Quando inizia la primavera? Inizia ufficialmente oggi, 20 marzo, giorno dell’equinozio di primavera 2024. Scopriamo insieme perché è proprio oggi- e non il 21 marzo, come da tradizione- e quali sono le mete imperdibili in questo periodo dell’anno.  

L’arrivo della primavera genera sempre una certa frenesia: segna la rinascita della natura, aumenta il desiderio di stare all’aria aperta e influisce positivamente sul benessere. La data che tradizionalmente segna la fine dell’inverno è quella del 21 marzo. Eppure, quest’anno, l’equinozio di primavera sembra essersi anticipato di un giorno. E cade, proprio oggi, subito dopo la Festa del papà 2024 e a soli 11 giorni dalla Pasqua.

Cos’è l’equinozio di primavera?

Alle ore 3:06:25 UTC– alle 4:06:25 ora italiana– è ufficialmente arrivato l’equinozio di primavera 2024. Il suo nome deriva dalla locuzione latina “aequa nox”, che sta a indicare che in questo giorno la durata delle ore di luce è pari a quelle di buio. Questo fenomeno si verifica quando il Sole è allo Zenit dell’equatore: i suoi raggi, quindi, cadono perpendicolari rispetto all’asse terrestre. Ed è proprio grazie a questa particolarissima inclinazione che il giorno e la notte hanno più o meno la stessa durata.

Nell’emisfero boreale, l’equinozio di marzo segna il passaggio dall’inverno alla primavera. Viceversa, in quello australe, segna l’inizio della stagione autunnale.

L’equinozio, quindi, è anche il momento in cui le giornate iniziano ad “allungarsi”, guadagnando circa 4 minuti di luce in più fino al solstizio d’estate. Per questo motivo il 31 marzo– che coincide quest’anno con le festività di Pasqua– si verificherà il passaggio dall’ora solare all’ora legale.

Perché quest’anno l’equinozio è il 20 marzo e non il 21

Comunemente si pensa che la data che segna ufficialmente la fine dell’inverno sia quella del 21 marzo. In realtà, la data dell’equinozio di primavera può variare tra il 19 e il 21 marzo. E questa variazione si può verificare per una serie di fattori concomitanti.

Innanzitutto, va tenuto presente che la rotazione ellittica della Terra, combinata all’attrazione gravitazionale con gli altri corpi celesti, influenza la posizione esatta del Sole nei nostri cieli.

In secondo luogo, non può essere trascurata l’influenza degli anni bisestili, come il 2024. Il giorno extra, aggiunto una volta ogni 4 anni nel calendario gregoriano- comunemente utilizzato per segnare il trascorrere del tempo- influisce ovviamente sulla data esatta dell’equinozio di primavera.

Secondo i calcoli, nel 2102 la data dell’equinozio sarà il 19 marzo. Proprio in concomitanza con la Festa del Papà.

Come festeggiare l’inizio della primavera 

Come festeggiare degnamente l’equinozio di marzo? Sicuramente, le prossime vacanze scolastiche di Pasqua potrebbero essere l’occasione ideale per viaggiare con i bambini, magari alla scoperta dei borghi più belli da vedere in primavera. Oppure, per pianificare una gita di Pasquetta in Italia.

Se tuttavia si desidera viaggiare in Europa, alla scoperta delle tradizioni più particolari e folkloristiche, ecco qualche suggerimento:

Non resta che preparare i bagagli, prenotare un volo e partire per una nuova avventura!