La Regione Lazio ha introdotto una nuova tipologia di biglietto denominata “biglietto evento”, concepita per facilitare l’accesso ai vari eventi e manifestazioni.

I treni sono sempre più utilizzati dagli italiani. I motivi sono diversi: si tratta di mezzi di trasporto affascinanti e sostenibili, ma anche più economici. Perciò molte persone li preferiscono all’auto quando devono fare viaggi più o meno lunghi. Alcune iniziative poi lo rendono a maggior ragione una scelta da considerare. Una di queste, nata da un’idea della Regione Lazio, è il “biglietto evento“. Si tratta di una particolare tipologia di ticket che ha l’obiettivo di facilitare l’accesso a eventi e manifestazioni che si svolgono nel territorio laziale. Andiamo a scoprire maggiori dettagli su cos’è e come funziona.

Cos’è e come funziona il “biglietto evento”

Questo biglietto, che si può acquistare all’ultimo minuto direttamente in stazione, è stato creato con l’obiettivo di rendere più rapida l’entrata dei passeggeri sui treni. Non solo: così si incentiva anche la partecipazione agli eventi regionali. L’iniziativa, che nasce da un accordo con Trenitalia, permette l’acquisto di un ticket last minute direttamente dal personale di Trenitalia, sia a bordo dei treni sia in stazione.

Il “biglietto evento” è dunque pensato per chi decide all’ultimo momento di partecipare a un evento. Pensiamo a fiere o manifestazioni, che generano un alto flusso di passeggeri, come ad esempio il Romics, una popolare fiera dei fumetti. O ai numero eventi sportivi che si tengono a Roma. La decisione di introdurre questo biglietto si basa sulla necessità di vendere i biglietti in modo rapido ed efficiente, permettendo l’acquisto anche poco prima della partenza del treno, per agevolare il processo di imbarco.

Ciò si aggiunge ai normali titoli di viaggio già disponibili e deve essere convalidato prima di salire a bordo. Un’ulteriore caratteristica del “biglietto evento” è la possibilità di essere stampato su carta di colore diverso rispetto ai biglietti tradizionali, una misura pensata per accelerare i controlli e combattere l’evasione tariffaria.

Quanto costa il “biglietto evento”

Il costo del “biglietto evento” varia in base alla distanza percorsa in seconda classe: si parte da 2 euro per tragitti fino a 10 chilometri. La tariffa aumenta di 50 centesimi ogni 10 chilometri aggiuntivi, fino a un massimo di 10 euro per distanze comprese tra 126 e 150 chilometri.