendo il risparmio energetico attraverso iniziative come il viaggio condiviso nei trasporti pubblici ed eventi sull’energia sostenibile. La città ha anche trasformato spazi destinati alle auto in aree pedonali, iniziativa che ha avuto un enorme successo.

Mobility Action Award

Le imprese finaliste per il Mobility Action Award 2023 sono:

  • GSK (Wavre, Belgio), per l’approccio innovativo ed eterogeneo alla gestione della mobilità, che ha offerto un’occasione per essere replicato anche in altre aziende, come l’iniziativa “speed-dating” di car pooling e un servizio di manutenzione biciclette per i dipendenti. Hanno anche discusso opzioni di abbonamento per il lavoro ibrido con la Compagnia Ferroviaria Nazionale del Belgio (SNCB);
  • Nahverkehrsgesellschaft Baden-Württemberg mbH (NVBW) (Germania), per il loro programma “MOVERS – Active to School”, che, attraverso la gamification, ha incoraggiato gli studenti di tutto il Baden-Württemberg a recarsi a scuola in modo sostenibile attraverso eventi e competizioni ciclistiche.
  • Nudgd (Helsingborg, Svezia), per la loro piattaforma online innovativa che utilizza la scienza comportamentale e la gamification per promuovere abitudini di viaggio sostenibili tra gli studenti, i genitori e gli insegnanti. La piattaforma ha contribuito a promuovere l’uso della bicicletta e a incoraggiare viaggi più sicuri e sostenibili.