Per l’inizio della stagione del Teatro dela Scala, arrivano i tantissimi eventi del programma Prima Diffusa, tra cui anche proiezioni in diretta della serata inaugurale.

Venerdì 1 Dicembre si è tenuta la presentazione del palinsesto di “Prima Diffusa 2023“, rassegna che accompagna la Prima della Scala a Milano (in programma giovedì 7 Dicembre 2023 con la rappresentazione del “Don Carlo” di Giuseppe Verdi, diretto da Riccardo Chailly). Fino a quel giorno, sono previste tutta una serie di conferenze, incontri, mostre, laboratori e performance gratis e non. Oltre a questo ricco programma di eventi che precedono lo spettacolo, ci sarà anche la possibilità di assistere alla proiezione in diretta di “Don Carlo” in oltre 35 luoghi di Milano. Vediamo quali sono e come funziona nel dettaglio Prima Diffusa.

Prima della Scala: dove vedere le proiezioni in diretta

L’inizio delle proiezioni è previsto per le ore 18 del 7 Dicembre 2023. Sono tutte gratuite, ma in alcune sedi potrebbe essere richiesta una prenotazione, nelle altre si può invece accedere fino ad esaurimento posti. Le proiezioni fanno parte del programma di “Prima Diffusa 2023”, in collaborazione con il Teatro della Scala e Rai. Nelle prossime righe tutti i luoghi in cui sarà possibile guardare la diretta.

Municipio 1

All’interno del centro storico gli spettatori troveranno cinque spazi adibiti per l’occasione. Al Teatro del Verme sarà necessario acquistare i biglietti in anticipo alla biglietteria, mentre alla Casa Circondariale di Milano San Vittore l’accesso è solo su invito.

  • Ottagono – Galleria Vittorio Emanuele II;
  • Teatro del Verme – Via San Giovanni sul Muro 2;
  • Fondazione Giangiacomo Feltrinelli – Viale Pasubio 2;
  • Conservatorio Giuseppe Verdi – Via Conservatorio 12 (con guida all’ascolto curata dall’Accademia Teatro alla Scala);
  • Casa Circondariale di Milano San Vittore.

Municipio 2

Si potrà assistere alla diretta di “Don Carlo” gratuitamente anche nei quartieri compresi in Municipio 2.

  • Autelier – Via Valtorta 30;
  • Heracles Gymanasium – Via Padova 21 (con guida all’ascolto curata dall’Accademia Teatro alla Scala);
  • Auditorium Gaber, Palazzo Pirelli – Piazza Duca d’Aosta 3.

Municipio 3

Nei quartieri più a est di Milano lo spettacolo sarà disponibile gratuitamente in due sedi.

  • Auditorium Stefano Cerri – Via Carlo Valvassori Peroni 56 (con guida all’ascolto curata dall’Accademia Teatro alla Scala);
  • Sala Gregorianum – Via Ludovico Settala 27.

Gli altri eventi di Prima Diffusa

Due mostre speciali da segnalare: dal 6 dicembre al 4 febbraio “Teatralità – Architetture per la meraviglia” a Palazzo Reale e, dal 2 al 7 dicembre, una mostra dedicata al Teatro alla Scala rappresentato nei fumetti, da Topolino al Corriere dei Piccoli, presso Wow Spazio Fumetto.

Da segnalare anche il documentario “Racconto d’impresa tra cultura e sostenibilità sociale” realizzato per la Prima Diffusa del 2021, un’occasione d’incontro e di riflessione in programma il 6 dicembre presso la Sala degli Azionisti di Palazzo Edison.

E poi ancora laboratori per bambini, rassegne teatrali, balletti e molto altro. Per consultare il programma completo basta recarsi sul sito ufficiale del Comune di Milano.

Cosa fare a Milano dopo la Prima della Scala

Oltre alla Prima della Scala, il 7 Dicembre a Milano coincide anche con la Festa di Sant’Ambrogio, il Patrono della città. Il giorno prima, mercoledì 6, in Piazza del Duomo alle ore 17 sarà possibile assistere all’accensione del celebre abete alto 28 metri, simbolo natalizio della città lombarda, addobbato per l’occasione con medaglie decorative d’oro e argento, in omaggio dei Giochi Olimpici Milano Cortina 2026. Inoltre, sparsi per la città ci saranno altri 22 alberi di Natale decorati da sponsor d’eccezione ed enti cittadini.

Non mancano inoltre i mercatini natalizi sostenibili e i villaggi di Santa Claus a Milano, per un’atmosfera natalizia veramente contagiosa, tutta da vivere nel weekend lungo del Ponte dell’Immacolata. Potrebbe dunque essere l’occasione per una visita speciale.

La città è raggiungibile sia in treno che in auto. Nel primo caso, si può acquistare un biglietto di un treno ad alta velocità o di un interregionale da molte grandi città italiane. Nel secondo caso, conviene prendere l’A1, l’A4, l’A8, l’A7 o l’A35, a seconda del punto di partenza.Per velocizzare il pagamento ai caselli, si consiglia di usufruire del telepedaggio.

Una volta arrivati, per raggiungere le piazze e le vie è possibile usufruire del bike sharing o del noleggio monopattini elettrici.