Dal 28 febbraio al 3 marzo torna il Salone dell’Auto di Ginevra 2024, un evento imperdibile per gli appassionati di automobili e tecnologia.

Quest’anno il Salone dell’Auto di Ginevra spegne le sue 91 candeline, confermandosi come uno degli appuntamenti più importanti dell’anno per il settore. Rispetto alla sua ultima apparizione nel 2019, che aveva visto la presenza di 75 espositori e 143 debutti su scala internazionale, attirando oltre 602.000 visitatori, il Salone del 2024 si presenta con una veste rinnovata dopo un periodo di pausa forzata. Andiamo a scoprire tutti i dettagli dell’imminente fiera ginevrina.

Salone dell’Auto di Ginevra 2024: cosa aspettarsi

L’evento si terrà presso il Palexpo di Ginevra. Rispetto alle passate edizioni ci sarà una nuova disposizione organizzativa, che si dividerà in quattro principali zone tematiche:

  • Adrenaline Zone dedicata alle automobili sportive,
  • Design District che mette in risalto lo stile e il design,
  • Mobility Lab focalizzato sulle nuove forme di mobilità,
  • Next World Experience, uno spazio dedicato al mondo del gaming e della simulazione di guida.

Queste novità testimoniano l’evoluzione del Salone nell’adattarsi alle mutevoli esigenze e interessi del pubblico e dell’industria. Nei vari padiglioni non mancheranno gli espositori protagonisti del mercato automobilistico attuale. Ecco un assaggio dei marchi che presenzieranno all’evento.

Renault

Tra le novità più attese di questa edizione troviamo alcuni debutti significativi nel panorama automobilistico europeo. La Renault 5 E-Tech farà il suo debutto mondiale, rappresentando la rinascita elettrica di uno dei modelli iconici della Renault, prodotto originariamente tra il 1972 e il 1984.

Questa nuova versione si distingue per una rivisitazione moderna delle sue proporzioni classiche, abbinando tecnologia avanzata e design innovativo, con un prezzo di partenza stimato attorno ai 25.000 euro in Francia e Germania e un’autonomia di percorrenza fino a 400 km.

Dacia

La Dacia Spring, nel frattempo, si presenta in una veste rinnovata ispirata al SUV Duster. Con una lunghezza di 370 cm, mantiene un ampio bagagliaio da 308 litri e introduce un’abitacolo modernizzato con strumentazione digitale e, per l’allestimento più ricco, un sistema multimediale con display da 10,2 pollici.

La gamma motori rimane focalizzata sull’efficienza, offrendo due opzioni che garantiscono un’autonomia di 220 km con una batteria da 26,8 kWh.

MG

L’MG3 si annuncia come un’importante novità per il mercato italiano, presentata in anteprima mondiale a Ginevra. Questa city car si distingue per la sua motorizzazione Hybrid Plus, che promette prestazioni interessanti a un prezzo competitivo.

MG Motor introduce anche il brand IM, acronimo di Intelligent Mobility, che anticipa una nuova linea di modelli elettrici ad alte prestazioni, previsti per l’Europa nel 2025.

Byd

Byd, già noto sul mercato europeo per le sue auto elettriche e per le batterie blade battery, presenta il suo primo modello ibrido plug-in, il crossover Seal U DM-i, e una nuova generazione del SUV a batteria Tang, che promette un’autonomia fino a 530 km.

Inoltre, Byd lancia il nuovo marchio di lusso Yangwang, mirando a posizionarsi nel segmento alto del mercato con il potente SUV U8, che dispone di quattro motori indipendenti e una potenza complessiva di 1.196 Cv.

Orari e biglietti del Salone di Ginevra

L’accesso al pubblico sarà possibile dal 28 febbraio al 3 marzo, con orari di apertura dalle 10:00 alle 20:00 nei giorni feriali e dalle 9:00 alle 19:00 nel weekend.

Il costo del biglietto d’ingresso è fissato a 26,5 euro, con una tariffa ridotta di 19 euro per i minori di 16 anni. Perciò il Salone dell’Auto di Ginevra 2024 sarà un evento accessibile a un vasto pubblico di appassionati e professionisti del settore. Maggiori informazioni sul sito ufficiale del Salone.

Come arrivare al Salone dell’Auto di Ginevra 2024

È possibile arrivare al Salone dell’Auto di Ginevra dall’Italia in diversi modi.

  • In auto: Prendendo come punto di riferimento Milano, basta seguire l’autostrada A4 in direzione di Chiasso, attraversare il confine munendosi della vignetta svizzera e proseguire sull’autostrada A2 in direzione di Ginevra. Una volta in città, sarà sufficiente seguire le indicazioni fino al Palaexpo.
  • In treno: sempre prendendo come riferimento Milano, è possibile prendere uno dei treni diretti per Ginevra. Una volta in città, ci si può spostare con i mezzi pubblici.
  • In aereo: chi arriva da più lontano può prenotare un volo via app contando sul fatto che l’Aeroporto Internazionale di Ginevra è ben collegato con le città italiane, Milano e Roma in primis.