Quattordio è un borgo piemontese situato in pieno Monferrato, a metà strada tra le città di Asti e di Alessandria, e attraversato dal torrente Chiesetta. Dal 1984, è diventato il punto di riferimento italiano per la street art e le sue strade sono un vero e proprio museo a cielo aperto

Quattordio vanta antiche origini romane, di cui ancora oggi sono presenti alcune tracce, possiede un interessante patrimonio architettonico e storico e si trova a breve distanza dal bellissimo Castello di Lajone, tappa obbligata in ogni tour del Monferrato e dei borghi piemontesi.

Ma c’è un’altra singolarità che lo ha trasformato in un luogo affascinante e unico in Italia, e soprattutto nella meta ideale per gli appassionati di arte moderna: da oltre 40 anni, è considerato il regno italiano della street art e dei graffiti.

Un borgo innamorato dell’arte urbana

Nel corso del tempo, il borgo si è trasformato in un vero e proprio museo a cielo aperto. Camminando per le sue strade, è possibile ammirare le opere dei più noti esponenti dell’urban art internazionale, firme indubbiamente note a chi ama questa straordinaria forma espressiva, tra cui Acme 107, Etsom, Refreshink. Oltre agli ormai mitici writers americani Phase 2 e Delta 2, che proprio nel 1984 segnarono l’inizio di questo progetto: i loro lavori, tuttora visibili, sono attualmente in fase di restauro conservativo.

Quando e perché Quattordio è divenuta il simbolo della street art

L’incontro tra il borgo di Quattordio e la street art nasce, appunto, nel 1984, in occasione di Arte di Frontiera, un evento organizzato dal Comune e dedicato a quella che, all’epoca, era una forma d’arte ancora poco nota e in fase di sviluppo. Nell’occasione, l’Industria Vernici Italiane, la cui sede si trova proprio nel borgo piemontese, si impegnò a promuovere l’evento, invitando per decorare la piazza principale alcuni artisti americani, oggi divenuti leggendari.

Quattordio Urban Art, la rassegna biennale per celebrare la street art

Per avvicinare visitatori e turisti al mondo della street art, il Comune di Quattordio, con il supporto della Galleria d’Arte Stradedarts di Milano, da alcuni anni organizza QUA-Quattordio Urban Art, un festival biennale giunto alla sua terza edizione. L’intento del festival è quello di trasformare il borgo in un museo/atelier in continua evoluzione, con oltre 30 muri interamente dedicati all’arte urbana.

Il progetto è nato per valorizzare il borgo di Quattordio quale museo a cielo aperto e per invogliare i turisti a scoprire questa spettacolare forma d’arte, ma anche per far conoscere al pubblico i giovani protagonisti della street art. Durante l’edizione 2023 sono state realizzate dieci nuove opere dai più noti street artists e writers italiani, con l’intento di enfatizzare il legame tra l’arte urbana e il territorio locale, di sostenere e promuovere i giovani artisti e di mantenere il nome di Quattordio come punto di riferimento italiano per artisti e appassionati di arte urbana.

Oltre al festival biennale, e al continuo arricchirsi di muri coperti da opere d’arte, è stato creato un museo permanente, dove i visitatori possono conoscere meglio la storia e il significato dei graffiti e dell’urban art.

Come raggiungere Quattordio, il museo a cielo aperto

Quattordio si raggiunge facilmente in diversi modi:

  • In treno: la stazione più vicina è Felizzano, a due chilometri circa di distanza;
  • In auto: la posizione consente di raggiungere rapidamente il borgo tramite autostrada da Milano, Torino o dal centro Italia, e di trovare facilmente sia stazioni di servizio che parcheggi e strutture ricettive in zona.