Il certificato di rischio costituisce un elemento di vitale importanza per ogni automobilista e richiede una custodia attenta. Lo hai perso? Niente panico! Scopri come recuperarlo facilmente e proteggi la tua storia assicurativa. 

Il certificato di rischio racchiude tutte le informazioni relative al contratto di assicurazione auto, inclusi i dettagli del titolare che ha sottoscritto la polizza, la formula tariffaria, la data di scadenza, i dettagli della targa, la classe di merito universale assegnata dall’assicurazione secondo criteri standard e l’elenco dei sinistri degli ultimi cinque anni. 

Procedura in caso di smarrimento del certificato di rischio

Se l’attestato di rischio viene smarrito, la compagnia assicurativa è tenuta a rilasciare una copia originale all’assicurato. L’automobilista deve recarsi presso la sede dell’assicurazione e presentare una richiesta formale. Nel caso in cui l’assicurato non possa recarsi di persona, è possibile delegare un rappresentante munito di fotocopia firmata dei documenti richiesti, previa comunicazione all’agenzia.

Se la polizza è stata stipulata online o telefonicamente, la copia dell’attestato può essere richiesta tramite fax o telefono. In ogni caso, la compagnia assicurativa è obbligata a inviare la copia entro un periodo che va dai 30 giorni lavorativi fino a 3 giorni prima della scadenza della polizza.

Il certificato di rischio elettronico

L’attestato di rischio è essenziale per il rinnovo della polizza con la stessa compagnia o per il passaggio a un’altro assicuratore al termine del contratto.

Al momento della sottoscrizione di un nuovo contratto, il contraente non deve più inviare il certificato in formato cartaceo. La compagnia assicurativa richiederà e otterrà il certificato dalla vecchia assicurazione in modalità telematica, riducendo così l’uso di carta e semplificando la procedura.

L’obiettivo della dematerializzazione del certificato di rischio è contrastare le frodi. Infatti, la transizione verso l’archivio informatico impedisce manipolazioni passate, garantendo una maggiore sicurezza. Tuttavia, è sempre consigliabile conservare con cura il certificato di rischio e mantenere almeno una copia dell’originale per agevolare le procedure in caso di smarrimento.

Un po’ come i servizi di mobilità via app, l’attestato di rischio elettronico si configura come un elemento di fondamentale importanza per ogni automobilista, contenente informazioni cruciali per la gestione delle polizze assicurative auto. Proprio per questo, è fondamentale conoscere la procedura corretta per ottenere una copia presso la compagnia assicurativa in caso di smarrimento.