La UEFA ha pubblicato 60 pagine contenenti il regolamento di Euro 2024. Ecco tutto ciò che c’è da sapere e le ultime novità.

Ci siamo: venerdì 14 aprile prenderanno il via gli Europei di calcio in Germania. Si tratta della diciassettesima edizione della manifestazione, che, dopo l’edizione itinerante del 2020- disputata nel 2021 a causa del Covid- torneranno a svolgersi in un unico Paese.

Sarà appunto la Germania a ospitare Euro 2024: dal match inaugurale della fase a gironi fino alla finale, tutte le partite si giocheranno su suolo tedesco in 10 diversi stadi. A contendersi la vittoria saranno 24 Nazionali partecipanti, che proveranno a sfilare il titolo ai campioni uscenti dell’Italia, che tre anni fa conquistò il trofeo.

Scopriamo nel dettaglio il regolamento per questa edizione degli Europei.

Il regolamento di Euro 2024: il format replicherà l’edizione precedente

Il format di Euro 2024 sarà identico a quello dell’edizione passata. Le 24 squadre partecipanti inizieranno con la fase a gironi: sono state suddivise tramite sorteggio in sei gironi da quattro squadre ciascuno.

Ogni squadra affronterà una volta le altre squadre del proprio girone, e alla fine verrà stilata una classifica. Le prime due classificate di ogni girone accederanno agli ottavi di finale, insieme alle 4 migliori terze classificate, completando così il quadro delle 16 squadre che proseguiranno nella competizione.

Al termine di questa fase, 16 squadre dunque si qualificheranno a quella a eliminazione diretta, suddivisa in ottavi di finale, quarti di finale, semifinali e finale. A differenza dei Mondiali, agli Europei non si disputa la finale per il terzo posto. Dal 1984, l’UEFA ha eliminato la finale per la medaglia di bronzo, che era stata giocata nelle sei edizioni dal 1960 al 1980. Nelle edizioni del 2008 e del 2012, invece, l’UEFA ha assegnato la medaglia di bronzo alle squadre perdenti nelle semifinali.

Nel caso in cui le partite della fase a gironi finiscano in parità, ogni squadra riceverà un punto in classifica. Tuttavia, a partire dagli ottavi di finale, il regolamento cambia. Se una partita della fase a eliminazione diretta termina in pareggio, si giocano i tempi supplementari (due tempi da 15 minuti ciascuno) e, se necessario, si procede con i calci di rigore. Questo formato verrà applicato nelle gare degli ottavi, nei quarti di finale, nelle semifinali e nella finale.

Le regole sui convocati

Tutti i CT hanno diramato le liste ufficiali dei convocati delle rispettive Nazionali. Tuttavia avranno ancora un po’ di tempo per operare dei cambi, ma solo in caso di infortuni e non per scelta tecnica.

La lista definitiva dei convocati potrà essere modificata fino alla mezzanotte del giorno del debutto delle rispettive Nazionali a Euro 2024. Nel caso dell’Italia, a esempio, Spalletti avrà la possibilità di sostituire eventuali giocatori infortunati fino alle 24:00 del 15 giugno 2024, giornata in cui gli azzurri faranno il loro esordio contro l’Albania al BVB Stadion di Dortmund

Le altre curiosità: dal fairplay alla.. “coppa finta”!

Tra le 60 pagine di norme pubblicate dall’UEFA ce n’è una che riguarda il fair play. Infatti, fra i criteri per scegliere le migliori terze c’è anche la “classifica” fair play, che premia le formazioni più corrette. Questa regola potrebbe perciò influire direttamente su chi proseguirà nel cammino dopo la fase a gironi.

Nel regolamento c’è anche una parte dedicata al premio finale della competizione, cioè la coppa “Henry Delaunay”. Il trofeo viene consegnato ai vincitori solo per la premiazione, ma poi torna all’UEFA. A chi vince va solo una replica.